1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

"L'avaro" al Teatro alle Vigne

Per la stagione di Prosa 2017/2018 del Teatro alle Vigne, il Comune di Lodi propone L'avaro, che si tiene il giorno domenica 14 gennaio 2018 alle ore 21.00 presso il Teatro alle Vigne, in via Cavour 66.

Abbonamento
- intero: 120 €
- ridotto fino ai 26 anni: 100 €

Biglietti
- intero: 23 €
- ridotto (over 65 e under 26): 19 €

Per maggiori informazioni:
Teatro alle Vigne
Tel. 0371 409.855
Fax 0371 409.499
e-mail: teatroallevigne.biglietteria@comune.lodi.it
 

 
 

La famosa commedia è uno spaccato familiare e sociale. Arpagone è un capofamiglia balordo, taccagno e tirannico come tanti altri, circondato da un amabile e canagliesco intrigo di servi e di innamorati.
Fino a quando viene derubato e la sua avarizia cessa di essere semplicemente un tic, una deformità, uno spunto di situazioni farsesche, ma assume i caratteri della patologia. La diagnosi scenica investe la psicologia di chi ha subìto un furto, di chi è stato defraudato di un oggetto di passione affettiva ed esclusiva, della sua unica ragione di vita. Proprio la fissazione affettiva di Arpagone su un oggetto miserabile sollecita un’equivoca ma profonda partecipazione emotiva: l’avarizia redime l’avaro.
È una delle commedie molieriane che mettono a fuoco uno spaccato familiare, una casa; ma la ‘casa’ di Harpagon è anche un luogo rigorosamente finto, esplicitamente e spudoratamente teatrale. Una casa che diviene metafora del teatro coi suoi prodigi, le sue inverosimiglianze e la sua cartapesta. Non una vera casa borghese, dove la luce filtra dalle imposte socchiuse, meridiana o mattutina ma comunque naturale; bensì una casa dove tutto si svolge a lume di candela, anche se è giorno.
Lo spettacolo occhieggia a Balzac, senza dimenticare la commedia dell’arte e intrecciando le trame amorose in un’affettuosa allusione a Marivaux. La parola è usata in maniera diretta, spogliata di ogni parvenza aggraziata, vista in funzione di una ritmica tesa ad evidenziare tanto la comicità quanto l’aggressività e la ferocia sotterranee alla vicenda.

 
immagine dello spettacolo