1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Torna la rassegna di "Burattini"

 
TORNA LA RASSEGNA DI BURATTINI, QUATTRO APPUNTAMENTI ALLE VIGNE IL SABATO POMERIGGIO IN DOPPIA RAPPRESENTAZIONE CON LE MIGLIORNI COMPAGNIE ITALIANE

Per la gioia di grandi e piccini, tornano i burattini, con quattro spettacoli (tutti in doppia rappresentazione, alle 15.00 alle 17.00) il 31 gennaio, 14 febbraio, 28 febbraio e 14 marzo, sempre di sabato. Quest'anno, le rappresentazioni non avranno luogo come di consueto presso il Ridotto del Teatro alle Vigne, ma nella sala principale, che con i suoi 440 posti garantir√† adeguata accoglienza al pubblico, sempre molto numeroso nelle precedenti edizione della rassegna. In programma, quattro storie avvincenti, con personaggi "classici" come Fagiolino e Pulcinella, nell'interpretazione di compagnie di grande prestigio e tradizione, a partire dal Centro Teatrale Corniani (sabato 31 gennaio: Fagiolino nel bosco incantato), quindi la Compagna Spazio Temporale - Teatro del topo birbante (14 febbraio: Re Bel Bl√Ļ), la Compagnia Burattini al Chiaro di Luna (28 febbraio: Pulcinella e la principessa rapita) e l'Associazione Eureka (Totonno). Il costo del biglietto √® di 4 euro, prevendita presso la biglietteria del teatro (marted√¨ e gioved√¨ 10.00-12.30, marted√¨, mercoled√¨, gioved√¨ e venerd√¨ 15.00-18.00, terzo sabato di ogni mese 09.30-12.30; nei giorni di spettacolo i biglietti sono in vendita da un'ora prima della rappresentazione; la biglietteria, nell'orario di apertura, accetta prenotazioni telefoniche o via mail e fax; Teatro alle Vigne, via Cavour 66, telefono 0371/425862-3, fax 0371/549104, e-mail biglietteria@teatroallevigne.net) e l'Ufficio Informazioni Turistiche di piazza Broletto (dal luned√¨ al venerd√¨ 09.00-12.30 e 15.00-18.00, sabatoe domenica 09.00-13.00). Per informazioni pi√Ļ dettagliate sui contenuti degli spettacoli √® possibile contattare il recapito telefonico 347/9049904 (signora Mirala Mijovic), oppure per posta elettronica all'indirizzo teatroragazzi@teatroallevigne.net.

Il Centro Teatrale Corniani è la continuazione storica della famiglia Corniani, professionisti nel campo del teatro di figura dal 1944. Augusto Corniani inizia nel 1944 a presentare spettacoli di burattini agli amici d'infanzia. Nel dopoguerra, appassionatosi a questo mestiere, decide di essere "burattinaio". Negli anni '60 partecipa ad alcuni festival nazionali e conosce famosi e illustri burattinai: Giordano Ferrari di Parma, Nino Pozzo di Verona, Ciro Bertoni e Nino Presini di Bologna, con i quali stringe rapporti di amicizia e di lavoro. Il figlio di Augusto, Maurizio, inizia a collaborare con il padre coadiuvandolo nelle animazioni e nelle voci. La compagnia della Famiglia Corniani, dopo la morte dei "vecchi" burattinai e la cessata attività di alcuni gruppi locali, rimane l'unica ad operare e a rappresentare il teatro di burattini tradizionali nel Mantovano.
La bassa padana, confinante con le province di Modena, Reggio e Parma, è conosciuta quale culla di storiche famiglie di tradizione burattinesca (basti ricordare le famiglie Campogalliani, Sarzi e Preti). Nel 1990 Augusto Corniani viene insignito del Premio Campogalliani d'Oro per la continuità professionale e l'importante testimonianza del teatro dei burattini tradizionali della Bassa Padana e per la valorizzazione e diffusione culturale dei burattini attraverso l'allestimento del Museo dei Burattini.
La collezione della famiglia Corniani è composta da 120 burattini, duecento scenografie, tre teatrini, oggetti di scena, copioni, canovacci, manifesti e fotografie.
Maurizio Corniani, continuatore della tradizione della famiglia, dopo aver frequentato lo stimolante corso di teatro tenuto a Mantova dalla Scuola d'Arte Drammatica "Paolo Grassi" di Milano, ha approfondito la ricerca nel campo del teatro di burattini della tradizione emiliana e ha trovato nuove e originali idee per produrre spettacoli nel campo del teatro di figura. Ha tenuto laboratori sulla costruzione e l'utilizzazione del burattino come mezzo espressivo in scuole materne, elementari, medie inferiori, centri sociali e nella scuola superiore di Milstatt (Austria) con docenti italiani e stranieri.
Nel 1995 è stato uno dei soci fondatori dell'Associazione "Per Filo e per Segno" di Verona insieme a colleghi e appassionati, con lo scopo di valorizzare e diffondere il teatro di figura e di creare una scuola per aspiranti burattinai. La stretta collaborazione e il continuo scambio di esperienze con un'altra compagnia lo ha portato a produrre nel 1998 lo spettacolo Burattini per ventimila leghe sotto i mari, rinnovando le tecniche di animazione e l'utilizzo del burattino della tradizione. Percorso continuato, poi, con Polly il folletto del computer, realizzato in collaborazione con l'Associazione Età Evolutiva di Jesolo (Ve) e inserito nel progetto "Pollicinia '99 - I bambini e la multimedialità".
Nel 2000, cinquant'anni dopo la costituzione della Compagnia Famiglia Corniani, a Maurizio Corniani è stato consegnato da una giuria di esperti il Premio Nazionale Silvano d'Oro ai bravi burattinai d'Italia, patrocinato dal Ministero dei Beni Culturali, con le seguenti motivazioni: "...per aver portato all'interno dell'azienda familiare nuova vitalità, pur nel rispetto del repertorio tradizionale. Di fatto la sua presenza nel panorama burattinaio italiano può essere considerata come l'anello di congiunzione tra l'antico e il nuovo".
Per il triennio 2000/2002 la compagnia è stata riconosciuta "teatro di figura di rilevanza nazionale" dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali

