1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

#dilLOalsindaco, le risposte alle segnalazioni dei cittadini

Viabilità, ambiente e rifiuti, lavori pubblici, attività produttive, sicurezza: i lodigiani hanno espresso le loro idee a Sara Casanova

il sindaco casanova parla con un cittadino

Le risposte alle segnalazioni

Dal 24 marzo al 30 giugno 2018 il Sindaco Sara Casanova Ã¨ stata impegnata ogni fine settimana in un tour che l'ha portata nei quartieri della città, in ascolto delle segnalazioni che le sono state presentate dai cittadini. Questa sezione, che si intitola #dilLOalsindaco, dal nome dell'iniziativa, rende conto del lavoro di analisi, valutazione e risposta che in questi mesi il Sindaco ha affrontato con i suoi collaboratori, al fine di fornire risposte puntuali alle tante domande emerse. Ne esce un quadro in cui i temi maggiormente presenti nel dialogo con i cittadini sono stati la viabilità, l'ambiente e i rifiuti, i lavori pubblici, le attività produttive e la sicurezza.

Riportiamo, suddivise per aree di intervento e per quartieri, le segnalazioni con le risposte dell'Amministrazione. 
I dati sono necessariamente aggregati, non potendo naturalmente fornire nel dettaglio il riferimento a persone e situazioni che sono state soggetti e oggetto di segnalazione.
 

 
  1. ATTIVITA’ PRODUTTIVE, COMMERCIO, CULTURA
  2. VIABILITA', TRASPORTI, AMBIENTE, ECOLOGIA, RIFIUTI
  3. LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO
  4. SICUREZZA, SORVEGLIANZA, ORDINE PUBBLICO
 
il sindaco casanova con un commerciante

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, COMMERCIO, CULTURA

Nella ‘zona Laghi’ è stato rilevato un problema relativo al compattatore rifiuti del supermercato presente.
Si segnala infatti l’eccessivo impatto acustico, che eccede i limiti previsti disturbando la quiete pubblica e il riposo anche nelle ore notturne. Sarà cura del Comune fissare un incontro, prodromico ad un'adeguamento degli orari nel rispetto dei ricettori sensibili adiacenti, ed attuare un monitoraggio di due settimane onde verificare l'effettivo superamento dei limiti. Il fine è quello di individuare la soluzione più idonea, nel rispetto sia delle esigenze operative della struttura sia delle normative vigenti.

In Centro storico sono state presentate da alcuni esercizi commerciali richieste relative al plateatico. Si ricorda che gli uffici comunali cui inoltrare la pratica e seguirne l'iter, ottenendo tutte le informazioni del caso, si trovano in Piazzale Forni (Sportello Unico Attività Produttive). Alcuni titolari di esercizi commerciali lamentano poi l’assenza del tradizionale Festival di primavera (con le varie denominazioni assunte nello scorrere delle edizioni), che durante gli ultimi anni aveva caratterizzato le giornate della prima settimana di maggio. A questo proposito, l’Amministrazione ha scelto nel 2018 di destinare le risorse economiche e le energie organizzative alla kermesse estiva ‘Lodi al Sole’, che sta riscuotendo apprezzamenti e giudizi più che lusinghieri, grazie al ricco e variegato cartellone. L’impegno per il futuro è quello di ripensare anche l’appuntamento primaverile, trovando nuove idee e proposte che lo caratterizzino.   

In Città bassa, a Revellino, Campo Marte e alle Fanfani sono state richieste al Comune iniziative di aggregazione e cultura per animare, durante la tarda primavera e l’estate, le strade e le piazze di quartiere. L’Amministrazione apprezza e sollecita, a tal riguardo, ogni spontanea forma di investimento culturale e sociale che dovesse sorgere con mezzi propri ‘dai privati’ e fosse in grado di animare i quartieri. Dal punto di vista generale è però ‘Lodi al Sole’ il contenitore complessivo nel quale si concentrano gli investimenti e la programmazione culturale e di intrattenimento: l’arricchimento con singole feste e momenti ludici, sportivi e di aggregazione sociale nei quartieri è auspicabile, sempre in una cornice di rispetto delle norme di sicurezza, tutela dell’ordine pubblico e garanzia del diritto dei residenti alla quiete.

