1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Da Donna a Donna: appuntamenti del 19 settembre 2008

logo donna

UN PALCOSCENICO PER LA CREATIVITÀ FEMMINILE
Scrittrici, giornaliste e interpreti del talento femminile
in primo piano a Lodi dal 18 al 27 settembre

 
 
Venerdì - 19 settembre - ore 18.00
Palazzo dei Filippini, Corso Umberto I, 63 - LODI

DONNE DEL 3° MILLENIO: SINGLE PER SEMPRE, LIBERE E FELICI. INCONTRO CON LA PISCOTERAPEUTA MARIA RITA PARSI

Non si fanno illusioni sul mondo maschile, non si aspettano protezione, aiuti economici per sé o per i figli, nessuna gratificazione sentimentale garantita dalla presenza di un marito. Sono le donne che hanno scelto di vivere da single, di rinunciare alla presenza fissa di un uomo nello loro esistenza.
Una tipologia femminile sempre più numerosa nel terzo millennio.
Donne libere e felici. Con questo tema si apriranno il 19 settembre gli incontri della seconda giornata del Festival Da donna a donna, iniziato il 18 settembre e in svolgimento a Lodi sino al 27 settembre. Alle ore 18.00, nel cortile del Palazzo dei Filippini, in corso Umberto I, presentata dal direttore del quotidiano di Lodi il Cittadino, Ferruccio Pallavera, interverrà Maria Rita Parsi, psicopedagogista, psicoterapeuta e scrittrice molto popolare per i suoi libri e le sue numerose apparizioni televisive. La dottoressa Parsi prenderà spunto proprio dal suo ultimo libro, Single per sempre? (Mondadori), per descrivere queste donne del 2000, che non aspettano e non credono nei principi azzurri e organizzano con efficacia e concretezza la loro vita e quella dei loro figli intorno a un concetto molto semplice: l'uomo è un "accessorio", che può essere utile e piacevole a volte, ma per lo più si rivela seccante, fastidioso, limitante, addirittura nocivo.
Insomma, l'uomo è qualcosa di cui si può tranquillamente fare a meno, anzi, è meglio non averlo accanto. Sono scelte esistenziali molto drastiche, che Maria Rita Parsi nel suo libro analizza attraverso il racconto di dieci donne: dieci storie esemplari di donne che attraverso percorsi psicologici diversi, mille delusioni, continue frustrazioni e tanta rabbia in corpo sono giunte alla stessa amara conclusione. Non contare sul maschio per essere più felici. Un libro provocatorio, certo, ma che offre molti spunti di riflessione. Sarà davvero così?
Nel titolo del suo intervento, Single per sempre?, Maria Rita Parsi ha voluto aggiungere un punto interrogativo che nel titolo del libro non c'è: un dubbio o una mano tesa verso l'uomo che sembra non accorgersi di quanto sta accadendo?


Venerdì - 19 settembre - ore 21.00
Palazzo dei Filippini, Corso Umberto I, 63 - LODI

ALLA CORTE DI RODOLFO II CON EDGARDA FERRI


Il secondo appuntamento della giornata (ore 21.00, cortile di Palazzo dei Filippini) propone un tuffo nella storia, sino alla Praga rinascimentale, città dell'arte, della scienza e dell'alchimia. Presentata dalla professoressa Zaira Zuffetti Pavesi, la brillante saggista e scrittrice Edgarda Ferri affronta il tema Le donne di Rodolfo II.
Mantovana, da sempre appassionata di storia, dopo aver scritto alcune raffinate e fortunate biografie di famosi personaggi (ricordiamo Io Caterina, Giovanna la Pazza, Letizia Bonaparte, Vespasiano Gonzaga, La Grancontessa) Edgarda Ferri si è dedicata alla narrativa. I suoi ultimi romanzi sono Piero della Francesca e Rodolfo II, che dà spunto al suo intervento al Festival Da Donna a Donna.
Rodolfo II d'Asburgo era un personaggio enigmatico: eccentrico, testardo, imprevedibile, ma di indole pacifica, generosa e tollerante.
Figlio di Massimiliano II e Maria di Spagna, era bisnipote di Giovanna la Pazza, alla cui parentela venne attribuita la sua vena di follia.
A vent'anni fu incoronato re d'Ungheria, a 23 di Boemia, a 24 diventò imperatore del Sacro Romano Impero. Trasferì la capitale da Vienna a Praga, trasformando la sua reggia di Hradkany in un autentico museo, dove lavoravano i più celebri scultori, pittori e artisti dell'epoca. L'arte lo affascinava assai più dei compiti di governo, ma era attratto anche dall'alchimia e dalle scienze occulte, cosa che gli attirò i sospetti di eresia del Papa. E le sue donne? Solo di una la storia ha lasciato tracce: quella che Rodolfo II sposò in gran segreto e che gli diede sei figli, dei quali Rodolfo si occupò ben poco. Edgarda Ferri, però, giura che nel castello di Hradkany si consumarono anche altre passioni.
Lodi, 16 settembre 2008
www.festivaldadonn aadonna.com
Ufficio Stampa - Echo arte e comunicazione
Alessandra Lonati 335 286856 / Francesca Monza 328 7452199 - ufficiostampa@echo.pv.it
Tel: 0382 301864 - Fax: 0382 533498 - www.echo.pv.it