1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Avviso pubblico per la presentazione di candidature per la designazione del revisore dei conti della Fondazione Santa Chiara - Centro multiservizi per la popolazione anziana - Onlus

Il Sindaco di Lodi

Visto l'art. 50, comma 8, del D.Lgs. n. 267/2000 (TUEL) che attribuisce al Sindaco la competenza in tema di nomina, designazione e revoca dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende e Istituzioni;
Visto il vigente Statuto del Comune di Lodi;
Visto l’art. 20 - Revisore Legale - dello Statuto della Fondazione Santa Chiara approvato con deliberazione CdA n. 21/2014 di rep. Notaio Mattea n. 23319/192995 e del quale è stato preso atto dal Consiglio Comunale di Lodi con delibera n. 50/2014;
Visto il documento di indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune di Lodi presso enti, aziende ed istituzioni - deliberazione consiliare n. 14 del 1.8.2017;
Visto il D.Lgs. n. 39/2013, “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell'articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190 e il d.lgs. n. 235/2012” ed, in particolare, l’art. 10;

AVVERTE

E’ indetta la selezione per la designazione del Revisore dei Conti della Fondazione Santa Chiara Centro Multiservizi per la Popolazione Anziana onlus (di seguito detta Fondazione Santa Chiara) 

1. Termine e modalità per la presentazione delle candidature 
Le candidature dovranno pervenire in carta libera (utilizzando esclusivamente il fac-simile allegato al presente avviso, Allegato 1) al Protocollo Generale del Comune di Lodi - p.zza Mercato, 5, inderogabilmente entro le ore 12:00 del giorno 25 Giugno 2020 ,15° giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso all’Albo on-line del Comune. La presentazione della candidatura, debitamente sottoscritta, può essere effettuata esclusivamente con una delle seguenti modalità: 
a) mediante consegna diretta della domanda, debitamente sottoscritta con firma autografa, all’Ufficio Protocollo del Comune di Lodi - p.zza Mercato,  A tal fine si precisa che l’orario di apertura dell’ufficio è il seguente: lunedì: 8,30 - 12,00; 13,30 – 17,45; martedì: 8,30 -12,00; mercoledì: 8,30 -17,45 (continuato); giovedì 8,30- 13,00; venerdì 8,30 -12,00. 
b) mediante invio della domanda, debitamente sottoscritta con firma autografa, a mezzo  del servizio postale con A/R o corriere autorizzato. In tal caso è considerata valida la candidatura pervenuta al Comune di Lodi improrogabilmente entro il suddetto termine di scadenza; 
c) mediante trasmissione con posta elettronica certificata (PEC), esclusivamente all’indirizzo PEC del Comune di Lodi (comunedilodi@legamail.it) indicando nell’oggetto della mail “Candidatura Revisore dei Conti della Fondazione Santa Chiara onlus ”; non saranno considerate valide le domande pervenute ad indirizzo di posta elettronica non certificata del Comune, ancorché trasmesse da un indirizzo PEC. In tal caso la proposta deve essere compilata su supporto informatico e firmata digitalmente ( sono ammessi i formati in PDF digitalmente firmati in  modalità Pades o Cades/p7m ).

La proposta di autocandidatura e/o candidatura, deve essere redatta in carta libera utilizzando il modulo riportato in Allegato 1 e deve riportare espressamente le seguenti dichiarazioni: 

