1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Cimiteri, intensificata la manutenzione per le prossime ricorrenze

il cimitero maggiore

Per il futuro in esame un nuovo modello gestionale

"I problemi strutturali del Cimitero Maggiore e la necessità di programmare investimenti per consentire l’ampliamento degli spazi disponibili presso tutti e tre i cimiteri della città devono essere affrontati in un’ottica di medio-lungo periodo, individuando efficaci soluzioni gestionali, eventualmente anche secondo modelli alternativi all’impegno economico diretto del Comune. Nell’immediato, l’amministrazione è chiamata a garantire livelli adeguati di decoro e accessibilità, attraverso un’opera di manutenzione ordinaria che sia costante e puntuale, nonché con la previsione di un impegno straordinario da mettere in campo nel periodo che precede la ricorrenza dedicata alla commemorazione dei defunti".

Lo afferma il Commissario Prefettizio, Mariano Savastano, a seguito del sopralluogo effettuato nella mattinata odierna al Cimitero Maggiore di viale Milano, coadiuvato dal dirigente del settore tecnico comunale, ingegner Giovanni Ligi, e dal geometra Alberto Agosti.

"Nel corso dei colloqui che ho avuto dall’inizio del mio mandato con ex amministratori ed esponenti dei gruppi consiliari, nonché da notizie di stampa e segnalazioni di cittadini, ho acquisito numerose indicazioni sull’opportunità di avviare una approfondita valutazione sullo stato attuale e sulle prospettive future dei servizi cimiteriali - sottolinea il Commissario - Il sopralluogo di oggi mi ha consentito di prendere conoscenza del quadro organizzativo, delle risorse economiche e professionali dedicate al servizio, dei fabbisogni di manutenzione ordinaria e delle principali esigenze di riqualificazione strutturale, che riguardano in particolare il Maggiore, mentre la situazione di San Bernardo e Riolo, che sono impianti di più recente realizzazione, appare adeguata".

Accanto al presidio dell’esistente, la gestione commissariale è intenzionata a riavviare l’esame di possibili nuove soluzioni organizzative, partendo da due riferimenti acquisiti: il Piano Regolatore Cimiteriale approvato nel 2012 (in cui vengono stimati i fabbisogni su base ventennale in termini di posti per inumazioni e tumulazioni, con l’indicazione delle necessarie aree di espansione) e le verifiche preliminari svolte dalle amministrazioni precedenti su una proposta di project financing e sull’affidamento delle gestioni cimiteriali alla società partecipata Astem Spa.

"Come noto - ricorda il Commissario - la procedura del project financing non aveva fatto registrare sviluppi dopo il primo passaggio, consistente nella dichiarazione di “pubblica utilità”. L’attenzione si era quindi spostata sull’ipotesi di coinvolgimento di Astem, che intendo approfondire, chiedendo alla società di presentare una proposta opportunamente dettagliata, sotto il profilo dell’efficienza organizzativa, della ricerca di un giusto equilibrio tra sostenibilità economica e contenimento delle tariffe a carico dell’utenza e della programmazione di investimenti per l’adeguamento strutturale e l’ampliamento degli spazi".

"E’ in questo quadro - prosegue il dott. Savastano - che possono trovare idonea collocazione anche gli interventi di riqualificazione strutturale del Maggiore, tra cui il rifacimento della pavimentazione dei vialetti (comprensiva di rete sotterranea per il convogliamento delle acque meteoriche, per risolvere il problema degli allagamenti in caso di abbondanti precipitazioni), la realizzazione di un nuovo impianto per l’illuminazione votiva, la sistemazione di parte delle coperture, delle sezioni meno recenti tra quelle adibite a loculi e, non ultimo, del Famedio, che richiede una veste consona all’importanza che riveste".

Attualmente, presso il campo 6 del Cimitero Maggiore sono in corso i lavori di realizzazione di 18 nuove cappelle gentilizie, ognuna con una capacità di 8 posti, che verranno assegnate in concessione per la durata di 90 anni; l’intervento è stato affidato alla Gabe Srl di Casalbuttano ed Uniti (Cr), che rispetto a lavori a base d’asta per un importo di 190.000 euro al netto dell’Iva ha presentato un’offerta con ribasso del 28,15%, per un importo di aggiudicazione di 139.000 euro. La conclusione dei lavori è prevista entro dicembre.

(19-09-2016)