 

il sindaco casanova con un cittadino

VIABILITA', TRASPORTI, AMBIENTE, ECOLOGIA, RIFIUTI

Nel quartiere di San Bernardo-Olmo le segnalazioni dei cittadini hanno toccato tutti i temi dell’area in questione. 
Al Parco di Villa Braila è stata effettuata in maggio la manutenzione ordinaria, che ha riguardato gli arredi (giochi e attrezzature), mentre quella straordinaria del laghetto è prevista in settembre. La mancata presenza al bar della ‘Gatta’ di un’area di carico e scarico è dovuta all’oggettiva difficoltà di riservare tale spazio, poiché la particolare posizione dell’esercizio commerciale non la favorisce. Il cestino dei rifiuti che è stato rimosso e non verrà riposizionato, in quanto si ritiene sufficiente la presenza di quelli interni al bar.  
Per quanto riguarda la presenza di odori molesti provenienti dai locali della ristorazione, il riferimento istituzionale cui rivolgersi è l’ATS: ogni cittadino può esporre in tal senso la propria segnalazione e chiedere un controllo all’autorità sanitaria. 
Il posizionamento dei ‘jersey’ davanti all’edicola a Porta Cremona è una scelta funzionale a garantire la maggior sicurezza dei ciclisti e dei pedoni, ma in ogni caso in quel punto non è comunque possibile parcheggiare alcun veicolo. Le attuali protezioni in plastica verranno rimosse nel momento in cui i lavori previsti consentiranno l’innalzamento della carreggiata e la creazione delle isole spartitraffico.  
In Corso Mazzini,  come richiesto, è stata completata la posa della segnaletica orizzontale che definisce sul marciapiede la divisione della carreggiata tra pedoni e ciclisti. Viene nel contempo confermata la sosta massima di due ore negli stalli a pagamento (strisce blu), così come in ogni altra zona della città. 

Infine, tutte le segnalazioni che riguardano la posa di dissuasori di velocità vengono considerate all’interno di un quadro generale, che prevede interventi di questo genere solo in casi di stretta necessità e una volta valutate le condizioni viabilistiche delle vie. La posa di un dissuasore comporta infatti una spesa che spesso viene poi vanificata in breve tempo da un’analoga richiesta di altri cittadini, contrari all’installazione.   

Nell’area dei Giardini Barbarossa e del Centro storico Ã¨ stata segnalata una situazione di scarso decoro nei pressi del supermercato di via Dall'Oro, alla cui proprietà l’Amministrazione comunale chiederà maggiore attenzione e uno sforzo aggiuntivo nella tenuta degli spazi esterni. L’intervento richiesto sulla manutenzione delle alberature della via Dall’Oro, invece, non può essere calendarizzato nel 2018, poiché per quest’anno sono previsti interventi in tale ambito ma solo in altre zone della città.  
Sempre in via Dall’Oro la pista ciclabile è riservata alle sole utenze ciclistiche e non ai pedoni, non essendo in sede promiscua. Non sono state registrate né segnalate, per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti, difformità rispetto agli orari del servizio. Infine, per quanto riguarda il tema dei parcheggi, viene confermata la sosta massima di due ore negli stalli a pagamento (strisce blu), così come in ogni altra zona della città. 

In Via Cingia è stata verificata e viene confermata la regolarità dello spazzamento stradale. 
In Corso Umberto è stata colta con interesse la segnalazione sulla carenza di attenzione in tema di decoro urbano (fioriere, panchine) in quanto si inserisce in una riflessione su cui da tempo l’Amministrazione sta ragionando. E’ allo studio un’ipotesi di lavoro che possa ovviare alla cronica mancanza di personale, per arrivare a garantire un’attenta e professionale gestione delle manutenzioni (piccoli interventi di cura urbana). Sempre in Corso Umberto è stata rilevata l’eccessiva mole dei mezzi del trasporto pubblico; al riguardo, le aziende di settore si stanno sempre più orientando all’acquisto di mezzi di dimensioni inferiori, ma la sostituzione è destinata a compiersi in tempi non immediati.     

In zona Laghi, in seguito alla segnalazione di un residente, è stato realizzato un attraversamento pedonale, che ha favorito una miglior gestione dei problemi di sosta evidenziati. Per quanto riguarda invece alcune criticità emerse in tema di abbandono rifiuti sono in corso continui accertamenti da parte degli ispettori di Linea Gestioni Srl, volti a recuperare i riferimenti anagrafici utili a risalire ai responsabili e a sanzionarli.    

