1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

"Ipazia. La nota più alta" al Teatro alle Vigne

Per la stagione di "Teatro per le Scuole - Scuole medie e superiori" del Teatro alle Vigne, il Comune di Lodi presenta Ipazia. La nota più alta, che si tiene venerdì 24 novembre 2017 presso il Teatro alle Vigne, in via Cavour 66.

Età: 14 - 18 anni
Ingresso: 8 euro

Abbonamenti: 3 spettacoli 18 euro

La rappresentazione viene proposta anche per la stagione "Teatro scienza", in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il giorno sabato 25 novembre 2017 alle ore 21.00.

ABBONAMENTO intero: 35,00 euro, ridotto fino ai 26 anni: 30,00 euro
BIGLIETTI intero: 15,00 euro, ridotto (abb. prosa e musica e giovani under 26): 12,00 euro

Per maggiori informazioni:
Teatro alle Vigne
Tel. 0371 409.855
Fax: 0371 409.499
Mirella Mijovic 3479049904 
e-mail: teatroallevigne.programmazione@comune.lodi.it
 
 

 
 

Lo spettacolo non ha la pretesa di restituire in forma filologicamente corretta la figura di Ipazia d’Alessandria, grande filosofa, matematica e astronoma dell’antichità, data la scarsità d’informazioni storiche, peraltro a volte contrastanti, di cui siamo in possesso; si tratta dichiaratamente di un lavoro d’invenzione, a partire dalla collocazione della scena, che non si apre infatti sul IV secolo né ad Alessandria d’Egitto ma su un ipotetico futuro.
Siamo nell'anno 2415, ossia duemila anni dopo la tragica morte di Ipazia; il luogo è una sorta di anfratto spaziotemporale in cui, grazie a un misterioso espediente, sono stati custoditi i cinquecentomila volumi del Museo di Alessandria, la biblioteca più grande del mondo antico, che sarebbero altrimenti andati distrutti durante un intenzionale incendio. La protagonista agisce quindi in questa sorta di avveniristico archivio d’informazioni, che diviene il suo personale teatro. Prendono qui corpo voci, personaggi ed episodi in una narrazione per frammenti che procede non secondo una logica di temporalità degli eventi, ma seguendo le diverse associazioni della protagonista, una delle Ipazie possibili.

 
immagine dello spettacolo