1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Insediamento commerciale tra i viali Pavia, Europa e la tangenziale, adottato il PII

Con delibera del Commissario Straordinario è stata disposta l’adozione del Piano Integrato di Intervento di iniziativa privata relativo all’area compresa tra viale Pavia, viale Europa e la tangenziale sud, avente una superficie complessiva di 22.825 metri quadrati.

Il provvedimento conclude una procedura avviata lo scorso 4 aprile e sviluppata attraverso la verifica di assoggettabilità del PII alla Valutazione Ambientale Strategica, passaggio necessario in virtù del fatto che la proposta di intervento si configura in variante rispetto al Piano di Governo del Territorio, prevedendo la realizzazione di due medie strutture di vendita in un comparto avente già natura commerciale, ma per insediamenti di dimensioni inferiori. La proposta di PII è stata presentata dalla società Efferre Srl di Dalmine (BG), che dispone delle aree in questione in forza di contratti preliminari di compravendita stipulati con le proprietà (le società Otto Blues Srl e Immobiliare Quadrifoglio Srl).

Caratteristiche dell’intervento
L’intervento (la cui progettazione è stata elaborata dallo Studio di Architettura Rozza di Lodi) è articolato in 3 lotti, per una superficie lorda di 6.716 metri quadrati e una superficie di vendita di 3.998 metri quadrati, quest’ultima suddivisa in una media struttura per la vendita di generi non alimentari di 1.499 metri quadrati ed una media struttura di vendita di generi alimentari di 2.499 metri quadrati, ognuna con ingresso indipendente ed altezza di 4,50 metri, alle quali si aggiunge un terzo edificio a destinazione ristorante di 500 metri quadrati. La volumetria complessiva dei tre lotti ammonta a 20.151 metri cubi. A servizio delle attività commerciali verranno realizzati 357 posti auto, di cui 218 interrati e 141 esterni: queste aree di sosta occuperanno una superficie di 3.542 metri quadrati, rispetto ad un totale di 11.412 metri quadrati di standard in dotazione, per la cui quota residua pari a 7.870 metri quadrati si prevede la monetizzazione, per un importo di 692.559 euro. Verrà inoltre ceduta all’uso pubblico una ulteriore area, presente nel comparto, di 1.105 metri quadrati, per compensare la trasformazione del parcheggio pubblico esistente nella nuova rotatoria tra viale Pavia e viale Europa prevista in progetto.

Adeguamenti viabilistici
Sotto il profilo degli adeguamenti viabilistici, la proposta prevede anche interventi di sistemazione delle rotatorie di intersezione di viale Europa con via Di Vittorio e via Cristoforo Colombo e la realizzazione di una nuova pista ciclabile. In riferimento agli adeguamenti viabilistici previsti in progetto, nella delibera di adozione del PII si precisa che la risoluzione delle problematiche di accesso al nuovo comparto commerciale è articolata in due differenti fasi di intervento. L’assetto definitivo, che si configurerà nel medio/lungo periodo, si basa sulla realizzazione di una nuova strada che in diramazione dalla rampa di risalita che collega viale Europa con la tangenziale sud condurrà direttamente al parcheggio interrato dell’insediamento commerciale: a questo proposito, è stata presentata all’Anas istanza di approvazione del progetto. Nel breve periodo, nella fase di avvio delle nuove attività commerciali verrà consentita, in via sperimentale e temporanea, la possibilità di svolta a sinistra dalla carreggiata di viale Europa in ingresso città, permettendo in questo modo l’inserimento diretto nella nuova rotatoria di accesso al polo commerciale anche per i veicoli provenienti dalla tangenziale, senza necessità di raggiungere la rotatoria di intersezione tra viale Europa e via Di Vittorio per effettuare manovra di inversione. Nella delibera di adozione del PII viene stabilito che qualora la manovra di svolta a sinistra da viale Europa (già consentita nell’attuale disciplina viabilistica della zona) dovesse creare condizioni di eccessivo accodamento o di incremento della pericolosità, la misura verrà revocata con scelta unilaterale dell’amministrazione comunale, a cui l’operatore dovrà adeguarsi, provvedendo alla collocazione di barriere “new jersey”, in vista della sistemazione definitiva a carico dell’operatore nei successivi 120 giorni.

