1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Nuova piscina coperta, ad ottobre l'inaugurazione

Verrà inaugurata il prossimo ottobre la nuova piscina comunale coperta. La conferma dell'imminente ultimazione dei lavori di realizzazione dell'impianto in corso di costruzione in località Faustina giunge dalla delibera con cui la giunta municipale ha approvato due varianti (senza aumento di costi) al progetto esecutivo, prendendo inoltre atto dei termini delle sospensioni dei lavori verificatesi dall'insediamento del cantiere nell'ottobre del 2010 (120 giorni per avverse condizioni atmosferiche, 148 giorni per la fornitura dei materiali in legno lamellare, 96 giorni per la procedura concorsuale a cui è stata sottoposta la società affidataria dei lavori impiantistici) e fissando di conseguenza al 28 settembre la scadenza inderogabile per la consegna dell'opera.
 
"In realtà - spiega l'assessore alle opere pubbliche, Enrico Brunetti - la piscina sarà pronta in anticipo rispetto a questa data, ma la scadenza indicata nella delibera tiene conto delle disposizioni contrattuali tra il Comune ed il consorzio di imprese promotore del project financing con cui l'intervento è stato realizzato, giungendo a stabilire un limite massimo. Sicuramente, l'impianto verrà inaugurato a ottobre".
 
La prima delle due varianti al progetto esecutivo è relativa a modifiche degli impianti elettrici e speciali, degli impianti tecnologici meccanici, a modesti cambiamenti architettonici e all'adeguamento delle attrezzature e degli arredi funzionali: l'importo della variante ammonta a 59.300 euro ed è dovuto esclusivamente alle nuove disposizioni di legge sui contributi Inarcassa (versamenti previdenziali per ingegneri e architetti) ed all'aumento dell'Iva dal 20 al 21 per cento; tali oneri saranno a carico del soggetto attuatore (la Sporting Lodi S.S.D. a r.l.), lasciando immutato l'importo complessivo dei lavori (che al netto di Iva e altri oneri ammonta a 9.240.000 euro).
La seconda variante riguarda la sistemazione delle aree esterne (previsto un nuovo ingresso pedonale alla attigua piscina scoperta, oltre allo spostamento dell'area giochi per i bambini), variazioni della distribuzione degli spazi al piano terra (spostamento del bar per consentire il collegamento anche con la piscina scoperta, installazione di box multifunzione per sedi di società sportive), al primo piano la sostituzione del centro estetico inizialmente previsto con un ambulatorio riabilitativo, nel sottotetto l'aggiunta di due nuovi gruppi di servizi igienici. Le due varianti non modificano l'assetto complessivo dell'impianto e le caratteristiche generali del progetto, che aveva già ottenuto l'approvazione da parte del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il parere igienico-sanitario da parte dell'Azienda Sanitaria Locale e quello tecnico da parte del Coni.
Con questo ultimo adempimento amministrativo si conclude un inter avviato nell'aprile 2007 con l'approvazione dello studio di prefattibilità del project financing e approdato attraverso 7 successivi passaggi all'approvazione del progetto esecutivo nel settembre 2010.
 
"E' la prima volta che a Lodi e in tutto il Lodigiano viene realizzato un intervento in project financing, per un importo così significativo (complessivamente quasi 14 milioni di euro) e per un'opera di tale importanza - sottolinea l'assessore Brunetti - Senza ricorrere a questo innovativo strumento, che ha consentito di realizzare la nuova piscina coperta senza esborsi per il Comune, l'unica alternativa praticabile sarebbe stata quella di assumere un oneroso mutuo, che per decenni avrebbe gravato sul bilancio municipale in misura superiore a quella del contributo in conto spese di gestione che l'amministrazione verserà alla società che curerà non solo il nuovo impianto, ma anche l'esistente piscina scoperta".

