1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Bar del Paesaggio: in estate il via ai lavori

Prenderanno il via tra la fine della primavera e l'inizio dell'estate i lavori di realizzazione del Bar del Paesaggio, la nuova struttura di accoglienza che troverà collocazione nel contesto del Parco dell'Isolabella, in corso di allestimento nei pressi della sponda destra del fiume Adda, a valle del ponte Napoleone Bonaparte, nel contesto della Grande Foresta di Pianura. Nella seduta odierna, la giunta municipale, su proposta dell'assessore alle opere pubbliche Enrico Brunetti, ha infatti approvato il progetto definitivo elaborato dallo studio Cucinella di Bologna (Acs per gli impianti di riscaldamento e ventilazione, studio Negri per per gli impianti elettrici, Ramboll Italia Srl per le strutture metalliche), avviando le procedure per la richiesta dei pareri di Asl, Commissione Paesaggistica e Soprintendenza preliminari alla predisposizione del progetto esecutivo e all'indizione dell'appalto per l'assegnazione dei lavori, in base ad un quadro economico che prevede una spesa complessiva di 292.000 euro, già interamente coperta con appostamenti di bilancio.
La piccola architettura (50 metri quadrati di superficie e 3,5 metri di altezza) verrà realizzata completamente in legno, per non disturbare l'ambiente e per accogliere al suo interno passanti e visitatori, che troveranno ristoro ma anche informazioni e servizi inerenti il fiume ed il parco. La struttura sarà completamente apribile e permetterà di transitare all'interno liberamente, unendo in questo modo l'area al parco, protendendosi verso il fiume. La nuova architettura sarà realizzata con struttura portante, pavimento e tamponamento esterno in legno di larice, mentre il tetto consisterà in una struttura metallica sormontata da vetri e pannelli fotovoltaici. Le fasce del tamponamento esterno avranno una sezione non uniforme e saranno posizionate con leggere inclinazioni, per favorirne l'integrazione nell'impianto del verde circostante, apparendo come delicati tronchi di albero sdraiati. L'interno sarà caratterizzato da un tamponamento fluido e morbido, che renderà oltremodo accogliente lo spazio aperto al pubblico.
Il disegno dell'intero edificio ricorda un nido di piccoli uccelli, per una completa integrazione con il paesaggio. L'area servizi e centrale termica sarà realizzata con pareti in blocchi cavi intonacati internamente e rivestiti esternamente da una pelle riflettente.La struttura sarà accessibile ai disabili e ne garantirà ogni suo utilizzo.
La scelta dell'essenza di larice è dovuta alla sua caratteristica di essere un legno con molta resina, garantendo un'ottima resistenza agli agenti atmosferici; la sua colorazione, inoltre, accentuerà nell'invecchiare la caratteristica naturale del materiale. Le dimensioni modeste, insieme alla forma inusuale, desteranno la curiosità dei passanti.
All'interno del progetto è stata posta particolare attenzione all'utilizzo di fonti di energia rinnovabili, con la posa di una centrale termica alimentata a pellet, posa di pannelli fotovoltaici e di solare termico.
(02-03-2011)
 

il rendering del bar, vista laterale