1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Biblioteca comunale Laudense


Descrizione generale del servizio
La Biblioteca Laudense è collocata nel Palazzo di San Filippo, che rappresenta uno dei migliori esempi del barocco lombardo della seconda metà del '700. Sino alla Rivoluzione Francese il palazzo fu, con la chiesa attigua, sede della congregazione dei Preti dell'Oratorio o Filippini, fondata a Roma nel 1575 da San Filippo Neri, e stabilitasi in Lodi fin dal 1622. I primi oratoriani, acquistato nel 1639 lo stabile sull'area attuale lo adattarono per loro uso e terminarono i lavori con la costruzione della chiesa di San Filippo nel 1645. Nel 1740 i Sartorio furono incaricati di demolire lo stabile e la chiesa che ospitavano i Padri da quasi un secolo e l'anno stesso - secondo quanto ci riferisce il cronista Anselmo Robba - iniziò la nuova costruzione da parte del Veneroni.
La realizzazione del complesso, nelle sue singole parti, prosegu√¨ sino al 1758, anno in cui viene terminata la grande sala a volta che ancora oggi ospita la Biblioteca e che il Ferrari decor√≤ con "San Filippo in contemplazione della croce". Nel 1765 furono terminati anche i grandi armadi in noce della sala che si alzano per ben 8 metri e le cui parti di ornato sono dovuti al Cavanna, celebre intagliatore dell'epoca, ma altre fonti attribuiscono il lavoro alla famiglia Oppizio e altre ancora alludono a una collaborazione tra il Cavanna e gli Oppizio. L'edificio rimase poi incompiuto a causa di sopraggiunte difficolt√† economiche e politiche. Oggi l'edificio ospita la Biblioteca  storica, la Biblioteca degli adulti (biblioteca di pubblica lettura), nel cui catalogo √® conservata una rilevante sezione ottocentesca, e la Biblioteca dei ragazzi.
Il patrimonio della Biblioteca √® attualmente composto da circa 120.000 volumi facenti parte del fondo moderno, circa 11.000 volumi appartenenti al fondo antico, circa 150 periodici correnti e circa 200 periodici cessati. Sono ammessi al prestito tutti i volumi del fondo moderno salvo alcune eccezioni (anno di pubblicazione, opere di consultazione, particolari condizioni fisiche dei volumi). 

La Biblioteca antica
Il fondo della Biblioteca storica è costituito dall'antica biblioteca dei Filippini. La congregazione dei Filippini dedicò sempre particolare cura alle scienze letterarie ed alle scienze storiche come ancor oggi testimoniato dal ricco patrimonio conservato nella "libreria". Nel 1792, dopo lunghe trattative con il governo austriaco, la Biblioteca venne aperta al pubblico. La venuta a Lodi delle truppe francesi (maggio 1796) costrinse i frati Filippini a cessare ogni attività e così la "libreria" rimase chiusa finché, nel settembre del 1798, la Municipalità di Lodi, con apposita "grida", la riaprì al pubblico. Come effetto delle soppressioni francesi, vennero consegnati alla Laudense i volumi già dei Cappuccini di Caravaggio, degli Olivetani di San Cristoforo e degli Agostiniani di Sant'Agnese. Nel 1802 la "libreria" degli ex-Filippini veniva dichiarata proprietà della città di Lodi e a dirigerla venne chiamato il dott. Clodoaldo Fugazza, primario dell'Ospedale maggiore di Lodi. Il fondo antico consta attualmente di circa 11.000 volumi: 600 manoscritti, 132 incunaboli, 1800 cinquecentine e 8500 edizioni dal XVII al XVIII secolo.

La Biblioteca degli adulti: utenti dai 14 anni in su
Collocata al primo piano dell'edificio che ospita la Biblioteca, comprende un'emeroteca, dispone di un servizio fotocopie e vede la presenza della sala dei Filippini (visitabile su richiesta), nucleo originario della Laudense. E' possibile, inoltre, trovare bibliografie, elenchi delle novità editoriali, informazioni sulle attività della Biblioteca.

La Biblioteca dei ragazzi: utenti al di sotto dei 14 anni
Possiede opere specificatamente rivolte a questa fascia d'età, con una buona dotazione di libri adatti alla fascia prescolare. Organizza durante l'anno, su appuntamento, visite ed incontri con le scolaresche nonché attività di promozione della lettura.

Modalità di iscrizione
La Biblioteca si rivolge a cittadini di tutte le fasce d'età per soddisfarne gli interessi culturali e le richieste d'informazione; è una raccolta organizzata di libri e di altro materiale documentario che offre ai propri iscritti la possibilità di usufruire del prestito gratuito a domicilio del materiale librario. La Biblioteca Laudense fa parte del Sistema Bibliotecario del Lodigiano che raggruppa la gran parte delle Biblioteche del territorio provinciale.
Tutti i cittadini, indipendentemente dal comune di residenza, possono iscriversi al servizio. L'iscrizione è gratuita ed avviene a seguito della compilazione di un modulo. Viene rilasciata una tessera che dà diritto ad avvalersi di tutti i servizi descritti ed a fruire delle biblioteche che fanno riferimento al Sistema Bibliotecario. Per i minorenni è necessaria la firma di un maggiorenne che se ne assuma la responsabilità legale. I dati raccolti, a norma della legge sulla privacy, sono utilizzati solamente per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti. L'accesso alla biblioteca e l'uso in sede del materiale è aperto anche ai non iscritti.