1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Adotta un albero

Donare un albero alla città, quale segno di partecipazione in prima persona alla cura dell'ambiente, alla salute propria ed altrui, al bene comune. E' questo il senso di "Adotta un Alberto", iniziativa promossa dall'assessorato comunale all'ambiente e curata in collaborazione con l'Ufficio Relazioni con il Pubblico, rivolta a singoli cittadini, imprese ed associazioni di Lodi.
 
"L'idea - spiega l'assessore all'ambiente Simone Uggetti - intende contribuire da un lato alla sostituzione degli alberi che in questi anni sono stati abbattuti per questioni di sicurezza (perché pericolanti) o di prevenzione (per esempio a causa di infestazioni) e di quelli che in prospettiva dovranno essere rimossi, e dall'altro all'incremento del patrimonio arboreo della città, peraltro già di significativa consistenza. Oltre a procedere nell'attuazione dei programmi di piantumazione che dal 2005 ad oggi hanno già visto mettere a dimora nell'area urbana oltre 2.000 alberi (ai quali se ne aggiungono altre migliaia nell'ambito del progetto della Foresta di Pianura), promuoviamo ora anche la possibilità per soggetti privati, sia singoli che associati, di donare alla città nuovi alberi. Concretamente, la donazione comporta il versamento per ogni albero di un contributo di 200 euro (Iva inclusa), che copre i costi di acquisto, messa a dimora e manutenzione per un congruo periodo post impianto: crediamo si tratti di condizioni che possono favorire l'adesione all'iniziativa di un numero rilevante di potenziali donatori".
 
Il progetto nasce anche sulla scorta degli interventi di educazione civica che l'U.R.P. del Comune sta svolgendo, con vari soggetti pubblici e privati, nelle scuole cittadine, di cui una parte consistente è realizzata in collaborazione con Astem Gestioni Srl e prevede azioni informative e lezioni in aula agli studenti sulle tematiche ambientali della cura del verde e della gestione dei rifiuti. "Adotta un Albero" si muove sulla traccia di analoghe esperienze avviate da altre amministrazioni comunali in molte parti del Paese, con risultati positivi.

Come aderire

La proposta di donazione, comprensiva dell'apposito modulo compilato (scaricabile all'indirizzo www.comune.lodi.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4526) può essere presentata in formato cartaceo a Comune di Lodi-Ufficio Relazioni con il Pubblico, piazza Mercato 5, 26900 LODI (telefono 0371-409.465/229), oppure inoltrata in posta elettronica all'indirizzo urp@comune.lodi.it. Farà seguito un contatto da parte dei tecnici dell'Ufficio Ecologia del Comune, al fine di verificare le modalità dell'operazione di
piantumazione.
 
Una volta individuata la localizzazione e la tipologia di albero più indicata, il donatore riceverà una lettera contenente i dettagli della donazione e i riferimenti per effettuare, a questo punto, il versamento dell'importo, secondo due modalità:

  • con versamento in contanti al Servizio Economato del Comune
  • con bonifico bancario, su IBAN del Comune di Lodi (IT 50 H 05034 20301 000000000757) presso il servizio di Tesoreria Comunale (Banca Popolare di Lodi), indicando la causale: ADOTTA UN ALBERO

 
A seguito dell'avvenuta piantumazione, l'albero donato verrà iscritto nell'apposito registro e al donatore verrà rilasciato un attestato, riportante, oltre al ringraziamento dell'amministrazione comunale, la data della messa a dimora, l'ubicazione, la specie dell'albero e l'eventuale dedica.

Quali specie di alberi si possono piantare

Le specie che si possono mettere a dimora devono essere coerenti con ciò che è già presente nei giardini o parchi scelti per la donazione. Le piante a disposizione per l'iniziativa sono selezionate dal Comune di Lodi, che le acquista e le fa crescere.

Questo l'elenco delle essenze tra le quali è possibile scegliere per effettuare la donazione:

  • Koelreuteria paniculata
  • Pyrus calleriana "chantichkeer" (pero da fiore)
  • Ligustrum lucidum "excelsum superbum"
  • Quercus
  • Acer campestre
  • Fraxinus ornus
  • Celtis australis (bagolaro o spaccasassi)
  • Platanus x acerifolia
  • Tilia cordata
  • Aesculus x carnea (ippocastano)

Dove e quando verrà piantato l'albero donato

Le piante saranno messe a dimora in luoghi che presentano caratteristiche e spazi idonei per poter ospitare nuovi alberi. Da questa iniziativa sono escluse le alberate stradali, a meno che la donazione non riguardi un intervento complessivo di rifacimento di una alberata o di creazione ex novo.
 
Questo l'elenco dei luoghi della città in cui verranno piantumate le essenze:

  • Zona Selvagreca - orti urbani
  • Zona S. Fereolo - casa dell'acqua
  • Zona S. Bernardo - area verde Pergolesi
  • Zona Fanfani - parco di via Montale, vie Agostino da Lodi e Cavezzali
  • Zona Oltreadda - area attrezzata Codignola e parco Arisi
  • Zona S. Gualtero - area interna via Murri e via Marx; parco via Rhuss
  • Zona Stazione ferroviaria - parco di via Fascetti

 
L'intervento di piantumazione verrà realizzato a cura della Città di Lodi, nel primo periodo utile successivo al ricevimento della donazione. Le richieste pervenute nel corso di ogni anno saranno inserite nella campagna di messa a dimora dell'inverno successivo (nel primo anno, entro il 31 marzo 2013).

(23-11-2012)