a) disponibilità all’accettazione della candidatura, qualora non direttamente e personalmente presentata; 
b) Indicazione del numero di iscrizione nel registro dei i revisori legali ovvero del n. di iscrizione negli albi professionali individuati con decreto del Ministro della giustizia D.M. 29 dicembre 2004, n. 320, ovvero di essere professore universitario di ruolo, in materie economiche o giuridiche 
c) di non essere interdetto o inabilitato ai sensi degli articoli 414 e 415 del del Codice Civile, di non essere fallito, di non essere stato condannato ad una pena che comporti l'interdizione, anche temporanea, dai pubblici ufficia norma degli articoli 28 e 29 del Codice Penale o che comporti l'incapacità ad esercitare uffici direttivi a norma degli articoli 2380 del Codice Civile e art. 32 del Codice Penale. 
d) Di non essere coniuge, parente a norma dell’art. 74 del C.C. e affine a norma dell’art. 78 del Codice Civile, entro il quarto grado, degli amministratori della fondazione, o degli amministratori delle società o enti da questa controllate a norma dell’art. 2359  del C.C., ovvero delle società o enti che la controllano e di quelle sottoposte a comune controllo. 
e) Di non essere legato alla fondazione o alle società ed enti da questa controllate o alle società o enti che la controllano o a quelle sottoposte a comune controllo da un rapporto di lavoro o da un rapporto continuativo di consulenza o di prestazione d'opera retribuita, ovvero da altri rapporti di natura patrimoniale che ne compromettano l'indipendenza. 
f) Di non essere componente degli organi di amministrazione, legale rappresentanti e dirigente degli enti territoriali, delle ASL e delle Aziende Ospedaliere della Provincia di Lodi, amministratore, dipendente con poteri di rappresentanza, consulente legale, amministratore o tecnico di enti che ricevono dalla Fondazione sovvenzione, contributi o finanziamenti (come previsto dall’art. 20 comma 6 b) dello Statuto della 
Fondazione Santa Chiara) 
g) Di essere in possesso dei diritti civili e politici e che non sussistono a proprio carico  motivi generali o speciali di ineleggibilità allo specifico incarico al quale la candidatura si riferisce, di incompatibilità o di inconferibilità di cui al dal Dlgs 8 aprile 2013 n. 39 e s.m.i. e di non trovarsi in alcuna delle condizioni previste dall’art. 10 
Dlgs 235/2012; 
h) Autocertificazione sullo stato del proprio casellario giudiziale e dei carichi pendenti secondo quanto previsto dal DPR n.445/2000. 
i) Eventuali ulteriori impegni o dichiarazioni ritenute utili dal /dalla candidato/a. 

La proposta di candidatura, completa delle dichiarazioni, deve essere corredata da curriculum vitae completo di: dati anagrafici, titoli di studio, iscrizione al registro dei revisori legali o altri albi di cui al D.M. 320/2004 o incarichi di docenza di cui alla precedente lett. b), e di ogni altra informazione che consentano di vagliare adeguatamente la competenza professionale e l’esperienza generale e specifica posseduta dal candidato. In esso dovrà essere anche riportato: l’elenco delle cariche pubbliche e delle cariche in società iscritte in pubblici registri ricoperte al momento della presentazione della candidatura e nel precedente quinquennio con l’indicazione della loro durata. 

Sia la candidatura che il curriculum devono essere debitamente sottoscritti dagli interessati o mediante firma autografa se il plico viene consegnato direttamente in formato cartaceo al protocollo del Comune, oppure trasmesso a mezzo posta o mediante firma digitale se il plico viene trasmesso a mezzo PEC, allegando copia integrale del documento di identità, in corso di validità – pena l’invalidità, non sanabile della candidatura stessa. 

ESCLUSIONI: costituiscono motivo di esclusione dalla selezione la mancata sottoscrizione della domanda secondo le modalità indicate al precedente punto lettere a),b),c) e la mancata allegazione di copia del documento di identità in corso di validità. E’ ammessa la regolarizzazione delle domande in caso di dichiarazioni parziali o incomplete. 

Soggetti abilitati a proporre la candidatura

Le candidature possono essere presentate da:

a) persone in possesso dei requisiti stabiliti nel presente avviso;
b) persone in possesso dei requisiti stabiliti nel presente avviso candidate o proposte da associazioni, consulte, organizzazioni rappresentative della società civile di Lodi, ordini professionali di Lodi, ovvero, da almeno 5 cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Lodi.

2. Requisiti richiesti per la candidatura
Possono presentare la propria candidatura i soggetti in possesso dei seguenti requisiti: 
 
- iscrizione nel registro dei i revisori legali ovvero in albi professionali individuati con decreto del Ministro della giustizia D.M. 29 dicembre 2004, n. 320, o professori universitario di ruolo, in materie economiche o giuridiche; 
- requisiti stabiliti dagli articoli 2397 e 239 del C.C.; 
- che abbiano una comprovata competenza tecnica, giuridica o amministrativa – per professionalità, per studi compiuti, per funzioni disimpegnate presso aziende pubbliche o private, per uffici pubblici ricoperti – adeguata alle specifiche caratteristiche della carica; 
- requisiti per l’elezione a Consigliere Comunale; 
- che non si trovino in condizioni di inconferibilità o incompatibilità previsti dal D.Lgs. n. 39/2013 e ss.mm.ii., nonché dalle determinazioni emanate in merito dall’A.N.A.C. e dalle indicazioni contenute nel documento di indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune presso enti, aziende ed istituzioni (deliberazione consiliare n. 14 del 1/8/2017) che di seguito si riportano : 
a) che abbiano ricoperto i medesimi incarichi negli stessi enti, istituzioni , aziende, fondazioni nei precedenti due periodi di carica consecutivamente; 
b) che esercitano per conto proprio o altrui attività concorrenti con quella dell’azienda, istituzione, ente, fondazione; 
c) che partecipi come socio illimitatamente responsabile ad altra società concorrente o che sia amministratore o direttore generale in società concorrenti; 
d) che intrattengano rapporti di lavoro con l’azienda. 
 
