1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Fiume Adda, situazione nella norma e sotto controllo

Previsto un lieve innalzamento entro i 20 cm sullo zero idrometrico nella tarda serata del 1 novembre

Aggiornamento delle ore 15.30, giovedì 1 novembre

La situazione attuale del livello delle acque del fiume Adda non presenta particolari criticità.

In seguito alle intense precipitazioni che hanno interessato nella serata e nottata del 31 ottobre la Val Brembana, dove si sono rilevati circa 25 mm di pioggia a terra, l'ingrossamento del Brembo ha causato un aumento dell'afflusso di 140 metri cubi/secondo, che sommati ai circa 460 metri cubi/secondo rilevati in uscita dal lago di Lecco ad Olginate equivalgono ad un totale di circa 600 metri cubi/secondo.
Ciò significa un prevedibile + 0.20 metri rispetto al livello dello zero idrometrico al ponte di Lodi nella tarda serata di giovedì 1 novembre. Il dato, che non desta preoccupazione alcuna, e le sue eventuali variazioni sono ad ogni modo costantemente monitorati dal Consorzio di Bonifica Muzza Bassa Lodigiana, all'interno del servizio MOPAI condotto per conto del Comune di Lodi.

Non vi sono attualmente necessit√† di movimentazione di risorse umane n√® strumentali, in quanto la situazione √® nella norma e sotto controllo. La viabilit√† ordinaria non subisce variazioni. 
Per le prossime 24 / 36 ore non si hanno previsioni di rovesci significativi.


Aggiornamento delle ore 11, marted√¨ 30 ottobre 

Previsioni meteo rispettate sull'intero bacino dell'Adda. Alle 6.20 del 30 ottobre a Lodi si è raggiunto il colmo dell'onda di piena a m 1,91 sopra lo zero idrometrico e da allora il livello delle acque è in progressivo calo grazie al miglioramento delle condizioni meteo.
Costante il monitoraggio da parte delle autorità preposte, che durante la notte hanno seguito l'evolversi della situazione dalla sede di comando stabilita presso il Consorzio Muzza Bassa Lodigiana.
E' prevista ora la graduale rimozione delle chiusure dei varchi e delle trattrici sul cavo Roggione. Ripristinata anche la viabilit√† ordinaria in tutta l'area interessata. 

Cessato l'allarme, si è ora in soglia d'allerta: il monitoraggio prosegue ininterrottamente per tutto il corso della giornata.

Lodi, 30 ottobre 2018 ore 11.00

Il seguente documento √® pubblicato in formato non accessibile in quanto pervenuto come scansione.
 


Aggiornamento delle ore 23.30, 29 ottobre

L'intensificarsi delle precipitazioni pluviali ha portato ad un secondo evento di piena del torrente Brembo, che unito al deflusso dal lago di Como provocher√† prevedibilmente un livello idrometrico dell'Adda a Lodi stimato tra 1,80 e 2,00 m verso le ore 04.00 del 30 ottobre. 

Il monitoraggio a cura degli Enti preposti prosegue ininterrotto, così come tutte le operazioni necessarie al controllo e gestione della situazione.
Il Sindaco di Lodi Sara Casanova segue con attenzione lo sviluppo degli eventi presso la sala comando delle operazioni, presso la sede del Consorzio Muzza Bassa Lodigiana.

In allegato in calce il Report MOPAI rilasciato alle ore 22.00

Lodi, 29 ottobre 2018 ore 23.30

Il seguente documento √® pubblicato in formato non accessibile in quanto pervenuto come scansione.
 


Il Comune di Lodi, insieme al Consorzio di Bonifica Muzza Bassa Lodigiana e all'Agenzia Interregionale per il fiume Po, sta monitorando attentamente l'evoluzione del fenomeno meteorologico che nelle ultime 48 ore ha visto l'intensificarsi delle precipitazioni pluviali, interessando tutto il bacino del fiume Adda.

L'attivit√†  di monitoraggio in corso prevede l'emanazione di report del servizio MOPAI (Monitoraggio Previsione Allerta idrometeorologica), di cui il primo della giornata di oggi √® delle ore 15.00. Attualmente, in base ai dati disponibili nelle stazioni di rilevamento (vedi report allegato), si prevede che verr√† superata la soglia di preallarme, con la quota di circa 0.90 cm all'idrometro di Lodi, attorno alle ore 24.00.

Il Consorzio Muzza ha già provveduto ad eseguire manovre di diversione delle portate idrauliche del Cavo Roggione, al fine di diminuirne il deflusso in prossimità della città, e attiverà all'occorrenza il sollevamento meccanico delle acque del cavo a mezzo di pompe idrovore su trattrici mobili.

La Polizia Locale è allertata, insieme ai tecnici comunali e al Nucleo di Protezione civile comunale, per tutta la durata del fenomeno.

Lodi, 29 ottobre 2018 ore 16.00

Il seguente documento √® pubblicato in formato non accessibile in quanto pervenuto come scansione.