1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Inflazione sempre più fredda a Lodi

INFLAZIONE SEMPRE PIU' FREDDA:
AD APRILE NESSUNA VARIAZIONE SU MARZO
E SOLO + 1% SU BASE ANNUA,
CONTRO IL + 1,5%
DELLA MEDIA NAZIONALE


Il ribasso delle tariffe di affitti, acqua ed energia (in particolare il gas metano) determinano l'ulteriore rallentamento della dinamica dei prezzi al consumo nella città di Lodi, nonostante l'aumento nel comparto alimentari e in quello della ristorazione.
Secondo i dati elaborati dall'ufficio di statistica del Comune, ad aprile il tasso di inflazione registrato in citt√† √® stato dell'1 per cento su base annuale, rispetto all'1,5 della media nazionale, mentre a confronto con il mese di marzo la variazione √® stata pari a 0, contro il pi√Ļ 0,2 per cento della media nazionale. Si conferma quindi la tendenza al "raffreddamento" dei prezzi in corso ormai da quasi un anno, che fa di Lodi una delle citt√† italiane con il minor tasso di inflazione. Di seguito, si riportano le pi√Ļ significative variazioni rilevate per i vari capitoli di spesa.

Prodotti alimentari e bevande analcoliche (+ 0,4%)
In aumento caffè tostato (2,8), pasta all'uovo (2,6), uova di gallina (1,3), fontina (1,3), ricotta (1,3), biscotti (0,9), cereali in fiocchi (0,9), mozzarella di bufala (0,9), mozzarella fiore di latte (0,6) e latte fresco intero (,05). In diminuzione olio di semi di girasole (-5,6), cacao amaro (-5,3), aceto (-4,3), biscotti prima infanzia (-2,2), caffè decaffeinato (-1,6), olio di mais (-1,5), miele (-1,5), passato di pomodoro (-1,4), bevande gassate (-1,4), crema da spalmare al caco (-1,2), latte in polvere per neonati (-1,1), omogeneizzati di carne (-1), prosciutto crudo (-1), , olio extravergine di oliva (-0,4). Nel comparto pescheria in aumento cozze (14,1), merluzzo (13,8), alici (11,9), orate (8,6) e pesce spada (5,4), in diminuzione i prezzi di seppie (-11,3), sarde (-11), e tonno in olio d'oliva (-1,2). Per quanto riguarda la frutta, in rialzo limoni (22,2), kiwi nazionale (20), pere abate (13,9), pere conference (12,7), banane centro America (9), in calo i prezzi di fragole (-17,3), ananas (-4,5) e arance tarocco (-2,3). Tra gli ortaggi, si registrano rincari per patate novelle (41,4), pomodoro da sugo (23,2), zucchine (22,2), finocchio (16,2), carote (15,4), cetrioli (14,3), fagiolini (12,3) e lattuga (9,7); in calo i prezzi di peperone giallo (-5,9), spinaci (-4,8), asparagi (-3,9) e patate comuni (-3,1).

Bevande alcoliche e tabacchi (- 0,2%)
In diminuzione vino Doc (-1,3) e birra sia nazionale che estera (-1, in aumento whiskey (3,7), aperitivi (1,3) e brandy (0,9); stabili le sigarette.

Abbigliamento e calzature (- 0,1%)
In aumento collant donna (1,9) e calze bambino (0,6), in diminuzione costume da bagno donna (-8,9) e scarpe da ginnastica (-2,4).
Abitazione, acqua, energia e combustibili (- 1,5%)
In ribasso gas metano per cottura cibi e riscaldamento (-4,7) e pittura per interni (-1,3).
Mobili e articoli per la casa (+ 0,2%)
Rincari significativi per ferro da stiro (7,1), insetticida spray (2,1) e rotolo di carta d'alluminio (1,1); in ribasso detersivo per bucato a mano liquido (-1,8), detersivo per stoviglie a mano (-1,4), prese multiple (-1) e detersivo per pulizia casa (-0,7).
Servizi sanitari e spese per la salute (- 0,1%)
Capitolo sostanzialmente stabile, senza variazioni particolarmente significative.
Trasporti (+ 0,3%)
Rialzo determinato dall'aumento del costo dei carburanti, sia serviti che "fai da te": benzina verde + 2,7, gasolio + 1,6.
Comunicazioni (+ 0,4%)
Uniche variazioni significative per apparecchiature e materiale per telefonia.
Ricreazione, spettacolo e cultura (- 0,7%)
Nonostante la sostanziale stabilità, la tendenza al ribasso è determinata dal considerevole calo dei prezzi delle rose (-12,6), mentre sono in aumento i prezzi dei fiori ornamentali per interni (3,4); in rialzo anche i prezzi di alimenti per cani (2,9), penne a sfera (1,9) e croccantini per gatti (1).
Istruzione (=)
Nessuna variazione significativa.
Servizi ricettivi e ristorazione (+ 0,5%)
Rincari per alcune consumazioni al bar (bibite gassate + 3,2; analcolico, tè e aperitivo + 2,8; paste lievitate + 1,5; caffè espresso + 0,7), il cui effetto è superiore a quello delle diminuzioni nel medesimo settore (gelato confezionato - 3,1; toast - 0,7; spremuta - 0,6; panino imbottito - 0,5); in calo anche il pollo allo spiedo (-4,4).
Altri beni e servizi (=)
Capitolo in equilibrio, tra piccoli ritocchi al rialzo ed alcuni ribassi. In aumento valigia (2,4), carta igienica (0,8), filo interdentale (0,8), shampoo (0,7), assicurazione Rc per auto e ciclomotori (0,2); in diminuzione deodoranti per persona (-2), dentifricio (.1) e pannolini per bambini (-0,3).
(28-05-2007)