1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Il laboratorio degli archetipi presenta "Risvegli di luce"

 
XXIII veglia di Santa Lucia, sabato 12  nel cortile del Vescovado alle ore 18.00

I primi giorni di dicembre si caricano di attese e si colorano di desideri: puntualmente la piazza maggiore di Lodi si riveste dell'atmosfera festosa delle bancarelle.
Luci, sapori, mercanzie scandiscono sino al giorno della vigilia di Santa Lucia l'andirivieni della gente, che incuriosita e desiderosa d'acquistare doni lentamente si lascia condurre di banco in banco. La Festa irrompe nel quotidiano e trasforma aspettative e bisogni.
Le relazioni tra grandi e piccoli si fanno pi├╣ intense. Le emozioni dei giorni d'attesa e la trepidazione della sera della vigilia lasciano segni indelebili nella memoria dei bambini, divenuti ormai adulti. Ma i ricordi non cancellano i desideri che anche da adulti le Feste rinnovano. L'incanto di questa atmosfera e di questa attesa saranno ancora una volta i protagonisti, insieme ai bambini della Veglia di Santa Lucia, l'ormai tradizionale spettacolo, giunto quest'anno alla XXIII┬¬ edizione, organizzato dal Laboratorio degli Archetipi in collaborazione con il Comune di Lodi: l'appuntamento ├Ę per sabato 12 dicembre, alle ore 18.00, nella suggestiva cornice del cortile del Vescovado, il settecentesco Palazzo Mezzabarba di via Cavour, dove verr├á rappresentata la storia intitolata Risvegli di luce. L'azione drammaturgica esplora con i linguaggi della musica, del canto, della danza e di scenografie simboliche gli universi emozionali che nel passaggio dall'attesa al risveglio in un giorno particolarmente luminoso, quale ├Ę il giorno della sorpresa di fronte ai doni giunti nel nome di Santa Lucia, dominano i pensieri e i sogni dei bambini dell'oggi come dei bambini di un tempo o ancora, in analoghe situazioni di Festa e di doni, dei bambini di altre lontane culture. Come sempre, quello della Veglia di Santa Lucia ├Ę un progetto che "parte da lontano", con l'attivazione di laboratori di animazione teatrale per bambini e alunni delle scuole dell'infanzia, della scuola primaria e della scuola media, presso le rispettive sedi scolastiche, con la consulenza di animatori-formatori.
Nel percorso di evoluzione dello spettacolo sino alla forma definitiva della rappresentazione, si tengono poi alcuni incontri di coordinamento e formazione per insegnanti su percorsi didattici di ricerca interdisciplinare e interculturale.
Tutto ├Ę pronto, allora, per un'altra magica Veglia di Santa Lucia.
(10-12-2009)