1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Inflazione stabile a gennaio

INFLAZIONE STABILE A GENNAIO:
SU BASE ANNUA AUMENTI MEDI
FERMI ALL'1,5 PER CENTO,
CONTRO UN DATO NAZIONALE
DELL'1,7 PER CENTO


Inflazione stabile a Lodi a inizio anno. Secondo le rilevazioni effettuate dall'ufficio di statistica del Comune, a gennaio i prezzi al consumo hanno fatto registrare in città un aumento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente (0,1 su base nazionale) e dell'1,5 rispetto a gennaio 2006 (1,7 la media nazionale), in linea con il dato tendenziale rilevato a dicembre. Nell'analisi dei vari capitoli del "paniere" dei prodotti monitorati, si evidenzia una ripresa degli aumenti delle voci relative a servizi ricettivi e ristorazione (più 0,8 per cento, dopo alcuni mesi di flessione) e altri significativi movimenti al rialzo per i prodotti alimentari (più 0,6) e abitazioni, acqua ed energia (più 0,6).
Come sempre, i dati saranno oggetto di approfondimento e confronto in sede di Commissione per la rilevazione dei prezzi al consumo, l'organismo costituito per iniziativa dell'amministrazione comunale di cui fanno parte anche i rappresentanti delle categorie produttive e delle organizzazioni dei consumatori. A proposito di questi ultimi, nei giorni scorsi il sindaco ha provveduto a conferire all'assessore alle attività produttive, Roberto Getilli, la delega per la gestione dei rapporti con i consumatori, dando attuazione in questo modo a un impegno assunto nei confronti delle organizzazioni in occasione di un incontro svoltosi nel luglio 2006.
"L'amministrazione - sottolinea il sindaco, Lorenzo Guerini - condivide l'esigenza di dare vita a costanti momenti di confronto e di collaborazione con i consumatori: su questo terreno, Comune e associazioni hanno peraltro già avuto modo di sviluppare interessanti e positive esperienze proprio nell'ambito della Commissione per la rilevazione dei prezzi al consumo, con un impegno che ha consentito la definizione, a fianco del paniere ufficiale Istat, di un "paniere locale" elaborato su misura delle caratteristiche socio-economiche e delle abitudini di acquisto della nostra specifica realtà".

Di seguito, si riporta una sintesi dei principali risultati emersi dalla rilevazione del mese di gennaio.
Prodotti alimentari e bevande analcoliche (+ 0,6%) In rincaro yogurt (6,8), succo di frutta (6), crema da spalmare al cacao (2,9), petto di tacchino (2,4), petto di pollo (2,1), bresaola (1,8), miele (1,5), mozzarella fior di latte (1,3), farina di frumento (1,2), biscotti frollini (0,9) e pane (0,5). Diminuiscono olio di semi di girasole (-2,9),  olio di oliva (- 1,9 l'extravergine, - 0,9 l'olio di oliva) e latte in polvere per neonati (- 0,7). Nel comparto pescheria aumenti per merluzzo (15,5), alici fresche (14,4), pesce spada (12,1) e sogliole fresche (9,3). Tra gli ortaggi, in aumento melanzane violette tonde (27,5), lattuga cappuccia (15,8), cipolla bianca (14,6), cavolo verza (14,4), spinaci (6,2) e zucchine (2,3), mentre diminuiscono patate (- 8) e finocchi tondi (- 5,1). Per la frutta, in calo kiwi nazionale (- 12,7), mandaranci e clementine (- 12,5) e mele (- 5).
Bevande alcoliche (=) In lieve ribasso brandy (- 0,4), in lieve rialzo il vico Doc (0,5).
Abbigliamento e calzature (- 0,1%) In rincaro la risolatura di scarpe da uomo (5) e il soprattacco donna (0,4), in diminuzione stivali da donna (- 1,9) e cintura da uomo (- 0,8).
Abitazione, acqua ed energia (+ 0,6%) In rialzo canoni di affitto e relative spese accessorie.
Mobili e articoli per la casa (- 0,1%) In diminuzione rotolo carta da cucina (- 5,3), piatti usa e getta (- 5) e pila elettrica (- 1,6).
Servizi sanitari e spese per la salute (=) In ribasso profilattici (- 2,3) e pasta protettiva per neonato (- 1,6), stabili i farmaci.
Trasporti (- 0,2%) In diminuzione benzina e gasolio (- 0,4), in aumento pedaggi autostradali.
Comunicazioni (+ 0,4%) Non si registrano variazioni significative su specifiche voci del capitolo.
Ricreazione, spettacolo e cultura (+ 0,1%) Rialzi significativi solo per matite (3,4).
Istruzione (=)
Servizi ricettivi e ristorazione (+ 0,8%) In rincaro pizza al taglio (5), tramezzino al bar (2,7), camera in albergo a 3 stelle (2,4), panino imbottito (1), pollo allo spiedo (0,7) e pasto in mensa aziendale (0,3).
Altri beni e servizi (- 0,2%) In diminuzione shampoo (- 1,8), mentre aumentano i prezzi degli ombrelli (1,6). Per le assicurazioni Rc, in diminuzione quelle auto (- 2,4), ma in aumento quelle per moto (0,4) e ciclomotori (1,8).
(02-03-2007)