1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Approvato il progetto per riqualificare e mettere in sicurezza la ciclabile di viale Milano

“La riqualificazione complessiva della ciclabile lungo viale Milano, dal Tribunale alla frazione di San Grato, è un intervento necessario per poter finalmente mettere in sicurezza i percorsi esistenti che sono caratterizzati da tratti mancanti, poco riconoscibili, e quindi piuttosto pericolosi, al punto che, come è purtroppo noto, sono stati diversi nel tempo gli incidenti che hanno coinvolto ciclisti e pedoni. Il primo livello progettuale per la sistemazione dell’intero viale è stato deliberato in questi giorni e avvieremo quanto prima alla successiva fase progettuale relativa al primo lotto dei lavori, per un valore di 190.000 euro”, così il Sindaco Sara Casanova annuncia l’approvazione da parte della Giunta comunale dello studio di fattibilità tecnico-economica.

Il valore complessivo dell’operazione ammonta a 700.000 euro. Nei prossimi giorni sarĂ  affidato l’incarico per la redazione del progetto definitivo-esecutivo del primo lotto che riguarderĂ  solo un tratto del percorso (ancora da definire in modo puntuale), per 190.000 euro, finanziato con un contributo del Ministero delle Infrastrutture e delle MobilitĂ  Sostenibili. 

Nello specifico si prevede l’asfaltatura pressochè integrale dei percorsi su entrambi i lati della strada, il rifacimento della segnaletica orizzontale e la resinatura di alcune superfici per evidenziare al meglio la presenza dei tracciati e la posa di nuovi presidi di sicurezza e moderazione del traffico, tra cui 10 attraversamenti ciclopedonali luminosi e 500 marker stradali in vetro per definire il confine con la carreggiata.

“Il tema della sicurezza dei percorsi è centrale - precisa l’assessore alla MobilitĂ  Alberto Tarchini - soprattutto in un contesto come quello di Viale Milano in cui, è noto, spesso la velocitĂ  dei veicoli supera il limite dei 50 km/h consentito in ambito urbano. Per ottenere questo risultato si è scelto di utilizzare una serie di accorgimenti come la rimodulazione dell’ampiezza delle corsie stradali, la colorazione delle pavimentazioni, attraversamenti luminosi e dissuasori ottici di velocità”. 

Completano il quadro una serie di lavorazione edili, come la realizzazione di raccordi tra i percorsi pedonali esistenti, la posa di nuovi cordoli nel tratto compreso tra via Cadamosto e l’intersezione con la strada di Montanaso dove verranno realizzati anche due attraversamenti pedonali rialzati.

“L’intera progettazione - conclude Tarchini - rappresenta una solida base di partenza per lo sviluppo dei lotti successivi, che potranno essere realizzati attraverso l’individuazione di ulteriori fonti di finanziamento, tra le quali le risorse del PNRR”

(29.12.2021)