Opere di urbanizzazione
Le opere di urbanizzazione primaria previste nel PII comporteranno un investimento complessivo da parte dell’operatore per un importo di 1.143.129 euro, di cui 859.440 euro a scomputo oneri.

Gli interventi consistono in:

  • Spazi di sosta e parcheggio pubblico per una superficie di 3.542 metri quadrati, completi di illuminazione pubblica, rete smaltimento acque meteoriche, allacciamento a rete idrica, rete elettrica, rete telefonica e rete gas (250.793 euro);
  • Ponte di collegamento con via Oppizzio sulla roggia Bertonica: struttura di sostegno in prefabbricato e getto di completamento in cemento armato, finitura con asfalto e parapetto di protezione in lamiera forata verniciata, retroilluminata a led (323.690 euro);
  • Rotonda e viabilità pubblica di collegamento, completa di segnaletica, illuminazione, spartitraffico a verde, marciapiedi laterali (324.962 euro);
  • Pista ciclopedonale di collegamento tra viale Pavia e la nuova rotatoria, completa di segnaletica, dissuasori e ampliamento carreggiata a sbalzo sopra l’intersezione con la roggia (99.975 euro);
  • Modifica viabilità di accesso su viale Europa (22.623 euro);
  • Modifica viabilità nel tratto di viale Europa tra l’accesso al nuovo insediamento commerciale e via Marescalca (44.115 euro);
  • Riprogrammazione impianti semaforici viale Pavia (6.000 euro).

Gli oneri di urbanizzazione secondaria sono invece stimati per un importo di 386.136 euro.

Standard di qualità e costo di costruzione
L’importo che l’operatore corrisponderà al Comune a titolo di Standard qualitativo commerciale ammonta a 590.615 euro. Il contributo del costo di costruzione ed il fondo aree verdi verranno calcolati al momento del rilascio dei singoli permessi di costruire, in base alle disposizioni vigenti al momento. La stima a valori attuali ammonta a circa 498.000 euro. La delibera di adozione del Piano Integrato di Intervento è consultabile all’albo pretorio on line del Comune di Lodi, insieme ai relativi allegati: Relazione Tecnica Descrittiva; Valutazione previsionale di impatto acustico; Relazione viabilistica; Documentazione fotografica; Valutazione di compatibilità geologica; Stato di fatto–inquadramento cartografico; Stato di Progetto–Planimetria generale opere di urbanizzazione ed ipotesi di futura viabilità; Stato di Progetto–Opere di Urbanizzazione; Stato Attuale–Pianta Sezione e Prospetti; Stato di Progetto–Piante Sezione e Prospetti; Stato di Progetto–Planivolumetrico con indicazione delle reti tecnologiche e opere di interesse pubblico; Planivolumetrico con dati di progetto; Stato di Progetto–planivolumetrico con dimostrazione delle aree in cessione o compensazione; Stato di Progetto–planivolumetrico con aree a verde e dimostrazione di superfici drenanti; Planimetria Rogge; Relazione economica e quadro economico; Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione; Relazione di Impatto acustico; Istanza di deroga all’A.N.A.S.; Studio di Compatibilità Paesistico–Ambientale del ponte di attraversamento della Roggia Bertonica, tratto storico; Dichiarazione del progettista in merito alla sensibilità paesaggistica riferita al cono panoramico; Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del geologo rispetto la congruità tra le previsioni urbanistiche ed i contenuti dello studio geologico del P.G.T.; Schema di convenzione. 

(14-06-2017)