1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Piano ATAB e riqualificazione LIDL, via libera dal Consiglio

Due provvedimenti urbanistici relativi ad attività produttive al centro della seduta di consiglio comunale svoltasi martedì 5 aprile.

PIANO INTEGRATO DI INTERVENTO AREA ATAB

Il primo ha riguardato l’approvazione definitiva del Piano Integrato di Intervento dell’area Atab di viale Milano, che prevede la trasformazione ad uso in parte commerciale ed in parte direzionale di una porzione di un insediamento produttivo esistente, che si estende complessivamente per 2.834 metri quadrati. La superficie che verrà adibita a media struttura di vendita ammonta a 951,50 metri quadrati, quella a terziario/direzionale a 397,50 metri quadrati, mentre i restanti 1.485 metri quadrati manterranno destinazione artigianale/produttiva. La trasformazione tramite Piano Integrato di Intervento comporterà la cessione al Comune di superfici pari al 50% di quelle lorde del comparto e la corresponsione da parte dei privati di uno “standard di qualità”, determinato in circa 90.000 euro, in aggiunta agli oneri di urbanizzazione e al contributo di costruzione, che ammontano a circa 113.000 euro. Al Comune verranno versati ulteriori 141.000 euro a titolo di monetizzazioni, di cui 113.000 per la parte di cessione di aree non reperibile nel comparto e 28.000 per le aree a standard ugualmente non reperibili nel comparto. 
La decisione di procedere alla trasformazione in variante rispetto al Pgt è motivata dalla considerazione che l’intervento non incide sul consumo di suolo, trattandosi di superficie giù urbanizzata, e che la nuova attività commerciale che si insedierà sull’area (con una superficie di vendita di 820 metri quadrati, destinata a prodotti non alimentari) potrà sviluppare indotto economico e occupazionale. Il Piano Integrato di Intervento è stato approvato dal consiglio comunale con 26 voti favorevoli e 2 contrari.

RIQUALIFICAZIONE LIDL VIALE MILANO

Con voto unanime, il consiglio comunale ha inoltre approvato l’adozione della variante puntuale al Piano dei Servizi e al Piano delle Regole finalizzata a consentire la riqualificazione del supermercato Lidl di viale Milano. L’intervento (che non comporta consumo di suolo, basandosi sulla trasformazione da servizi pubblici a commerciale di una parte dell’area dell’insediamento esistente) prevede la demolizione e ricostruzione del supermercato, che nel nuovo assetto disporrà di una superficie lorda di 2.100 metri quadrati, di cui 1.276 di superficie di vendita; nell'area pertinenziale verrà realizzato un parcheggio di 3.594 metri quadrati, equivalenti a 125 posti auto (di cui 92 di uso pubblico e 33 di pertinenza del supermercato). La superficie di vendita di 1.276 metri quadrati destinati a supermercato per vendita di generi alimentari e non alimentari sarà distribuita su due livelli; nel complesso verranno inoltre realizzati al primo livello 86 metri quadrati di superficie utile netta da destinare a sede del dispensario farmaceutico dell'Azienda Farmacie Comunali.
A questo proposito, l'accordo tra Lidl ed il Comune prevede l'impegno di Lidl per il trasferimento temporaneo dell’attuale dispensario farmaceutico in un idoneo immobile prefabbricato, per evitare che durante l’esecuzione degli interventi edilizi vi possa essere una interruzione del servizio. Lidl verserà al Comune 193.901 euro a titolo di monetizzazioni e standard qualitativo e 385.486 euro a titolo di oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e di contributo sul costo di costruzione. Nel corso dell’esame in aula del provvedimento sono stati presentati e messi ai voti 3 Ordini del Giorno: quelli di Forza Italia e Movimento 5 Stelle (finalizzati a destinare parte degli oneri di urbanizzazione rispettivamente alla bonifica dell’ex Cetem e alla messa in sicurezza della pista ciclabile di viale Milano) sono stati respinti (il primo con 18 voti contrari e 9 favorevoli; il secondo con 18 voti contrari, 6 favorevoli e 3 astensioni); quello presentato da Sel (finalizzato alla realizzazione di un tratto di pista ciclabile che garantisca un collegamento con adeguate condizioni di sicurezza al percorso ciclopedonale tra Lodi e Montanaso Lombardo) è stati approvato con 26 voti favorevoli e 1 astensione.

(06-04-2016)