1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Sensibilizzazione sul tema del bullismo, presentato il nuovo volume realizzato dalla Polizia Locale

E’ stato presentato questo pomeriggio, nel teatro dell’oratorio di San Fereolo, il volume realizzato dalla Polizia Locale di Lodi, con il supporto di numerosi sponsor, per prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.

I ragazzi che frequentano i grest (all’incontro hanno partecipato gli iscritti delle parrocchie di San Fereolo, Sant’Alberto e Santa Francesca Cabrini) sono i destinatari privilegiati di questa pubblicazione, stampata in 7mila copie, che è stata illustrata dal comandante della Polizia Locale Fabio Sebastiano Germanà Ballarino e dal sindaco Sara Casanova, affiancati dai referenti della Bcc Laudense, uno dei principali sponsor dell’iniziativa.

Anche gli studenti delle scuole medie e superiori riceveranno, a partire dal prossimo anno scolastico, una copia di Tieni il “BULLO” nel cassetto: sarà la Polizia Locale a organizzare la distribuzione negli istituti, proponendo contestualmente incontri di formazione mirati. La campagna di sensibilizzazione avrà anche un testimonial di eccezione, Gianpaolo Fabrizio, volto noto del programma televisivo “Striscia la Notizia”, atteso a Lodi l’autunno prossimo.

“Una prigione di paura, umiliazione, frustrazione, incapacità di reagire e di difendersi”, queste le parole con cui il sindaco Casanova ha sintetizzato il concetto di bullismo, rimarcando poi il sostegno dell’amministrazione comunale al progetto della Polizia Locale: “Come amministratori abbiamo l’obbligo di supportare le vittime, promuovendo la prevenzione degli atteggiamenti prevaricatori. Invitiamo tutti ad avere il coraggio di denunciare, perchè il “bullo” non si senta sicuro e impunito. E se le vittime, socialmente isolate, derise e prese di mira meritano la massima attenzione, anche al “bullo”, che attraverso comportamenti lesivi manifesta disagio e smarrimento, deve sempre essere garantita la possibilità di intraprendere un percorso rieducativo”.

(26/06/2018)
 

la presentazione del volume
i ragazzi alla presentazione