1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Colonia Caccialanza 2012

Si apriranno lunedì 21 maggio i termini per iscriversi al Centro Diurno Estivo Comunale "G.Caccialanza", la colonia fluviale per minori ed anziani gestita dalla cooperativa sociale City Service di Busto Arsizio Le iscrizioni dovranno essere consegnate, complete di fotocopia del libretto delle vaccinazioni e di ricevuta del versamento, all'Ufficio Politiche Sociali del Comune di Lodi, entro le ore 13.00 del giovedì antecedente il lunedì di inizio delle due settimane cui l'iscrizione fa riferimento (Ufficio Politiche Sociali, via Volturno 4, tel. 0371/409.329, fax 0371/409.453; orari di apertura al pubblico lunedì dalle 09.00 alle 16.15, martedì e giovedì dalle 09.00 alle 13.30, mercoledì dalle 09.00 alle 17.15, sabato dalle 09.00 alle 12.00). Ubicato lungo la strada provinciale 25 Lodi-Boffalora d'Adda, in una struttura in prossimità del fiume, immersa nel bosco e dotata di numerosi giochi e attrezzature, il Centro è organizzato per ospitare nel corso di un'intera giornata (08.30 - 17.00 dal lunedì al venerdì) nel periodo estivo (da giugno a settembre) bambini/e e ragazzi/e di età compresa tra 5 e 14 anni, con l'assistenza di animatori ed educatori professionali, coordinati da un direttore.
 
"L'obiettivo del servizio - spiega l'assessore comunale alle politiche sociali, Silvana Cesani - è quello di fornire un supporto ludico-educativo alle famiglie durante il periodo estivo, offrire opportunità di aggregazione e socializzazione ai bambini ed agli anziani, assicurare momenti di benessere e svago in un ambiente sano e tranquillo, consentire la frequenza ad attività sportive organizzate, in particolare press le piscine comunali".
 
Per gli utenti che non sono in grado di raggiungere autonomamente la colonia, giornalmente è disponibile un servizio navetta gratuito organizzato dal Comune, che assicura il trasporto dai diversi punti della città.
 
"Nel corso degli anni - informa l'assessore Cesani - il Centro Diurno Estivo ha fatto registrare un significativo incremento dell'utenza. Tra il 2002 ed il 2011, il numero dei bambini iscritti è aumentato da circa 110 ad oltre 200, per un totale di oltre 1.000 frequenze, rispetto alle poco più di 500 di 10 anni fa. Analizzando i dati, è stato rilevato anche un aumento considerevole del numero medio di settimane di frequenza per bambino, passate da 4,6 a 5,4, oltre ad un aumento dei bambini che necessitano di assistenza ad personam, giunti a rappresentare quasi il 10 per cento dell'utenza. Probabilmente, in passato, anche a causa di una carenza di informazione, il Centro tendeva ad essere identificato come un servizio destinato a situazioni di forte bisogno o
disagio sociale: la progressiva riqualificazione della struttura e del modello gestionale, insieme ad una opportuna opera di informazione, ha invece propiziato, soprattutto negli ultimi 4-5 anni, una considerevole crescita delle iscrizioni, anche in ragione del fatto che la forte flessibilità dell'offerta si accorda sempre meglio con l'abitudine progressivamente in crescita da parte delle famiglie di effettuare periodi di vacanza sempre più brevi e scaglionati".
 
La valenza sociale del servizio resta comunque ancora sensibile, come testimonia l'entità contenuta delle tariffe, che quest'anno subiranno per la prima volta dal 2005 un lieve adeguamento, pari a circa il 3 per cento: ciò nonostante, il saldo finanziario del centro rimane vistosamente negativo, con spese per circa 200.000 euro ed entrate per meno di 70.000 euro, tra riscossione delle tariffe e contributo del Fondo Sociale Regionale. Su circa 200 utenti, inoltre, quelli che usufruiscono di tariffa ridotta sono una ventina, mentre oltre 30 sono le esenzioni.
 
"Nel corso della stagione - aggiunge l'assessore Cesani - verrà monitorato costantemente l'andamento delle iscrizioni ed in caso di necessità valuteremo l'eventualità di limitare a tre settimane la frequenza per ciascun minore".
 
Di seguito, le tariffe aggiornate deliberate ieri dalla giunta: per i minori quota di iscrizione una tantum 32 euro, quota frequenza settimanale 55 euro (45 euro per il 2° figlio ed ulteriori figli iscritti per il medesimo periodo); per gli anziani quota di iscrizione settimanale 15 euro, quota pasto giornaliera 4 euro.
 
(15-05-2012)