A San Fereolo si è evidenziato un problema di abbandono rifiuti al Parco Martiri della Libertà, sul quale il Comune e Linea Gestioni Srl sono intervenuti adeguando il servizio di igiene urbana secondo le esigenze rilevate. Ora il presidio dell’area ha migliorato la situazione. 
In Piazza Omegna è stata segnalata la scarsa pulizia dei bagni pubblici, soprattutto al termine del mercato del mercoledì mattina. L’Amministrazione si è impegnata a farsi promotrice di un incontro con i rappresentanti del commercio ambulante ai fini di risolvere il disagio. In Via S. Fereolo è stata segnalata la necessità del rifacimento della segnaletica orizzontale, sulla quale si potrà però intervenire solo al termine dei previsti lavori di riasfaltatura di alcuni tratti della via. 

I frequenti abbandoni di rifiuti in Viale Pavia sono purtroppo noti, ma la via è tra quelle in cui maggiori sono le attività sanzionatorie in capo agli ispettori di Linea Gestioni. Si è infatti riusciti in più di un’occasione a risalire ai responsabili degli abbandoni ed emettere i provvedimenti sanzionatori del caso. La richiesta di potatura delle fronde degli alberi, di cui si sono avute alcune segnalazioni, verrà effettuata in via ordinaria nel periodo autunno-inverno 2018/2019. 

Nel quartiere Fanfani Ã¨ stata evidenziata la situazione di criticità della pista ciclabile di via S. Bassiano-Lodivecchio, che in effetti presenta problematiche note da tempo: l’Assessorato sta valutando un percorso per individuare i fondi necessari alla messa in sicurezza. 

Nel quartiere dell’Albarola si è evidenziata la problematicità della pista ciclo-pedonale di Via Saragat, all’interno del quadro più ampio riferito al ‘quadrilatero’ (Vie Saragat, Codazzi, Moro, Maestri del Lavoro). E’ in valutazione attualmente un’ipotesi di rivisitazione viabilistica dell’area.  

A Campo Marte la segnalazione sul ripensamento degli stalli di sosta in viale Piave coglie nel segno e viene incontro ad un’esigenza cui già il Comune ha dedicato risorse, collegando viale Piave e via Cavallotti tramite un’asfaltatura che consente la prosecuzione della pista ciclabile senza pericolose interruzioni. 

Infine, in linea generale si fa presente che le richieste di posizionamento di specchi agli angoli delle vie, che spesso è stata presentata al Sindaco in diversi quartieri della città, vengono accolte e successivamente valutate alla luce delle priorità generali in materia viabilistica e della dotazione di fondi a disposizione.

 

il sindaco casanova con un cittadino

LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO

Le segnalazioni dei cittadini al Sindaco Sara Casanova nell’area dei Lavori pubblici e Patrimonio si sono concentrate per la gran parte sulle opere (principalmente strade e marciapiedi) e in qualche caso sugli immobili (alcuni di proprietà comunale, a volte di proprietà di altri enti). Riportiamo in sintesi le questioni emerse proponendo una risposta, l’elenco degli interventi effettuati e quelli programmati dall’Amministrazione. 

