1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Referendum Costituzionale 20 e 21 settembre 2020

Sono state rese note le nuove date per le operazioni referendarie previste per lo scorso 29 marzo 2020 e rinviate a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus. Con il Decreto del Presidente della Repubblica del 17 luglio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 180 del 18 luglio 2020, la data del referendum confermativo popolare è stata fissata per i giorni:

domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020



È il quarto referendum costituzionale nella storia della Repubblica Italiana e si terrà per approvare o respingere il testo di legge costituzionale che comporta la riduzione del 36,5% del numero parlamentari in entrambe le Camere, passando i deputati da 630 a 400 e i senatori elettivi da 315 a 200.

Il quesito sottoposto a referendum, come da decreto di indizione del presidente della Repubblica del 17 luglio 2020, è il seguente:
«Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?».

Lodi, 27 luglio 2020


Voto degli italiani temporaneamente all’estero (non iscritti all'AIRE)

In occasione del Referendum del 20 e 21 settembre 2020 i cittadini italiani residenti in Italia ma temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno 3 mesi ed i loro familiari conviventi potranno votare all'estero per corrispondenza.

La domanda, che può essere compilata utilizzando il modulo in allegato accompagnato da copia del documento di identità del richiedente, dovrà essere presentata al Comune di iscrizione elettorale  ENTRO  IL 19 AGOSTO 2020:
● tramite posta (dovrà pervenire tassativamente entro il 19 agosto) o consegnata a mano all'Ufficio Protocollo del Comune di Lodi  (P.zza Mercato, 6 – 26900 LODI - LO);
oppure scannerizzata ed inviata:
● via email all'indirizzo elettorale@comune.lodi.it;
● via PEC all'indirizzo comunedilodi@legalmail.it

Voto domiciliare

Gli elettori che per gravi malattie dipendono da apparecchi elettromedicali o con infermità tali da rendere impossibile l'allontanamento dalla propria abitazione, anche con l’ausilio dei servizi di trasporto (cioè siano “intrasportabili”), possono presentare richiesta per effettuare il voto a domicilio.

La domanda, che può essere compilata utilizzando il modulo in allegato, dovrà essere presentata al Comune dall’11 AL 31 AGOSTO 2020:
●  consegnata a mano all'Ufficio Protocollo del Comune di Lodi  (P.zza Mercato, 6);
oppure inviata:
● via email all'indirizzo elettorale@comune.lodi.it;
● via PEC all'indirizzo comunedilodi@legalmail.it

Allegare:
-  una copia della tessera elettorale;
- idonea certificazione sanitaria rilasciata dal Servizio Igiene Pubblica dell'ASL, che dovrà riportare le specifiche formulazioni normative: le condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali o la prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato

I medici dei Servizi di Igiene Pubblica dell’Azienda ASL saranno a disposizione dei cittadini per il rilascio del certificato (prossimamente verranno pubblicati orari e giorni di apertura per il rilascio delle certificazioni).

Voto assistito

Gli elettori fisicamente impediti (ciechi, amputati delle mani e affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità) possono votare con l’assistenza di un accompagnatore di fiducia, liberamente scelto, purché iscritto nelle liste elettorali di qualsiasi comune della Repubblica e che non può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un portatore di handicap.

Per esercitare questo diritto, i cittadini “fisicamente impediti al voto” devono rivolgersi ai Servizi di Igiene Pubblica dell’ASL e richiedere il certificato gratuito che attesti questa condizione. Il certificato andrà presentato al Presidente di seggio il giorno della votazione. E’ bene anche sapere che, per evitare di ripetere questa procedura ad ogni elezione, è possibile presentare il certificato, insieme alla tessera elettorale, all’Ufficio elettorale del Comune di residenza, dove con un apposito timbro sulla tessera verrà formalmente riconosciuto il diritto di voto assistito anche per le successive votazioni.

Le attestazioni mediche sono rilasciate gratuitamente ed in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche.