1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Abbattiamo il muro del silenzio

Il comune di Lodi sostiene l'iniziativa â€œUn sasso per la difesa delle donne” dedicato al contrasto della violenza, fisica e psicologica sulle donne.
Spiega il criminologo di San Martino in Strada, Cristian Federico Bonatti, promotore dell'iniziativa:
"È un progetto nato per fare rete, per parlare della violenza sulle donne e insegnare il valore della donna. Sono protagonisti i ragazzi e le donne che abbiamo aiutato a uscire dal discorso attraverso il Centro territoriale e il progetto Educare per educare di Sant’Angelo".
I protagonisti hanno deciso di lasciare sui sassi frasi o disegni sulla violenza alle donne e vogliono lanciare un messaggio alle vittime, affinché trovino il coraggio di denunciare".


I sassi sono stati disegnati e sono stati consegnati a 20 comuni lodigiani che hanno aderito al progetto, tra cui Lodi, Casalpusterlengo, Corno Giovine, San Martino. "Posizionati in luoghi simbolo del paese, patrimonio dell’umanità, sono sassi numerati, piccoli, ruvidi, lisci, di colore diverso, così come tutte le donne sono uniche. Loro che hanno la forza di un sasso per uscire dal pericolo anche se c’è chi vuole farle sentire piccole".

Chi trova i sassi può fotografarli, fare selfie, ma deve lasciarli lì.
Le foto saranno pubblicate sui canali social, che sono collegati a un sito dove ogni comune, che ha un sasso con disegnato l’albero della vita, ha la propria pagina (con monumenti tipici, storia e foto e collocamento dei sassi, della panchina rossa e dei simboli collegati al tema). Alla rete hanno aderito anche scuole e associazioni.

L'iniziativa potrà essere seguita sulle pagine Facebook e Instangram “unsassoperladifesadelle donne” o su www.unsassoperladifesaperledonne.it