1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Bilancio raccolta differenziata anno 2020

L’analisi dei dati elaborati da Linea Gestioni, società che gestisce il servizio di igiene urbana, evidenzia per l’anno 2020 un andamento della produzione dei rifiuti marcato da una generale riduzione dei quantitativi conferiti al servizio pubblico rispetto all’anno precedente.
 In termini complessivi si registra una riduzione di 1.132 tonnellate, che equivale a - 6% rispetto al 2019. 
La variazione di segno negativo si conferma tale in particolare per la frazione del secco indifferenziato con circa 386 tonnellate in meno conferite nell’ultimo triennio, corrispondenti a - 8%, mentre gli imballaggi di carta e plastica calano rispettivamente del 5% e del 4%. Risulta inoltre particolarmente marcata la contrazione della produzione di rifiuti ingombranti, pari a - 40%. Rimangono pressoché stabili sia la frazione organica che quella composta da vetro e lattine. 
In crescita la percentuale di raccolta differenziata che raggiunge il 76%, rispetto al 75,4% del 2019.

“Per quanto la riduzione dei rifiuti conferiti si configuri come un fatto positivo, coerente con il primario obiettivo, affermato in sede comunitaria, di una virtuosa gestione degli scarti, invito a leggere i dati con precauzione, tenendo conto degli effetti determinati dalla crisi sanitaria e dalla correlata riduzione dei consumi - commenta l’assessore all’Ecologia Alberto Tarchini -. Si conferma inoltre il trend crescente della raccolta differenziata che sale di oltre mezzo punto percentuale rispetto al 2019, segno di un’aumentata attenzione al tema, benchè si debba ancora lavorare molto, a tutti i livelli, sulla sensibilizzazione per contrastare fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, dai comportamenti di maleducazione quotidiana di cui purtroppo tutti siamo testimoni a episodi più seri che riguardano gli ingombranti, nonostante l’offerta da parte di  Linea Gestioni di un servizio di ritiro gratuito a domicilio.
Desidero da ultimo sottolineare il successo dell’iniziativa legata alla raccolta stradale degli oli alimentari esausti, iniziativa che abbiamo introdotto nel 2019, e che ha permesso di raccogliere in modo corretto e differenziato una quantità di prodotto equivalente a più del doppio rispetto all’anno scorso, con un incremento di circa 5 tonnellate”. 

Lodi, 3 febbraio 2021