1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Tempio dell’Incoronata: lunedì 21 giugno partiranno i lavori per il restauro della copertura

Partiranno lunedì 21 giugno i lavori di restauro e risanamento conservativo della copertura del Tempio civico dell’Incoronata, per un quadro economico complessivo di 175.000 euro, a cui si aggiungono ulteriori 44.530 euro per la rimozione e lo smaltimento del vecchio impianto di areazione a cui seguirà il ripristino delle murature e degli intonaci.

“Stiamo per compiere il primo passo nel percorso di recupero del tempio dell’Incoronata, vero e proprio scrigno di arte e storia nel cuore di Lodi, che riceverà finalmente attenzioni adeguate, dopo i danni causati dalle infiltrazioni di umidità - dichiara il Sindaco Sara Casanova -. Gli studi condotti nei mesi scorsi ci hanno permesso di delineare un quadro sullo stato di salute dell’immobile, evidenziando la necessità di agire innanzitutto a livello strutturale, per procedere poi al risanamento di intonaci antichi, affreschi e vetrate. Partiremo dai lavori in copertura e ci occuperemo quindi degli interni, per far sì che i lodigiani e i visitatori possano tornare ad ammirare questo straordinario capolavoro rinascimentale nella sua bellezza originaria”. 

“I primi rilievi effettuati dalla dott.ssa Suardi e il successivo progetto dell’ing. Brambati hanno rivelato che la cupola non presenta problemi strutturali, a differenza delle coperture inclinate laterali, dove le criticità legate allo stato di conservazione dell’orditura secondaria e primaria risultano tra le cause principali delle infiltrazioni di umidità. Su questi elementi si concentrerà l’intervento previsto di restauro e risanamento conservativo, con un cronoprogramma stimato di due mesi”, spiega l’assessore ai Lavori pubblici Claudia Rizzi.
Le lavorazioni richiederanno l’utilizzo di una gru che verrà posizionata in via Incoronata dal 21 giugno, con la necessaria chiusura della strada al transito. Successivamente, e per l’intera durata del cantiere, saranno sempre consentiti il passaggio di pedoni, ciclisti e mezzi di soccorso e le operazioni di carico e scarico merci. 

“Abbiamo già effettuato diversi sopralluoghi insieme alla ditta incaricata, la Ceis s.r.l. di Lodi - prosegue l’assessore Rizzi - e ne verranno eseguiti altri per trovare le soluzioni più adatte a ridurre i disagi per i cittadini e le attività commerciali. Il termine dei lavori è concordato per fine luglio, così che si possa dare avvio alla prevista manutenzione della pavimentazione in porfido di corso Vittorio Emanuele II, senza bloccare contemporaneamente due accessi a piazza della Vittoria. Le lavorazioni programmate possono svolgersi esclusivamente nel periodo estivo. Siamo consapevoli che comporteranno alcune limitazioni per la viabilità, ma anche convinti che non bisogna perdere di vista il fine ultimo, cioè quello di rispondere alle giuste richieste dei nostri concittadini sulla manutenzione e la sicurezza di strade e immobili”.

“Nei quattro anni del nostro mandato - conclude il vicesindaco Lorenzo Maggi - abbiamo incanalato risorse, idee e progetti nella messa a norma e in sicurezza e nella valorizzazione dei nostri edifici pubblici, tra cui anche quelli storici, risolvendo le criticità causate dalla scarsa attenzione che in passato è stata riservata al patrimonio comunale. Spiace constatare che, se si fosse intervenuti per tempo e con gradualità, oggi non dovremmo ricorrere a investimenti così ingenti. In ogni caso siamo pronti a fare tutto il possibile perchè l’Incoronata risplenda di nuovo, dopo aver già destinato un contributo di oltre 27.000 euro per porre rimedio al deterioramento subito dall’organo settecentesco, che potrà continuare ad accompagnare le celebrazioni e i concerti all’interno del Tempio”. 

Lodi, 7 giugno 2021