1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Distretto urbano del commercio

Apre il secondo bando per la concessione di contributi alle imprese

Aprirà domani, mercoledì 21 aprile, il secondo bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle micro, piccole e medie imprese del commercio, della ristorazione del terziario e dell’artigianato del Distretto urbano del commercio.
Le risorse residuali a disposizione ammontano a 100.692 euro, su una quota complessiva di 170.000 euro assegnati da Regione Lombardia al Comune di Lodi per sostenere il Duc, favorendo il rilancio delle attività economiche che ne fanno parte.

Destinatari
Sono destinatarie del contributo le micro, piccole o medie imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato (singole, in partenariato o costituite in rete di imprese), localizzate all’interno del Duc.

Scopo
La finalità dell’intervento è favorire la ripresa delle attività che, a causa dell’emergenza Covid, hanno subito interruzioni o hanno dovuto sostenere spese straordinarie per la protezione delle clientela e del personale dipendente o investire in riorganizzazione delle modalità di vendita.
Tra le iniziative che il bando comunale promuove figurano quindi gli adeguamenti strutturali, organizzativi e operativi alle nuove esigenze di sicurezza e prevenzione, l’organizzazione di servizi di logistica, trasporto e consegna a domicilio e di vendita online, la copertura di spese sostenute per l’affitto dei locali per l’esercizio dell’attività di impresa, con contratto regolarmente registrato.

Scadenza del bando
E’ possibile partecipare al bando fino alle ore 12.00 del 25 maggio. 

Valore del contributo
Le risorse saranno erogate in via prioritaria ai soggetti che non hanno partecipato al primo bando. Solo se vi saranno fondi residui, riconosciuto ai soggetti già assegnatari nel primo bando che rendiconteranno nuove spese. 
Il contributo previsto, per i soggetti beneficiari è pari al massimo al 50% della spesa ammissibile totale, al netto di IVA, sino ad un massimo complessivo per ciascun operatore pari a 10.000 euro (anziché 5.000 euro come per il bando precedente).
L'investimento minimo ammissibile rimane di 1.000 euro.

Come presentare domanda
Per presentare domanda, le imprese dovranno utilizzare esclusivamente la modulistica allegata corredata da:

1) copia della carta d’identità in corso di validità e codice fiscale del legale rappresentante;

2) per gli interventi già realizzati, tutti i giustificativi di spesa quietanzati e i documenti che ne attestino l’avvenuto pagamento;

3) per gli interventi da realizzare, i preventivi dettagliati.

La domanda e i relativi allegati dovranno essere presentati in formato pdf e trasmessi tramite PEC all’indirizzo suap.lodi@legalmail.it 
Farà fede, quale data di ricevimento, la ricevuta di consegna rilasciata dal gestore PEC del Comune di Lodi.

Rendicontazione delle spese ammissibili
Sono ritenute ammissibili le spese effettivamente sostenute i cui giustificativi decorrano dal 5 maggio 2020. 
I beneficiari potranno rendicontare le proprie spese dal giorno successivo alla data di pubblicazione della graduatoria e tassativamente entro 30 giorni dalla pubblicazione, facendo pervenire la documentazione al Comune di Lodi, via PEC, all’indirizzo suap.lodi@legalmail.it.

In allegato il bando e i moduli per aderire:


Lodi, 19 aprile 2021