1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Wi-fi ai Giardini Barbarossa: diffida del Comune alla società Linkem Spa

Risolvere entro 15 giorni, tramite adeguati interventi strutturali sulla rete wi fi, i ripetuti e prolungati problemi di cui soffre il sistema per la connessione gratuita a internet presso l'area dei Giardini "Federico Barbarossa": è quanto il Comune ha intimato, con lettera trasmessa oggi, alla società Linkem Spa, responsabile del servizio in base ad un contratto risalente all'estate 2012. La comunicazione ha valenza di formale atto di diffida ad adempiere agli obblighi contrattuali, avente efficacia interruttiva di qualsiasi termine di prescrizione o decadenza, con riserva da parte del Comune di ogni azione volta all'eventuale risarcimenti dei danni subiti.
 
"Si tratta di un passo drastico, che ci siamo risoluti a compiere dopo numerosi tentativi di trovare soluzioni meno conflittuali al problema di malfunzionamento del sistema di copertura wi fi dei Giardini - spiega l'assessore all'innovazione tecnologica, Erika Bressani - L'amministrazione comunale ha segnalato più volte a Linkem i disservizi rilevati, che sono stati anche oggetto di rimostranze da parte degli utenti, ma ad oggi non è stata promossa nessuna azione concreta, a fronte di prestazioni di fornitura che denotano continui cali di copertura della rete e interruzioni del sistema, stimate in non meno di 52 giorni nel periodo luglio 2012-luglio 2013. A nostro avviso, dall'analisi dei report mensili e dalla consecutività delle giornate di interruzione, emerge la scarsa attenzione della società all'esigenza di risolvere prontamente l'inconveniente. Peraltro, all'ultima nostra nota di segnalazione è stato risposto confermando problemi di instabilità della connessione, senza tuttavia prospettare interventi risolutivi, che a questo punto non sono più prorogabili".
 
Tali interventi dovranno quindi essere realizzati entro 15 giorni dal ricevimento della diffida e dovranno essere preventivamente concordati con l'Ufficio Ced del Comune, provvedendo inoltre a versare l'importo che la società, a norma del contratto, è tenuta a versare a Palazzo Broletto quale quota di sponsorizzazione.

(30-08-2013)