Nella zona S. Bernardo - Olmo Ã¨ stata segnalata la mancanza di illuminazione all’interno del Parco di Villa Braila. Nel rispondere sono necessarie due precisazioni. La prima è che in città distinguiamo due tipologie di parchi: quelli a fruizione diurna (tra cui il parco di Villa Braila), recintati e regolamentati con orari di apertura e chiusura, e quelli a fruizione libera. La seconda è che attualmente non è stata prevista illuminazione pubblica per nessuna delle due tipologie. L’intenzione di questa Amministrazione, al contrario, è quella di arrivare progressivamente nei prossimi anni a dotare di adeguata illuminazione almeno alcuni parchi a fruizione libera, per garantire anche maggior sicurezza. Quelli diurni per loro natura non necessitano di tale intervento. 
In Viale delle Rimembranze si è lamentata la presenza di buche nel manto stradale e il dissesto dei marciapiedi dovuto all’impatto delle radici degli alberi. Nel primo caso il Comune è intervenuto chiudendo con interventi puntuali le buche nell’asfalto, mentre più complessa è la soluzione del secondo problema segnalato. In particolare, l’intervento sui marciapiedi è inserito nel progetto denominato Colleg’Adda, con il quale si indica la serie di percorsi ciclo-pedonali destinati a migliorare la ciclo-mobilità cittadina. Tra i sei tracciati che lo compongono c’è anche quello che interessa il tratto di Viale delle Rimembranze, sul quale si stanno facendo approfondimenti viabilistici che comporteranno la modifica dell’attuale assetto della via in funzione di un ripensamento della mobilità ciclopedonale. 
In Corso Mazzini si è richiesto agli operatori che hanno compromesso la sede stradale per lavori sui sottoservizi di intervenire di nuovo sui ripristini già eseguiti in sede stradale, al fine di garantire le condizioni di sicurezza. La via sarà interessata a breve dai lavori di riqualificazione inseriti nel ‘lotto 2’ del ‘Piano asfalti’, finanziato all’interno del ‘Patto per la Lombardia’: oltre alla carreggiata (tratto Porta Cremona - incrocio con via T. Zalli e via Vecchia Cremonese) verranno riqualificati anche i marciapiedi nel tratto tra l’incrocio con via Secondo Cremonesi e Porta Cremona. 
Sempre in tema di opere stradali, nel ‘lotto 1’ è prevista la riqualificazione di via Carnovali. 
All’Olmo è stata infine sollecitata la collocazione di una fontanella all’interno del parco pubblico. In questo caso non è possibile soddisfare la richiesta poiché non è presente - e non lo potrà essere, a meno di un ampliamento ad oggi non previsto della rete idrica, che comporterebbe una spesa non programmata a carico dell’Ente - un punto terminale dell’acqua cui far riferimento 

Nella ‘zona Laghi’ si è posto l’accento sulle pessime condizioni del passaggio pedonale di via Secondo Cremonesi. Il tema è all’attenzione della Giunta, ma l’intervento di riqualificazione dei vari aspetti che entrano in gioco (corpi illuminanti, sicurezza e sorveglianza, cura del verde, nuova pavimentazione, sistemazione degli accessi) è molto oneroso, data la trascuratezza che nel tempo ha progressivamente causato il degrado della struttura. Attualmente non vi sono possibilità, ma ci si sta adoperando per trovare gli strumenti di finanziamento più idonei che lo possano sostenere. In Città bassa sono state già sistemate con interventi puntuali le buche segnalate dai cittadini al Sindaco. 

Nel quartiere di S. Fereolo sono state richieste alcune panchine in Piazza Omegna, oltre ad una migliore gestione e al decoro dei bagni pubblici presenti nella piazza a servizio del mercato ambulante del mercoledì. L’Amministrazione sta valutando le due questioni per individuare le concrete soluzioni possibili.  In Via S. Fereolo si è intervenuti sistemando alcune sconnessioni ed avvallamenti del manto stradale: la via rientra tra quelle per le quali è prevista a breve la riqualificazione all’interno del ‘lotto 2’ del Piano asfalti. In Viale Pavia sono stati tamponati con interventi puntuali i dissesti presenti in prossimità degli attraversamenti pedonali, mentre in via Papa Giovanni XXIII non è stato rilevato dai tecnici comunali, contrariamente ad una segnalazione, alcun problema di avvallamento nell’attraversamento pedonale.   

Nel quartiere Fanfani Ã¨ stato effettuato l’intervento richiesto di sistemazione di una buca profonda in via Monte Cervino. Per quanto riguarda invece la domanda espressa sulla futura destinazione dell’ex parcheggio ATM, l’Amministrazione sta valutando al momento alcune ipotesi.   

Nelle zone di S. Gualtero, Martinetta e Torretta l’Amministrazione comunica che saranno effettuati interventi puntuali e che si valuterà l’eventuale inserimento di via del Capanno nel piano asfalti del prossimo anno. Per quanto invece riguarda l’immobile di via Fè e la sua auspicata riqualificazione, il Sindaco e la Giunta stanno ragionando su un percorso di acquisizione di finanziamenti opportuni, tramite la partecipazione a bandi. Si tratta infatti, anche in tal caso, di un progetto molto oneroso non affrontabile da parte del Comune con fondi propri. 

