1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Domeniche in concerto

Violino e pianoforte protagonisti nel prossimo concerto organizzato dall’Accademia Gaffurio e Calicantus Bistrot nello spazio della Hall dell’Ospedale Maggiore di Lodi.

Domeniche in concerto  Sonata Romantica
Giorgia Righetti, violino
Ruggero Laganà, pianoforte 

Domenica 1 marzo 2020
Musiche di Brahms e Schumann

Il concerto presenta due capolavori del repertorio per violino  e pianoforte: due Sonate, entrambe nella tonalità di re minore, composte nell’estrema maturità dei due artisti (R.Schumann op. 121 e J.Brahms op. 108) legati da profonda amicizia e stima reciproca.

L’opera di Schumann fu composta inun aosla settimana, fra il 26 ottobre e il 2 novembre 1851. Reca sul frontespizio il titolo “Grosse Sonate”  dedicata al violinista F.David. In 4 movimenti l’attributo “grande” esprime l’ampiezza formale, ma anche il maggiore impegno compositivo ed esecutivo che risulta dalla complessità della scrittura musicale.

La Sonata di Brahms (la terza del genere) è dedicata ad Hans von Bulow e lo impegnò per circa due anni (1887/88). Anch’essa in 4 movimenti, è denominata “Sonata per pianoforte e violino” e rispetto alle precedenti, ci offre una pienezza di suono diversa dall’intimismo presente in esse. La critica parlò qui di un  â€œcedimento” del compositore verso la ricerca dell’effetto esteriore, ma l’inventiva melodica, la struttura solida e l’elaborazione dei temi complessa e fantasiosissima, ne fanno un caposaldo della produzione sempre di altissimo  valore dell’autore.

Giorgia Righetti, si diploma al Conservatorio G. Verdi di Milano con il M° Osvaldo Scilla. Segue diversi corsi di perfezionamento in Italia  e all’estero ed entra quindi all”Accademia Europea di Musica” di Erba dove si perfeziona con Mariana Sirbu e Stefan Coles. In seguito si perfeziona con la violinista Paola Tumeo e, sotto la sua guida, consegue presso il Conservatorio “Verdi” di Torino la Laurea di II livello.
Già negli anni di Conservatorio svolge attività concertistica fra i solisti del gruppo da camera “Orchestra Vivaldi”, collabora con il “Teatro alla Scala”, “I Pomeriggi Musicali” e “Le Serate Musicali”. Dal 1993 è membro effettivo dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi con la quale ha partecipato anche a numerose tournées europee e intercontinentali (Giappone, Sudamerica). Ha al suo attivo numerose esperienze cameristiche:  dal 1998 collabora con il Trio d’archi di Stefan Coles, Ugo Martelli e Marco Ferrari, come secondo violino del quartetto; in duo con Ruggero Laganà,  tiene vari concerti con musiche di Mozart, Schumann ( Robert e Clara), di Mendelssohn (Felix e Fanny) e di Laganà stesso, incidendo per Limen due suoi brani. 

Ruggero Laganà, compositore, clavicembalista, pianista, docente al Conservatorio di Milano. Ha vinto 11 concorsi internazionali di composizione. Edito da Sugar, Sonzogno, Sconfinarte, Carish è eseguito nei più prestigiosi festival di musica contemporanea mondiali (Piccola Scala e Piccolo Teatro di Milano – con 2 opere musicali - MilanoMusica, Biennale di Venezia, ecc. , in Italia e a Paris, Orleans, Montreal, Stockholm, Moscow, Wien, Bilbao, Tokio, New York, Buenos Aires, Madrid, Berlin, Frankfurt…). Ha tenuto in Europa, America, Asia, più di mille concerti solistici, da camera, con orchestra per Radio/TV in tutta Europa, in Giappone  e Canada e vinto in Concorsi cembalistici a Parigi, Bologna, Roma. Ha inciso per Amadeus, Stradivarius, Concerto, FonitCetra,  4 dvd di F. Leprino su Bach, Scarlatti, su Mozart e Gesualdo da Venosa, 1 cd/dvd dal titolo “The Pop-Art of the fugue” con sue fughe su temi impossibili (pop, rock, classici, etnici, da film, ecc…). Ha collaborato in melologhi classici/opere di sua composizione con A. Finocchiaro L. Costa, U. Pagliai, O. Piccolo, S. Grandis.

Ingresso libero

(18/02/2020)


locandina dell'iniziativa