1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

In mostra le "Stagioni" di Massimiliano Giudici

Il Comune di Lodi promuove la personale di Massimiliano Giudici "Stagioni", 8 tavole di varie misure con tecnica mista, legno, metallo, colori acrilici, smalto, realizzate negli anni 2017-18.
La mostra, curata da Elena Parati è allestita presso il Caffè Letterario della Biblioteca Laudense, da sabato 9 a domenica 31 marzo.

Le sagome di animali selvatici, dipinti con colori brillanti, popolano la serie di tavole dedicate da Massimiliano Giudici alle Stagioni. Le opere sono composte da elementi di uso quotidiano spesso umili e tradizionalmente associati all’artigianato ma che qui trovano spazio nel lavoro artistico. Sono realizzate con legni recuperati e materiali in disuso a cui viene data una nuova vita. Su una base di legno sono assemblate ruote di metallo, ingranaggi, maniglie, schede di computer e frammenti di vecchi mobili.
Le tavole raccontano la ri-generazione di oggetti e la loro trasformazione in visioni e storie di un mondo immaginifico.

Bio
Massimiliano Giudici, nato a Vizzolo Predabissi il 13 aprile del 1977. Sono cresciuto nel mondo dell'educazione, portando avanti in parallelo la passione per la musica e la creatività in tutte le sue forme, seguendo corsi di decorazione e di costruzione di oggetti.
Non mi pongo limiti nell'uso dei materiali e questo è uno stimolo per imparare nuove tecniche e conoscere nuove persone. Il mio lavoro da educatore mi ha inoltre portato ad avere a disposizione una ampia gamma di materiali di recupero e da questo hanno preso forma i miei lavori fondendo il mio punto di vista, il mio gusto personale ed il materiale a disposizione, per creare oggetti decorativi e di arredamento. Le tavole e le opere pittoriche sono per lo più realizzate su coperchi di casse da trasporto, su parti di bancali e su lamiere di recupero.
Ho partecipato nel 2014 in Spagna al festival Nowhere proponendo un'installazione interattiva dal nome “Wave - the big drum”, un grande tamburo di 3m di diametro in cui 12 persone potevano suonare contemporaneamente. Sono l'ideatore e sono stato il coordinatore per quattro anni di "the Monster is on Fire", evento senza fini di lucro dedicato alla creatività, alla condivisione delle conoscenze ed al fuoco, nel comune di Cerro al Lambro (MI).
L'evento consiste in una giornata di workshop artistici, specialmente rivolti ai bambini, che culmina con un grande falò nel quale viene bruciata una grande scultura di un mostro a simboleggiare i mostri che ognuno di noi ha dentro.
Ogni anno, in collaborazione con altri artisti, progettiamo e realizziamo una scultura di grandi dimensioni con legname di recupero (intorno ai 4,5 m di altezza). Recentemente ho partecipato al concorso “Folletto Artlab 2016” in cui sono risultato vincitore del 1° premio nella categoria Scultura con l'opera “Si accomodi 7 su 7”.
(http://www.follettoartlab.com/2016/elenco-dei-vincitori-del-folletto-art-lab-2016/)

Inaugurazione sabato 9 marzo alle ore 18.30

Ingresso gratuito

(07/03/2019)



locandina dell'iniziativa