1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Arte e Tradizione

Arte tradizionale

Ceramica
La più famosa tradizione artistica lodigiana è senza dubbio quella legata alla decorazione e alla lavorazione della ceramica. Fin dall'età romana, la diffusa presenza di argilla nel territorio ha fornito la materia prima per l'opera di maestri vasai e fabbricanti di maioliche o ceramiche. Grazie soprattutto alle produzioni artistiche di autori quali Rossetti, Ferretti, Coppellotti e Dossena, l'arte ceramica lodigiana ha raggiunto livelli estremamente elevati nel corso del XVIII secolo e nella prima metà del XIX secolo ed è oggi conosciuta come la "Ceramica Vecchia Lodi".
 
Ferro battuto
La lavorazione del ferro battuto costituisce un'altra importante produzione artistica della città di Lodi. Ricordiamo i numerosi balconi, balconcini, cancellate e lampade in stile Liberty di cui è ricco il centro storico.

Feste tradizionali

S.Bassiano
19 gennaio: Festa del Patrono 
Cerimonia religiosa in Cattedrale, offerta dei ceri e dei prodotti tipici della nostra terra. A cura della Pro Loco distribuzione gratuita in piazza Broletto del tipico piatto lodigiano la "busèca" (trippa).
Consegna delle benemerenze civiche e del "Fanfullino della riconoscenza".
 
Antica fiera di S. Lucia

dall'8 al 12 dicembre:
in piazza della Vittoria bancarelle e giochi per bimbi. 
 
Lodi al Sole:
mesi di giugno, luglio ed agosto.
Rassegna di eventi estivi culturali e di intrattenimento.

Palio dei Rioni:
mesi di luglio, ottobre. 
Gara tra i rioni della città, in più prove per la conquista del "Baston de San Basan".
Si conclude in Piazza Maggiore con una parata in costume e la corsa dei cavalli di ferro spinti a mano.
 
Rassegna gastronomica del Lodigiano:

mese di ottobre.
 
L'Autunno è di Lodi:

mesi di settembre e ottobre.
Rassegna di eventi culturali e di intrattenimento.
 

Cucina tradizionale

Quella lodigiana è una gastronomia all'insegna della semplicità che si caratterizza soprattutto per la produzione casearia. I tre principali ingredienti sono: il burro, il formaggio e gli insaccati di maiale.Una cucina che rispecchia una vocazione prevalentemente agricola. Fra i primi piatti, troviamo i minestroni e molteplici versioni di risotto e come secondi piatti la trippa de San Bassan, d'obbligo il 19 gennaio, festa del Patrono di Lodi. Fra gli insaccati segnaliamo il salame lodigiano legato a mano in budello naturale da selezionate carni suine. Ma il vero Re della produzione casearia lodigiana è il Grana o Granone lodigiano, che sembra fosse nato proprio qui, le forme giovani vengono tagliate a metà e il formaggio viene raschiato con un apposito utensile ottenendo la "raspadura" ovvero fogli sottilissimi di lodigiano, specialità ormai rara. Lodi rivendica la paternità di un altro celebre formaggio, il mascarpone, preparato con la panna di latte.