(18-07-2013)

LE CARATTERISTICHE DEL PROGETTO

  • Il nuovo edificio sorge a fianco di quello attuale e contiene piscina coperta da 50 x 25 metri, con 10 corsie, vasca idonea per nuoto e pallanuoto, profondità di 2,20 metri, paratie a scomparsa e ponte mobile per suddividere la vasca in più configurazioni e fossa sub con profondità di 10 metri, oltre a una vasca per acquaticità e bimbi, di 6 x 5 metri e profondità 0,40/0,60 metri; a fianco della vasche sarà realizzata una tribuna retrattile da 750 posti. Al primo piano saranno realizzati gli spogliatoi (195 metri quadrati più 128 metri quadrati di soppalco), con area relax e solarium. Sempre al primo piano ci sarà anche una tribuna spettatori da 200 posti (di cui 140 a sedere, compresi posti per disabili) e un bar con vista a vetrata sulla piscina scoperta.
  • La concessione alla società che realizza l'intervento in project financing (una associazione di imprese composta da Iter Coop di Ravenna ed Euro Sporting Spa di Torino) prevede anche la gestione della piscina comunale scoperta della Faustina, su cui non sono in programma particolari opere, se non di manutenzione ordinaria e straordinaria, oltre alla realizzazione di due campi di beach volley e uno da beach soccer e un'area attrezzata per i bambini.
  • Particolare attenzione è stata posta nella progettazione agli aspetti di riduzione del fabbisogno energetico e contenimento delle fonti inquinanti: tra le soluzioni adottate, da sottolineare 700 metri quadri di pannelli fotovoltaici per una potenza installata di 35 kilowattora, con recupero anche dell'energia termica prodotta dai pannelli, utilizzata per il riscaldamento dell'aria della zona vasca; 4.000 metri quadrati di coperture in lamiera per il preriscaldamento dell'aria della zona vasca, che consentirà di estendere il guadagno energetico propiziato dai pannelli fotovoltaici; una grande vetrata sul lato sud dell'edificio, che creerà un effetto serra e catturerà l'energia da irraggiamento; recupero dell'acqua piovana e dell'acqua di ricircolo della piscina, per creare un bacino che alimenterà un laghetto posto nell'area verde e verrà utilizzato anche per l'irrigazione degli spazi verdi; predisposizione degli impianti per eventuale allacciamento alla rete di teleriscaldamento; per la produzione dell'acqua calda sanitaria e della vasca, verranno utilizzati gli impianti di solare termico installati nel 2006 alla Faustina (circa 300.000 euro di spesa, 320 metri quadrati di pannelli, per circa 10.000 litri di acqua al giorno a servizio anche del palazzetto dello sport, delle palestre, degli spogliatoi dei campi di calcio della Faustina e della sede provinciale Coni).

IL PIANO FINANZIARIO

  • Il piano finanziario prevede costi di realizzazione pari a 13.650.000 euro, di cui circa 9.200.000 per lavori, 1.5000.000 euro per arredi e attrezzature e il resto per Iva, spese tecniche, allacciamenti e spese per sicurezza in fase di realizzazione.
  • La concessione avrà durata di 35 anni, in base alla convenzione il Comune verserà al gestore un contributo annuo di 300.000 euro più Iva, rivalutato ogni anno secondo l'indice Istat di aumento dei prezzi al consumo.
  • Il prezzo medio della tariffa praticata al pubblico è stimato in 5,20 euro, senza limiti di tempo di permanenza nell'arco della giornata. Rispetto alla tariffa piena, in convenzione sono previste riduzioni del 20 per cento per i residenti di Lodi, del 30 per cento per gli Over 60 (più uno sconto del 20 per cento per i corsi e le palestre fittness), del 30 per cento per gli under 14 (compresi i corsi di nuoto), del 35 per cento per studenti delle scuole di Lodi che partecipano a corsi di nuoto, del 50 per cento per l'utilizzo degli spazi acqua da parte di associazioni sportive dilettantistiche e Onlus aventi sede a Lodi.