- Cittadinanza italiana o di uno dei paesi dell'Unione europea; 
- Non aver riportato condanne penali o avere procedimenti penali in corso che possano recare pregiudizio allo svolgimento dell'incarico; 
- Godere dei diritti civili e politici; 
- non trovarsi in una delle condizioni previste dal Titolo III (Organi), Capo II 
(Incandidabilità, ineleggibilità, incompatibilità) del D.Lgs. n. 267/2000; 
- Non trovarsi in stato di conflitto di interessi rispetto all’ente ed alla Fondazione Santa Chiara;  a tal riguardo sono considerate situazioni di conflitto di interessi: 
a) La sussistenza di interessi personali dei designati/nominati che interferiscono con l’oggetto delle decisioni a cui essi partecipano e dalle quali potrebbero ricavare uno specifico vantaggio diretto o indiretto; 
b) la sussistenza di rapporti di coniugio, parentela o affinità entro il quarto grado con il sindaco ovvero di rapporti di coniugio, parentela o affinità entro il terzo grado con gli Assessori e i Consiglieri Comunali. In caso si realizzino situazioni di conflitto di interessi di cui alla precedente lett. a), anche qualora non vi sia un obbligo giuridico in tal senso, deve essere resa pubblica tale condizione e deve essere rispettato l’obbligo di astenersi da qualsiasi deliberazione, votazione o altro atto nel procedimento di formazione di decisioni. 
- Non avere liti pendenti con il Comune di Lodi ovvero e con la Fondazione Santa Chiara in oggetto presso cui dovrebbe essere nominato; 
- di non essere interdetto o inabilitato ai sensi degli articoli 414 e 415 del Codice Civile, di non essere fallito, di non essere stato condannato ad una pena che comporta l'interdizione, anche temporanea, dai pubblici uffici a norma degli articoli 28 e 29 del Codice Penale o che comporti l'incapacità ad esercitare uffici direttivi a norma degli articoli 2380 del Codice Civile e art. 32 del Codice Penale; 
- Di non essere coniuge, parente a norma dell’art. 74 del C.C. e affine a norma dell’art. 78 del Codice Civile, entro il quarto grado, degli amministratori della società, o degli amministratori delle società da questa controllate a norma dell’art. 2359 del C.C., ovvero delle società che la controllano e di quelle sottoposte a comune controllo; 
- Di non essere legati alla Fondazione Santa Chiara   da un rapporto di lavoro o da un rapporto continuativo di consulenza o di prestazione d'opera retribuita, ovvero da altri rapporti di natura patrimoniale che ne compromettano l'indipendenza; 
- Non essere stato sottoposto a misure che escludono, secondo le norme vigenti, la costituzione di un rapporto di impiego presso pubbliche amministrazioni, né essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico; 
- Non essere stato destituito o dispensato, o licenziato dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione; 
- Non essersi reso responsabile di violazioni dei doveri professionali; 
- Di non essere componente degli organi di amministrazione, legale rappresentante e dirigente degli enti territoriali, delle ASL e delle Aziende Ospedaliere della Provincia di Lodi, amministratore, dipendente con poteri di rappresentanza, consulente legale, amministratore o tecnico di enti che ricevono dalla Fondazione sovvenzione, contributi o finanziamenti (come previsto dall’art. 20 comma 6 b) dello Statuto della Fondazione Santa Chiara) 
- Non essere già rappresentante del Comune di Lodi presso altri enti, aziende ed istituzioni; 
- Non trovarsi in alcuna delle condizioni indicate all’art. 3 “incompatibilità e limiti alle nomine” del documento di indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune di Lodi presso enti, aziende ed istituzioni; 
- Non trovarsi in una delle situazioni di cui all’art. 4 del documento di indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune di Lodi presso altri enti, aziende ed istituzioni. 
Non potranno, comunque, essere nominati: 
- gli amministratori che la Corte dei Conti ha riconosciuto, anche in primo grado, responsabili di aver contribuito con condotte, dolose o gravemente colpose, sia omissive che commissive, al verificarsi del dissesto finanziario, non possono ricoprire, per un periodo di dieci anni, incarichi di assessore, di revisore dei conti di enti locali e di rappresentante di enti locali presso altri enti, istituzioni ed organismi pubblici e privati (art. 248, comma 5, D.Lgs. n. 267/2000). 

