1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Giorno della Memoria, alle Vigne un incontro con Angelo Del Boca

 

 
Il maggior storico del colonialismo italiano, Angelo Del Boca, sarà il protagonista dell'iniziativa promossa per giovedì 27 gennaio dall'Istituto Lodigiano per la Storia della Resistenza e dell'Eta Contemporanea (Ilsreco) e dalle sezioni provinciali dell'Associazione Nazionale Ex Deportati e dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, con il patrocinio del Comune di Lodi e dell'Ufficio Scolastico Territoriale, in occasione del Giorno della Memoria. L'appuntamento è per le 10.15, presso il Teatro alle Vigne, dove Del Boca sarà impegnato in una conversazione in pubblico coordinata dallo storico lodigiano Ercole Onagro (direttore dell'Ilsreco), dal titolo Campi di concentramento, deportazioni e discriminazione razziali nel colonialismo italiano, che sarà preceduta dalla proiezione di alcune sequenze del film Lion of the desert (Usa-Libia, 1980, regia di Moustapha Akkad).

All'incontro sono invitati la cittadinanza e le scuole della città. L'Ilsreco ed il Comune di Lodi promuoveranno inoltre un'altra iniziativa, il 10 febbraio, in occasione del Giorno del Ricordo, con un incontro su Foibe ed esodo dei giuliano-dalmati: una tragedia taciuta?, in programma alle ore 21.00 presso l'Archivio Storico Comunale, in via Fissiraga, con introduzione di Ercole Onagro e testimonianze dei profughi istriani Maria Angela Riosa Rozza e Mario Viscovi, quest'ultimo tra l'altro anche fondatore dell'European Parents Association, un organismo riconosciuto all'Unione Europea che consorzia associazioni in rappresentanza di 150 milioni di famiglie e che in Italia conta l'adesione dell'Associazione Genitori Scuole Cattoliche e dell'Age, anch'essa di ispirazione cristiana.

Angelo Del Boca è nato a Novara nel 1925 ed è il maggior storico del colonialismo italiano. Partigiano in Appennino, è stato deportato in Germania. Narratore (la sua prima raccolta di racconti, Dentro mi è nato l'uomo, è apparsa per Einaudi nel 1947), scrittore dallo stile neorealista, educato sugli autori americani diffusi da Vittorini negli anni immediatamente prima e durante la guerra, ha al suo attivo romanzi e racconti ambientati in Italia e anche in Algeria, tra cui L'anno del giubileo, premio Saint Vincent 1948. Nello stesso anno è stato corrispondente dell'estero della Gazzetta del Popolo. Frutto del suo lavoro giornalistico sono due libri, Israele, anno dieci e L'Africa aspetta il 1960. Inoltre, Del Boca ha realizzato per conto della Fondazione Agnelli un'inchiesta molto interessante sulla situazione della stampa in Italia e nel mondo, pubblicandone nel 1968 i risultati in un libro vivacissimo, Giornali in crisi. Apprezzato saggista, deve l'inizio della sua fama come storico del colonialismo italiano alla monumentale opera Gli italiani in Africa Orientale e in Libia, pubblicata in quattro volumi da Laterza a partire dal 1976. Direttore della rivista di storia contemporanea I sentieri della ricerca, nel 2002 gli sono state conferite due lauree honoris causa dalle Università di Torino e di Lucerna. E' stato il primo a denunciare le atrocità compiute dalle truppe italiane in Libia ed Etiopia, anche con l'impiego di armi chimiche come iprite, fosgene e arsina, nonché la creazione di veri e propri campi di concentramento, deportazioni e uccisioni di massa. Per queste denunce Del Boca è stato oggetto per molti anni di una feroce campagna diffamatoria e la sua opera di ricostruzione storica dei crimini del colonialismo italiano si è scontrata con una certa storiografia che ha continuato a proporre una interpretazione che giustificava e riabilitava l'avventura coloniale italiana. Tra le sue opere, da ricordare Gli italiani in Africa orientale (quattro volumi, Laterza 1976-1980-1986-1987, Mondadori 1999-2000-2000-2001), L'Africa nella coscienza degli italiani. Miti, memorie, errori, sconfitte (Laterza, 1992; Mondadori, 2002), Una sconfitta dell'intelligenza. Italia e Somalia (Laterza, 1993), Il negus. Vita e morte dell'ultimo re dei re (Laterza, 1995), Gli italiani in Libia (due volumi, Mondatori 1997), Un testimone scomodo (Grossi, 2000), Gheddafi. Una sfida dal deserto (Laterza, 2001), L'impero africano del fascismo nelle fotografie dell'Istituto Luce (con Nicola Labanca, Editori Riuniti, 2002), La nostra Africa, nel racconto di cinquanta italiani che l'hanno percorsa, esplorata e amata (Neri Pozza, 2003), L'anno del giubileo (Interlinea, 2003), La disfatta di Gasr Bu Hàdi. 1915: il colonnello Miani e il più grande disastro dell'Italia coloniale (Mondadori, 2004), Italiani, brava gente? (Neri Pozza, 2005), La scelta (Neri Pozza, 2006), Il mio Novecento (Neri Pozza, 2008).



Lo storico italiano Angelo Del Boca