1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Nominati vicepresidente e Commissioni Consiliari

Francesco Milanesi è il nuovo vice presidente del consiglio comunale di Lodi. L'esponente della lista Primavera Lodigiana è stata eletto alla carica nel corso della seduta consiliare svoltasi giovedì 25 luglio, ottenendo 20 voti (rispetto ad un quorum richiesto di 17), mentre il candidato proposto da Pdl e Lega Nord, Giovanni Ghizzoni, ha ottenuto 7 voti.

Durante il mandato amministrativo 2013-2018, Milanesi affiancherà pertanto il presidente Gianpaolo Colizzi nella programmazione e nella conduzione dei lavori del consiglio comunale. In occasione della seduta di ieri è stata inoltre formalizzata la composizione delle commissioni consiliari permanenti (consultabile in allegato). Il consiglio ha quindi provveduto, con tre distinte votazioni, alla nomina dei rappresentanti del Comune nelle commissioni paritetiche per il controllo delle convenzioni con le scuole dell'infanzia e le scuole primarie paritarie e nel comitato di gestione degli asili nido comunali: per le scuole dell'infanzia paritarie sono stati designati Stefano Cassani (Lodi Comune Solidale) e Sara Casanova (Lega Nord), per le scuole primarie paritarie Michela Sfondrini (Sel) e Maurizio Zaniboni (Cominetti Sindaco), per gli asili nido Susanna Magrini (Pd), Antonello Nardone (Lista Civica Uggetti) e Lorenzo Maggi (Pdl).

In precedenza, il consiglio comunale ha discusso la mozione sulla ludopatia presentata congiuntamente dai capigruppo di Movimento 5 Stelle (primo firmatario), Lodi Comune Solidale, Pd, Nel Solco di Guerini, Lista Civica Cominetti Sindaco, Sel, Primavera Lodigiana, Lista Civica Uggetti Sindaco e Progetto Civico Cominetti, approvandone successivamente il relativo ordine del giorno, con 23 voti favorevoli e 4 astensioni.

Il documento impegna il sindaco e la giunta comunale a:

1) Rafforzare l'informazione ai cittadini, in particolare ai giovani (ad esempio con un intervento annuale nelle scuole secondarie di primo e secondo grado) e agli anziani, in merito alla pericolosità dell'abuso dei giochi che consentono vincite in denaro, collaborando con le associazioni di categoria e l'Asl, lasciando la libertà di promuovere campagne informative riguardanti terapie per chi soffre di dipendenza da gioco con vincite in denaro;

2) Firmare il "Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo";

3) "Fare rete" con il territorio per contrastare il fenomeno in crescita, in modo che questo genere di attività non venga limitato nella sola Lodi e trasferito nei Comuni limitrofi, invitandoli anch'essi a firmare il "Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo";

4) Intraprendere e rafforzare l'azione della Polizia Locale al fine di far rispettare la normativa vigente, in particolare: far sì che venga rispettato il divieto di utilizzo da parte dei minori di 18 anni; verificare la possibilità di fornire un'offerta alternativa rispetto ai giochi con vincite in denaro di cui all'articolo 110 comma 6° e 7 del testo Unico di Legge sulla Pubblica Sicurezza; verificare che il numero di apparecchi sia conforme a quello imposto dal Tulps e dalle ordinanze collegate, in funzione ai metri quadri dell'esercizio in questione;

5) Promuovere controlli per il rispetto della normativa vigente anche attraverso il supporto della Siae in ottemperanza alle convenzioni Aams (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato) e Siae (Società Italiana degli Autori ed Editori) vigenti;

6) Previa verifica formale con gli uffici competenti, applicare le massime aliquote di imposta di competenza comunale per tutti quei luoghi e quelle attività (esistenti e future) sia che fanno del gioco d'azzardo il loro business principale sia che ospitano nella loro attività slot machine elettroniche;

7) Previa verifica forale con gli uffici competenti, adottare gli atti opportuni volti a limitare l'apertura di nuovi centri scommesse e locali che utilizzino vlt a 400 metri da luoghi sensibili, quali scuole, oratori ecc., e rendere effettivi questi limiti senza contrastare col Tulps, tramite strumenti nel Pgt e nel regolamento commerciale;

8) Promuovere iniziative che incentivino i localo con slot ad abbandonarle, agevolandole con azioni su cui l'amministrazione comunale ha la facoltà di intervenire (per esempio sconti sulla tassa di occupazione del suolo pubblico, sui costi delle affissioni, sulla tassa sui rifiuti ecc.)

9) Firmare il manifesto "NO SLOT" promosso da "Vita";

10) Coinvolgere i parlamentari ed i consiglieri regionali del territorio per intraprendere azioni nel senso espresso da questa mozione, recependo tutte le normative che sono attualmente allo studio in Regione Lombardia ed in Parlamento; inviare la presente mozione al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, al Presidente della Regione Lombardia ed al Presidente del Consiglio Regionale Lombardo;

11) Sottoporre la presente mozione a tutti i Comuni del territorio al fine di raccogliere l'adesione anche degli altri consigli comunali del Lodigiano;

12) Intraprendere una ricognizione della situazione attuale circa la dislocazione delle vlt (chiamate anche macchinette "slot") sul territorio comunale.

(26-07-2013)

Commissioni Consiliari Permanenti

Nominate, nel Consiglio Comunale del 25 luglio 2013, le nuove Commissioni Consiliari Permanenti.
Tutte le nomine, con il dettaglio dei gruppi consiliari interessati, nella seguente tabella.

E' possibile scaricare il dettaglio in formato ".pdf" cliccando sul link a fondo pagina.


tabella 1
tabella 2
tabella 3