Spazio Temporale è una associazione culturale nata a Grosseto dall'esperienza del Teatro del Topo Birbante, integrandola: grazie alla nuova struttura organizzativa sono stati infatti ampliati i campi di intervento, proseguendo un percorso di ricerca espressiva, produzione di spettacoli e organizzazione di rassegne. Teatro del Topo Birbante è il nome d'arte con cui Stefano Stefani, dopo aver fatto parte di altre compagnie, ha presentato negli ultimi dieci anni propri spettacoli e progetti teatrali per l'infanzia in Italia.
La scelta di affrontare il tema delle varie diversit√† si caratterizza per la particolare linea poetica che cerca il reale nel fantastico e nell'uso di testi che riescono ad avere pi√Ļ livelli di lettura. Le diverse collaborazioni avute, hanno permesso poi un arricchimento dei vari linguaggi teatrali usati in ogni produzione: dal teatro d'attore e di narrazione, al teatro di figura con le sue molteplici forme: sagome animate, oggetti, burattini, pupazzi.
L'associazione Burattini al Chiaro di Luna √® stata fondata nel 2001, grazie all'esperienza decennale di Massimiliano Massari, scenografo e burattinaio, di Simona Traversa, laureanda in scienze dell'educazione, e di Valeria Massari e Giacoma Ilaria Dello Russo, formatesi rispettivamente nelle segreterie del Teatro Abeliano e del Teatro Casa di Pulcinella di Bari. I Burattini al Chiaro di Luna hanno sede a Conversano, nel sud-est barese, cittadina ricca di arte e di cultura, con la cui amministrazione comunale sono state promosse e realizzate diverse manifestazioni, quali: Carnevale 2002; spettacoli di burattini nelle scuole materne; "Bimbi in Bici". A partire dal 2002 i Burattini al Chiaro di Luna promuovono uno spazio, il Teatrino Cetrulo, che ospita laboratori di costruzione e animazione, una rassegna di teatro di figura Amici in Casa Cetrulo e una serie di letture animate, mostre, presentazioni di libri ecc. Nel 2002, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e il Circolo del Cinema Atlante, √® stato organizzato nel chiostro medievale di San Benedetto Fiabe sotto le Stelle, I¬™ edizione del Festival di Teatro di Figura e Cinema d'Animazione. Nel 2003 al Teatrino Cetrulo si √® tenuta la rassegna di spettacoli La Scena dei Ragazzi. La compagnia Burattini al Chiaro di Luna ha partecipato con i propri spettacoli ai pi√Ļ importanti festival di teatro di figura del panorama italiano, ottenendo due riconoscimenti di rilievo: il primo premio alla III¬™ edizione di Burattinai del 2000 in concorso a Gazoldo degli Ippoliti (Mantova) nel 2002 e il Silvano d'argento ai bravi burattinai d'Italia a Silvano D'Orba (Alessandria) nel 2001.

L'Associazione Culturale √ąureka, fondata a Genova nel 1997, √® impegnata nel campo delle attivit√† culturali e ricreative dedicate all'infanzia. Si occupa di produzione di spettacoli per il teatro di figura, interventi di laboratorio e animazione ludica, organizzazione di manifestazioni. Nel 1998 ha collaborato all'organizzazione e alla realizzazione del Festival Internazionale dei Burattini e delle Figure al Porto Antico di Genova, con artisti e spettacoli da Italia, Francia, Spagna, Austria, Germania, Inghilterra, Cuba, Messico, Argentina, Brasile, Marocco e Slovenia. Negli anni successivi ha organizzato rassegne teatrali e di arte varia per i Comuni di Genova, Santa Margherita Ligure, Alassio, Celle Ligure, Laigueglia.
Di particolare rilievo l'organizzazione nel 2004 di di Figure d'Europa, manifestazione inserita nel programma ufficiale di Genova Capitale Europea della Cultura 2004.

(28-01-2009)