Nel quartiere di Revellino e Campo Marte sono già stati effettuati interventi di sistemazione delle buche segnalate durante il tour del Sindaco. In merito alla segnalazione sullo stato di degrado dell’immobile di proprietà di Aler, l’Amministrazione si impegnerà a farsene promotrice presso l’Ente proprietario. Sempre in tema di immobili si ricorda che eventuali richieste da parte di enti e associazioni riguardanti la possibilità di avere in locazione spazi di proprietà comunale devono essere protocollate e destinate all’Ufficio patrimonio (sede di Piazzale Forni), affinchè lo stesso possa verificarne la disponibilità. Periodicamente l’Ufficio emetterà degli avvisi ad evidenza pubblica sul sito del Comune, contenenti le modalità di partecipazione all’assegnazione. Per quanto riguarda la segnalazione dei condomini di via Cavallotti 43, in sede di interventi previsti nel Piano asfalti sarà valutata la modifica richiesta e relativa al marciapiede e all’ingresso delle auto nel condominio. Non è previsto negli stanziamenti di bilancio 2018 l’intervento di sistemazione della staccionata che corre in fregio alla pista ciclabile Lodi - Boffalora d’Adda, che potrebbe trovare adeguata soluzione qualora si reperisse un finanziamento attraverso bandi dedicati.

Nel quartiere dell’Albarola sono previsti, all’interno del ‘Lotto 1’ del ‘Piano asfalti’, i lavori di riqualificazione della vie Vittime della Violenza e Marzagalli. In quella sede si valuterà anche la sistemazione dei marciapiedi in via Saragat e della carreggiata nel tratto antistante la rotonda del Centro commerciale (nei pressi dell’edicola dei giornali).

 

il sindaco casanova, il comandante germanà e un agente con un cittadino

SICUREZZA, SORVEGLIANZA, ORDINE PUBBLICO

Quest'area di intervento viene suddivisa non per zone / quartieri, ma per tematiche ricorrenti nelle segnalazioni dei cittadini. 

Codice della Strada Sono stati intensificati i controlli quotidiani sulla sosta dei veicoli in tutta la città, sia per garantire la rotazione dei mezzi parcheggiati nelle aree a pagamento, sia per verificare il rispetto dei divieti (ad esempio, divieto di sosta sui marciapiedi e sulle piste ciclabili). E’ stata inoltre avviata ed è in corso una campagna di controlli mirati all’accertamento delle violazioni delle norme comportamentali della guida, ad esempio guida con il cellulare, guida senza cinture, velocità oltre i limiti consentiti, guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.   

Controlli nei parchi cittadini Nella stagione estiva la Polizia Locale ha avviato un’attività sistematica di pattugliamento dei parchi (Parco delle Caselle, Parco di via Lago di Como, etc.), in sinergia con altre forze di polizia e con l’ausilio di unità cinofile, al fine di identificare le persone presenti nelle aree verdi e di contrastare l’abuso di sostanze stupefacenti e di alcol.   

Videosorveglianza L’Amministrazione comunale ha stanziato risorse al fine di manutenere e sostituire alcune telecamere non più funzionanti, intervento che verrà realizzato a breve. Per implementare il sistema di videosorveglianza, il Comune ha partecipato anche a un bando regionale che potrebbe garantire un finanziamento di 40.000 euro per l’acquisto di nuovi occhi elettronici da installare in luoghi concordati con il Comitato di ordine e sicurezza pubblica in Prefettura.  

Sicurezza partecipata La Polizia Locale ha promosso incontri con i residenti nei quartieri, con appositi punti di ascolto (gazebo), finalizzati a illustrare il nuovo progetto di Controllo di vicinato che è stato attivato in città. All’iniziativa hanno aderito circa un centinaio di cittadini, che possono segnalare direttamente alla centrale operativa della Polizia Locale eventuali situazioni sospette o irregolari utilizzando un apposito supporto informatico (App “1Safe”).   

Problematiche relative a presenze abusive (ad esempio, bivacchi sotto il ponte dell’Adda) Tali problematiche sono ben presenti alla Polizia Locale e all’Amministrazione comunale, ma gli interventi risolutivi, essendo attinenti all’ordine pubblico, devono essere concordati e pianificati insieme alla Prefettura e alla Questura.  

Squadra antidegrado della Polizia Locale La Polizia Locale ha istituito una squadra che agisce anche in abiti borghesi per contrastare la vendita abusiva di merci, l’accattonaggio molesto, la presenza di parcheggiatori abusivi etc..Con l’inserimento del provvedimento del Daspo urbano nel regolamento di Polizia Urbana il fenomeno è stato arginato in modo più efficace. Nel primo semestre di quest’anno, sono stati effettuati 9 Daspo urbani, 23 sequestri amministrativi di merce, 78 verbali per irregolarità nel conferimento dei rifiuti, 45 verbali amministrativi di vario genere.

Lodi, 10 agosto 2018