1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Sondaggio preliminare - Centri estivi comunali 2020

L’Amministrazione Comunale di Lodi propone un sondaggio rivolto ai genitori dei bambini tra i 3 e i 14 anni effettuato al fine di raccogliere informazioni che permettano alle realtà attive nel territorio (Comune, Parrocchie, Associazioni Sportive, altre realtà del territorio) di conoscere quale potrebbe essere la reale richiesta da parte delle famiglie in vista del periodo estivo. Vi invitiamo quindi a compilare il seguente questionario in base alle vostre attuali necessità. In base alle ultime norme emanate, sembra prevalere l'orientamento di formare micro-gruppi distanziati, con l'evidente diminuzione dei posti a disposizione e quindi con la polarizzazione dei centri ospitanti. Il Comune di Lodi intende, quindi, rilevare i bisogni in vista di una valutazione della fattibilità. 
Ricordiamo che la compilazione del questionario non costituisce alcuna priorità d’iscrizione.
Il sondaggio è totalmente anonimo e non si effettuerà trattamento di alcun dato personale.

Il Comune di Lodi propone la compilazione di un sondaggio per verificare l'interesse delle famiglie ad usufruire dei centri estivi di cui l’Amministrazione sta programmando l’attività, tenendo conto delle misure in vigore per la gestione dell’emergenza sanitaria e delle esigenze dei genitori e dei bambini. Il nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri consente la ripartenza delle iniziative per bambini e adolescenti dal 15 giugno, se l’andamento del contagio rimarrà sotto controllo. In attesa di eventuali ulteriori disposizioni da parte di Regione Lombardia, abbiamo dato il via a una serie di interlocuzioni, per orientare l’offerta estiva e rispondere ai tanti bisogni che stanno emergendo in questa fase così delicata. A differenza del passato, occorrerà rimodulare la proposta della scuola estiva dell’infanzia di viale Calabria e non sarà possibile ripetere la formula del centro estivo tradizionalmente organizzato alla Colonia Caccialanza, perché occorrerà ridurre al minimo gli spostamenti dei bambini e rispettare le indicazioni del Dpcm sul numero di partecipanti. Organizzeremo invece iniziative dislocate nei quartieri cittadini in spazi che dovranno essere adeguatamente predisposti. Attraverso il sondaggio chiediamo quindi alle famiglie di comunicarci in quale zona risiedono.Abbiamo bisogno anche di farci un’idea del numero approssimativo di iscrizioni per riuscire a formulare la soluzione che soddisfi maggiormente le richieste. Per lo stesso motivo, e anche in vista della possibile attivazione di sinergie, invitiamo le famiglie a indicare su quale tipologia di esperienza estiva potrebbero orientare la propria scelta: centro comunale, grest o attività promosse dalle società sportive.Infine, per il Comune è importante conoscere i bisogni e le fragilità per dare una risposta prioritaria a chi è più svantaggiato. Le famiglie dovranno quindi precisare la presenza eventuale di figli disabili, la situazione lavorativa, l’attivazione o meno di modalità di lavoro agile. Nei prossimi giorni invieremo a tutti gli iscritti ai servizi scolastici comunali un SMS per pubblicizzare il questionario che dovrà essere compilato entro e non oltre lunedì 25 maggio. L’obiettivo dell’Amministrazione è presentare entro giugno una proposta estiva che, nei limiti delle possibilità, corrisponda alle aspettative che ci verranno manifestate e che sia rispettosa di tutti i provvedimenti in vigore e che verranno emanati. - Dichiarazione assessori all’Istruzione Giusy Molinari e alle Politiche Sociali Mariagrazia Sobacchi

Lodi, 18 maggio 2020