3. Durata dell'incarico 
L’incarico dura 4 anni dal momento della nomina  ed è rinnovabile per  una sola volta ( come previsto dall’art. 20 comma 3 a) dello Statuto della Fondazione Santa Chiara) 
 
4. Compenso 
Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Santa Chiara determina il compenso dovuto al revisore, nel rispetto delle vigenti disposizioni normative  e dei vincoli finanziari vigenti, con oneri a carico del Bilancio della Fondazione. Oltre al compenso compete il rimborso delle spese sostenute limitatamente alle trasferte sostenute per l’esercizio del proprio ufficio. 
 
5. Informazioni sulla Fondazione 
Le informazioni relative alla fondazione Santa Chiara sono pubblicate, sul sito web della Fondazione e sul sito istituzionale del Comune di Lodi – sezione “Amministrazione Trasparente - Enti Vigilati-Controllati – Società Partecipate”. 

6. Audizione Pubblica 
Il Sindaco provvede alla selezione dei candidati previo esamine delle candidature a cura dell’ufficio partecipate per valutarne i requisiti e la loro ammissibilità in base al presente avviso e, prima di provvedere alla designazione procede alla audizione pubblica dei candidati ammessi al fine di conoscere il profilo professionale dei candidati, la condotta nell’esercizio di altri incarichi  ricoperti in precedenza, l’esistenza di conflitti di interesse, obiettivi o strategie riguardanti l’adempimento del mandato. 
Si avverte che a tal fine i candidati ritenuti in possesso dei requisiti saranno convocati in audizione pubblica il giorno 2 Luglio 2020 dalle ore 10,00 presso la sala consiliare nel rispetto della normativa vigente in materia di emergenza Covid 19.  
L’elenco dei candidati ritenuti idonei verrà pubblicato sul sito del Comune di Lodi con valenza di convocazione. 
Durante il colloquio il Sindaco ha facoltà di avvalersi di una commissione di esperti tecnici. 
 
7 . Equilibrio di genere 
Ai sensi dell’art. 11 comma 4 del D.L. 1/8/2016 n. 175 il Comune di Lodi, nella scelta degli amministratori delle società a controllo pubblico, rispetta il principio di equilibrio di genere, almeno nella misura di un terzo, da computare sul numero complessivo delle designazioni o nomine effettuate in corso d’anno. 
 
8.Avvertenze 
Il presente avviso, essendo finalizzato al conferimento di un incarico fiduciario "intuitu personae", non pone in essere alcuna procedura concorsuale o para-concorsuale e, conseguentemente, non sono previste valutazioni mediante attribuzioni di punteggi, né formulazione di graduatorie di merito. Il candidato alla nomina verrà scelto dal Sindaco con proprio Decreto considerando le qualità professionali e le competenze risultanti da incarichi professionali e/o accademici maturati in istituzioni di ricerca, pubblicazioni, esperienza amministrativa o di direzione di strutture pubbliche e private, impegno sociale e civile e valutando l’esito dell’audizione pubblica. 
In mancanza di presentazione di candidature, o quando queste siano numericamente insufficienti o risultino, a giudizio del Sindaco, inadeguate rispetto all’incarico da conferire, il Sindaco con atto motivato provvede direttamente alle nomine, fermo restando il possesso da parte del nominato dei requisiti previsti. 
 
9. Trattamento dei dati 
I dati personali che saranno acquisiti dal Comune, in relazione al presente avviso, saranno trattati ai sensi dell'articolo 7 del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e s.m.i. ai soli fini dell'espletamento della procedura di cui all’avviso medesimo. 

10. Informazioni – Responsabile del procedimento 
Per ulteriori informazioni, gli interessato potranno rivolgersi all’ufficio Segreteria Generale ester.savare@comune.lodi.it 0371409217 – oppure – al responsabile dell’ufficio partecipate francesco.goldaniga@comune.lodi.it  tel.0371409267   

Pubblicità
Il Presente avviso viene pubblicato all’Albo on-line e sul sito web istituzionale del Comune di Lodi (www.comune.lodi.it) in evidenza e in Amministrazione trasparente, per il periodo di 15 giorni consecutivi. Dell’esito del procedimento verrà data comunicazione unicamente attraverso pubblicazione sul sito web istituzionale del Comune di Lodi (www.comune.lodi.it ).

Lodi, 10 giugno 2020

Candidature per la designazione del revisore dei conti della Fondazione Santa Chiara