1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Lodi aderisce alla nuova DOTE SPORT della Regione Lombardia

Da settembre contributi per l'attività sportiva dei minori alle famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro

Sul sito www.sport.regione.lombardia.it, sono state pubblicate da parte della Regione Lombardia le indicazioni utili e necessarie, per le famiglie che ne hanno titolo, tramite cui iscriversi alla nuova Dote Sport prevista dalla L. R. 26/2014. 
Ai fini di un corretto adempimento della procedura, è possibile farsi guidare da un video tutorial, che la Regione ha caricato sul canale Youtube:
https://www.youtube.com/watch?v=SIe7RrWICpg&feature=em-share_video_user

Le iscrizioni on line alla Dote sport partono da martedĂŹ 14 settembre 2015.

Lodi, 9 settembre 2015

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Arriva anche a Lodi, dalla metĂ  di settembre, la nuova Dote Sport, la misura sperimentale prevista dalla L. R. 26/2014 e istituita da Regione Lombardia  il 15 luglio con provvedimento della Direzione Regionale Giovani e Sport, che intende favorire l'avvicinamento allo sport da parte di bambini e ragazzi appartenenti a nuclei familiari in condizioni economiche meno favorevoli.  

La Regione mette infatti a disposizione dei Comuni lombardi che intendono aderirvi la cifra complessiva di 1,6 milioni di euro, destinati nei vari territori provinciali alle famiglie che si trovano in difficoltĂ  nel sostenere il costo per le attivitĂ  sportive dei propri figli, con una riserva del 10% delle risorse disponibili per minori disabili. La sperimentazione, che partirĂ  una volta pubblicato il bando regionale previsto per la metĂ  di settembre 2015, si rivolge alle famiglie con bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni e con reddito Isee non superiore ai 20.000 euro, i quali potranno ottenere un contributo fino a 200 euro per ogni figlio per le spese di frequenza di corsi o attivitĂ  sportive nel periodo settembre 2015/giugno 2016.  

L'iter ha previsto una prima fase in cui, trattandosi di un'iniziativa fortemente orientata alla persona, la Regione ha coinvolto direttamente i Comuni, vincolando la concessione della dote all'adesione al progetto da parte delle Amministrazioni comunali di residenza dei minori. Lodi ha risposto in maniera affermativa, cogliendo l'opportunitĂ  ed il valore del progetto e con la delibera di Giunta n°. 101 del 4 agosto 2015 vi ha aderito, aprendo cosĂŹ la strada alle famiglie residenti che fossero interessate, avendone titolo. La seconda fase a questo punto riguarderĂ  proprio le famiglie che rientrano nei parametri ISEE sopra ricordati, le quali potranno presentare la domanda per i propri figli a partire dal 14 settembre 2015, data in cui è prevista l'uscita del bando regionale che conterrĂ  le specifiche necessarie. Da una prima stima contenuta nei prospetti della Regione si assegnano al Lodigiano 198 doti per i bambini dai 6 ai 13 anni (la cosiddetta 'dote junior') e 78 doti ai ragazzi di etĂ  compresa tra i 14 e i 17 anni (la 'dote teen'), che andranno poi parametrate e quindi assegnate singolarmente ad ogni Comune lodigiano aderente al progetto.  

Ogni dote è individuale, per cui, ad esempio, una famiglia con tre minori può al limite ottenere tre contributi di 200 euro cadauno. Per agevolare la compilazione delle domande, il Comune di Lodi predisporrà un servizio di assistenza in capo all'Ufficio Sport (ingresso da Piazza Mercato, 1° piano), che avrà anche il compito di istruire le pratiche da trasmettere poi agli uffici regionali per la successiva valutazione e compilazione delle graduatorie di assegnazione dei contributi.

Lodi, 10 agosto 2015