1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Teleriscaldamento, presentati i lavori di ampliamento della rete

Partiranno lunedì 3 febbraio per concludersi entro il prossimo ottobre i lavori del primo lotto del piano di estensione della rete di teleriscaldamento, che al termine dell'operazione raggiungerà uno sviluppo lineare di 18 chilometri (rispetto ai 10 esistenti al momento), un numero di utenze collegate superiore a 200 (dalle attuali circa 100), per una quota di popolazione servita pari a circa 20.000 persone, una volumetria riscaldata di 2.800.000 metri cubi ed energia termica erogata per 80.000 megawatt/ora all'anno, numeri che porteranno il TLR di Lodi dal 30° al 20° posto della classifica nazionale.

Presentato oggi nel corso di una conferenza stampa presso la sede di Strada Vecchia Cremonese di Astem Gestioni Srl (con la partecipazione del sindaco Simone Uggetti, dell'assessore all'urbanistica Simone Piacentini, del presidente e del direttore generale dell'azienda, Salvino Nupieri e Primo Podestà, e del responsabile tecnico del progetto, ingegner Luca Vailati), il programma degli interventi è articolato in 51 cantieri localizzati in 23 vie della città (via Defendente, via Brocchieri, via della Costa, via Vistarini, corso Adda, via San Giacomo, viale Savoia, via Pallavicino, via Gorini, via Bassi, via Secondo Cremonesi, via Lago Maggiore, via Legnano, via Volturno, via Carducci, piazzale Zaninelli, corso Mazzini, viale Agnelli, via Cavour, piazza Mercato, viale Dalmazia, via Orfino Giudice, via Cavezzali).

Il primo lotto dei lavori interesserà la parte nord della città (prolungamento della rete attuale da viale Agnelli verso nord-ovest, con copertura anche del centro), mentre il secondo riguarderà prevalentemente la parte sud-est (da via Zalli sino a chiusura dell'anello con viale Agnelli, passando per corso Mazzini e coprendo gli assi di viale Italia e viale Rimembranze).
Il primo passo sarà costituito, a partire dal 3 febbraio, dall'insediamento dell'area di cantiere presso il parcheggio dell'ex Macello, che verrà parzialmente precluso alla sosta, interessando progressivamente porzioni pari a circa 40 posti auto per volta, rispetto alla capienza complessiva di 220 posti. Tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo i lavori comporteranno l'istituzione del senso unico alternato in via Defendente Lodi e la chiusura dell'uscita sulla stessa via Defendente dal parcheggio dell'ex Macello: afflusso e deflusso dal parcheggio avverranno pertanto dall'attuale ingresso da via Vecchio Bersaglio, secondo modalità che verranno definite prossimamente.

Il primo lotto dei lavori è finalizzato, tra l'altro, al collegamento alla rete di teleriscaldamento di alcune grandi utenze come l'Ospedale Maggiore ed il Palazzo di Giustizia, alle quali potrebbero aggiungersi anche la sede dell'Azienda Sanitaria Locale di piazza Ospitale e la sede municipale di piazza Broletto. Sostenuto da un finanziamento della Banca Europea degli Investimenti, il piano di estensione comporterà costi complessivi per circa 16 milioni di euro, di cui 3.200.000 euro per i lavori del primo lotto. L'evoluzione dei lavori e la progressiva estensione dei cantieri alle varie aree della città coinvolte (con i relativi provvedimenti temporanei di limitazione al transito ed alla sosta) verranno illustrati costantemente nei prossimi mesi.

(27-01-2014)
 

 
pianta dell'evoluzione della rete del teleriscaldamento
 
pianta dei lavori all'ex macello