1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Analisi della congiuntura per settori economici

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della Camera di Commercio di Lodi

L’industria manifatturiera

Il secondo trimestre 2016 conferma l’andamento positivo della produzione, anche se con un minor slancio rispetto ai primi tre mesi dell’anno.

La variazione tendenziale della produzione registra un +1,40%, un valore più attenuato rispetto al trimestre scorso (+5,51%), ed una variazione congiunturale di segno negativo. Il dato lombardo della produzione risulta più marcato: la variazione tendenziale è pari a +2,20%, migliore rispetto al trimestre scorso, ed è stabile la variazione congiunturale.

Il fatturato interno nel nostro territorio è in aumento dello 0,67%, dopo la caduta rilevata nel trimestre scorso (-1,09%) mentre il fatturato estero cala dello 0,42%, peggiorando la variazione del I trimestre (era +2,55%). In regione il fatturato interno rimane stabile e pari a +0,87% e quello estero sale del 3,45%.
Gli ordinativi calano sul fronte interno (-0,91%), ma crescono su quello estero (+1,11%). In entrambi i casi i valori sono meno marcati di quelli del I trimestre. I dati lombardi sono invece in crescita sia sul fronte del commercio interno che su quello estero.

L’occupazione risulta in aumento dell’1,97% rispetto allo scorso anno, mentre il dato lombardo si ferma a +1,00%. I dati di breve periodo mostrano una situazione di immobilismo in entrambi i territori.

Le aspettative degli imprenditori lodigiani per il prossimo trimestre sono di stabilità per produzione e occupazione, di segno positivo per ordini esteri e fatturato e sono negative per gli ordini interni; per gli imprenditori lombardi si segnala un ottimismo solo sugli ordini esteri, tutto il resto viene visto con pessimismo.
 

Variabili
II trimestre 2016
I trimestre 2016
Produzione
+1,40
+5,51
Fatturato interno
+0,67
-1,09
Fatturato estero
-0,42
+2,55
Ordini interni
-0,91
+5,98
Ordini esteri
+1,11
+4.61
Occupazione
+1,97
+2,87
 
variazioni tendenziali della produzione - grafico

L’artigianato manifatturiero

Il II trimestre mette a segno un dato positivo per l’artigianato manifatturiero. La produzione risulta in crescita del 4,71% nel dato tendenziale e risulta accompagnata da un valore positivo anche sul fronte congiunturale. Il dato è confermato anche dal 39% di intervistati che ha dichiarato di aver riscontrato aumenti oltre il 5% (era il 33% lo scorso trimestre). Anche in regione la variazione è positiva e pari a +1,83 nel confronto annuo e poco più contenuta nel dato congiunturale.

A Lodi il fatturato è stabile, in risalita sul fronte interno (+0,28%) ma in calo su quello estero (-0,41%), migliorando i valori rilevati nello scorso trimestre. In regione entrambi gli indicatori sono positivi e migliorativi rispetto a quelli del I trimestre d’anno. Le variazioni riferite agli ordinativi interni sono in calo tendenziale dell’1,51%, in misura meno intensa rispetto al trimestre precedente, mentre quelli esteri sono stabili con un valore di +0,16%, anch’essi migliorativi rispetto ai valori del I trimestre. In Lombardia gli  ordinativi aumentano su entrambi i fronti, con variazioni più marcate per l’estero.

L’occupazione cresce solo dello 0,89% a Lodi e dello 0,14% in regione. Le aspettative degli artigiani Lodigiani sono negative per produzione e occupazione, sono stabili per gli ordini esteri e positive per ordini interni e fatturato. In Lombardia invece sono negativi per tutti gli indicatori rilevati.
 

Variabili
II trimestre 2016
I trimestre 2016
Produzione
+4,71
-0,07
Fatturato interno
+0,28
-2,47
Fatturato estero
-0,41
-1,05
Ordini interni
-1,51
-4,10
Ordini esteri
+0,16
-0,48
Occupazione (v. congiunturale)
+0,89
-0,10
 
variazioni tendenziali della produzione - grafico

Il commercio

Il dato del II trimestre 2016 riferito al settore del commercio conferma il perdurare di una situazione critica. Il volume degli affari rimane in zona sfavorevole con un -3,34%, in peggioramento dal I trimestre. Il valore riferito alla regione è anch’esso negativo ma più attenuato (-0,31%).

Sugli ordinativi prevale ancora una volta il giudizio “in diminuzione”, il saldo riscontrato nel II trimestre 2016, pari a -19%, valore meno pessimistico di quello riscontrato nei primi tre mesi dell’anno. In generale i valori di Lodi risultano più marcati rispetto a quelli riscontrati in regione.

L’occupazione è stabile (-0,62% a Lodi e +0,26% in Lombardia) e le prospettive si mantengono negative per volume degli affari, ordini e occupazione in entrambi i territori messi a confronto.
 

Variabili
II trimestre 2016
I trimestre 2016
Volume degli affari
-3.34
-1.21
Ordini (saldo giudizi positivi/negativi)
-19.14
-25.00
Occupazione (v. congiunturale)
-0.62
-1.05
Saldi
II trimestre 2016
I trimestre 2016
Aspettative volume d’affari
-10.64
+10.42
Aspettative ordini fornitori
+10.42
-8.33
Aspettative occupazione                       
-8.51
-6.25
 
variazioni tendenziali della produzione - grafico

I servizi

Peggiora l’andamento del settore dei Servizi. Il volume d’affari del II trimestre varia dello 0,42% ma con segno negativo nel confronto annuo, peggiorando il valore del I trimestre. Il dato congiunturale assume invece segno positivo. I valori rilevati per la regione sono migliori di quelli locali e risultano favorevoli in entrambi i confronti.

L’occupazione si mantiene stabile sia a Lodi (+0,38%) che in Lombardia mentre le prospettive segnalate dagli operatori sono all’insegna del pessimismo per quanto riguarda l’andamento del volume degli affari ma ottimistiche riguardo l’occupazione, sia per gli imprenditori lodigiani che per quelli lombardi.
 

Variabili
II trimestre 2016
I trimestre 2016
Volume degli affari
-0.42
+1.31
Occupazione (v. congiunturale)
+0.38
-0.06
Aspettative volume affari 
-4.76
-12.20
Aspettative occupazione
+5.00
-2.50
 
variazioni tendenziali della produzione - grafico