1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Mensa scolastica: detrazione dalla dichiarazione dei redditi

immagine del volantino

Certificazioni anche via mail per i genitori che si iscrivono al servizio

Interessante novità per i genitori: con la pubblicazione della circolare n. 3/E del 2 marzo 2016 l’Agenzia delle Entrate ha dichiarato ammissibile la detrazione delle spese sostenute nel 2015 dalle famiglie per la mensa scolastica dei propri figli dalla dichiarazione dei redditi 2016.

"Nel caso delle mense comunali - spiega l’assessora al bilancio Erika Bressani - la detrazione massima riconosciuta su base annua per ciascun alunno è pari a 76 euro per una spesa massima di 400 euro: sarà possibile usufruirne per la retta della mensa della scuola d’infanzia e primaria. Per i genitori con figli che frequentano le nostre scuole è possibile portare in detrazione le spese del 2015 per la mensa scolastica riferite a due anni scolastici, il 2014- 2015 e il 2015-2016. In particolare la detrazione vale per le spese di gennaio-giugno 2015 e per quelle di settembre-dicembre 2015”.

Per facilitare le famiglie, l’amministrazione ha previsto poi un ulteriore passo.

“Si tratta – afferma l’assessora all’Istruzione Simonetta Pozzoli – della possibilità di ricevere le certificazioni anche via mail, oltre che di persona presso l’ufficio istruzione. Prepareremo i documenti e, nel caso i genitori vogliano riceverli via mail senza dover perder tempo nel venire in Comune, li spediremo loro direttamente una volta che si siano registrati al sistema di mailing. Va da sé che chi preferisce venire in Comune per il ritiro può farlo, negli orari di ricevimento del pubblico previsti”.

“Una possibilità in più che non guasta e che va nella direzione di migliorare l’approccio comunicativo con i cittadini – chiosa infine Bressani – nei confronti dei quali stiamo velocizzando e rendendo molto più semplici le pratiche comunali. E’ un processo innovativo innescato da tempo, che nel solo settore tributario ci consente oggi di raggiungere migliaia di famiglie agevolandone il rapporto e l’adempimento degli obblighi di legge”.

Risparmi di tempi e costi preziosi per ogni famiglia. 

Lodi, 23 marzo 2016