1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Pulling test sugli ippocastani di viale IV Novembre


Sono stati eseguiti nella mattina di oggi i Pulling test (prove di trazione) per verificare la stabilità di sei ippocastani collocati a margine della ciclopedonale che fiancheggia i Giardini Barbarossa in viale IV Novembre.
 L’esame consiste in un approfondimento diagnostico finalizzato a valutare la solidità dell’ancoraggio dell’apparato radicale di questi esemplari su cui già in passato erano state rilevate anomalie. 
Il test, eseguito dalla Cooperativa Demetra, incaricata da Astem per il monitoraggio patrimonio arboreo cittadino, consiste nell’applicazione ad ogni alberatura di un carico controllato che simula la forza del vento per stimare il rischio di rottura.
L’analisi non comporta conseguenze per gli alberi in quanto i carichi applicati sono molto inferiori a quelli che ne causerebbero lo sradicamento, ma sufficienti a ottenere una simulazione attendibile di quello che potrebbe accadere con trazioni più elevate.
Per effettuare la prova, è stato utilizzato un cavo di acciaio collegato alla parte alta di ciascun fusto e ad un contrappeso che esercitava una forza crescente. La risposta dell’albero al carico applicato è stata registrata attraverso l’utilizzo di appositi sensori. 
La rielaborazione delle misurazioni effettuate consentirà successivamente di stimare la capacità dell’albero di dissipare al suolo le sollecitazioni captate dalla chioma e di calcolarne di conseguenza la stabilità.

“L’indagine che abbiamo svolto - spiega l’assessore all’ambiente Alberto Tarchini - ha comportato l’utilizzo di strumenti eccezionali rispetto alla normale attività di monitoraggio condotta dai nostri agronomi che ci permetteranno di ottenere dati molto più approfonditi sulla tenuta delle alberature sottoposte al test, considerata anche la crescente intensità dei fenomeni temporaleschi che in tempi recenti hanno interessato il nostro territorio. In base ai risultati delle analisi contenuti in una relazione che verrà consegnata al Comune, adotteremo le soluzioni più opportune per scongiurare rischi di schianto. Le verifiche eseguite questa mattina si inquadrano in una più ampia programmazione di esami visivi e strumentali che vengono eseguiti in modo regolare sulle alberature cittadine per individuare gli interventi di manutenzione più idonei ad assicurare il mantenimento in buono stato del nostro patrimonio arboreo”.

Lodi, 3 maggio 2020