1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Assegnazione alloggi ERP, la graduatoria definitiva per il 2017

E’ in pubblicazione da oggi e sino al 24 marzo, all’albo pretorio on line del Comune di Lodi (www.comune.lodi.it), la graduatoria definitiva valida per il 2017 delle domande diassegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica.
Il numero complessivo delle posizioni presenti in graduatoria è pari a 366, dato che rappresenta il minimo registrato a Lodi negli ultimi 12 anni.
Sul totale delle posizioni in graduatoria, 195 sono relative a domande di nuova presentazione, in adesione al bando emesso nel 2016 a valere sul 2017, mentre 171 sono
domande già in precedenza giacenti e che hanno trovato conferma dopo le verifiche sul mantenimento dei requisiti di partecipazione. La variazione rispetto alla graduatoria del precedente bando emesso dal Comune, quello del 2014 a valere per le assegnazioni del 2015, è considerevole, con una diminuzione in termini di assoluti di 203 (da 569 a 366) e in termini proporzionali del 35,7 per cento.

Nel 2015 l’amministrazione comunale aveva deciso di non procedere alla pubblicazione del bando, confermando per le assegnazioni del 2016 la graduatoria residua dell’anno
precedente: la scelta era stata motivata dall’esigenza di affrontare una situazione di grave emergenza abitativa, determinata dalla condizione di sfratto esecutivo in cui si trovavano tutti i nuclei famigliari delle prime 50 posizioni della graduatoria. In questo contesto di difficoltà, era stata inoltre rilevata una forte incidenza delle domande presentate da famiglie residenti in altri Comuni, diversi da Lodi, dove non erano state attivate le procedure del bando Erp, per un numero di 70 domande su un totale di 569 (pari a oltre il 12 per cento), di cui ben 14 nelle prime 35 posizioni e 7 nelle prime 11.

L’assegnazione di alloggi Erp a nuclei famigliari provenienti da altri Comuni era stata perciò contingentata, stabilendo un limite massimo del 5 per cento sul totale annuo delle
assegnazioni, che normalmente oscillano tra 35 e 40.

Lodi, 24 febbraio 2017