1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Rilancio post emergenza Covid: l’Amministrazione comunale incontra Confartigianato e Unione artigiani per illustrare il programma delle opere previste nel prossimo biennio

Il Sindaco Sara Casanova e l’assessore ai Lavori pubblici Claudia Rizzi hanno incontrato ieri, giovedì 10 settembre, i rappresentanti delle associazioni di categoria degli artigiani per fare il punto sul programma delle opere per il rilancio della città dopo il periodo di lockdown. Al tavolo hanno partecipato Sabrina Baronio, presidente di Confartigianato Imprese, e Mauro Sangalli, segretario dell’Unione artigiani e imprese.
Gli interventi più corposi previsti ai fini del rilancio della città rientrano nel cosiddetto piano “Marshall”, che Regione ha varato destinando al Lodigiano 37 milioni di euro di cui oltre 4,5 milioni di euro per la sola città di Lodi.

“Il piano ‘Marshall’ è una vera e propria boccata d’ossigeno per il nostro territorio. Regione Lombardia ha dimostrato ancora una volta di essere attenta ai bisogni e alle necessità delle amministrazioni locali, fornendo loro mezzi fondamentali per il rilancio dell’economia, messa a dura prova dai mesi del lockdown - dichiara il Sindaco Casanova -. Le importanti somme che l’Amministrazione Fontana ha assegnato al Comune di Lodi saranno destinate a una serie di opere infrastrutturali per la città che auspichiamo fungeranno da volano per una nuova rinascita delle imprese del territorio. Fondamentale quindi l’incontro di oggi con le associazioni: un momento di confronto sulla programmazione dei lavori che ci vedrà coinvolti a pieno ritmo nei prossimi mesi e che avrà senza dubbio notevoli ricadute sull’economia locale. Siamo consapevoli dell’impegno che ci attende, ma la sfida non ci spaventa.”.

Le risorse messe a disposizione da Regione saranno impiegate nella realizzazione di interventi per migliorare la sicurezza delle strade, la fluidità del traffico e per la manutenzione straordinaria dei parcheggi. Rientrano nel pacchetto di opere quattro nuove rotatorie che regoleranno la circolazione in corrispondenza di Largo Marinai d’Italia (incrocio via Sant’Angelo - via San Colombano), via Serravalle (incrocio via San Giacomo - viale Savoia), viale Milano (incrocio con via Cadamosto) e via Zalli (incrocio con via Piermarini), e la riqualificazione di cinque parcheggi negli spazi seminterrati dell’ex Linificio (oltre 120 posti auto) e nelle aree dell’ex Macello, di piazzale Brocchieri, di via Massena e di via Villani. Nel complesso dell’Ex Atm, in via Lodivecchio, verrà inoltre ricavata una nuova ampia area di sosta. Si procederà infine alla definizione di un collegamento diretto tra via Piermarini e la provinciale 107 (Lodi-Ospedaletto), alla creazione di un percorso ciclopedonale di attraversamento della Roggia Molina, nel parco della Valgrassa, e di un attracco per le canoe al Parco Belgiardino. 

I referenti delle associazioni di categoria hanno risposto positivamente al confronto promosso dall’Amministrazione comunale, confermando la volontà di mettere in campo le competenze e le risorse a disposizione per cogliere a pieno le potenzialità offerte alla città dal piano di rilancio.

Desidero esprimere soddisfazione per la disponibilità dimostrata dall’Amministrazione nel coinvolgere l’associazione. Il nostro auspicio è che dalla programmazione delle opere che ci sono state presentate possa derivare una ricaduta positiva per le imprese del territorio, anche grazie al ventaglio di possibilità aperto dall’evoluzione della normativa, con particolare riferimento al decreto Semplificazioni”, così Sabrina Baronio, Presidente di Confartigianato Imprese.

Lodi, 11 settembre 2020