1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Strada tra Lodi e Boffalora

Intesa tra Comune e Provincia per la rettifica della pericolosa curva in Località Curletto

La curva in località Curletto lungo la strada provinciale 25 verrà rettificata ed il tracciato dell'itinerario che collega Lodi a Boffalora d'Adda risulterà in questo punto maggiormente sicuro. Già previsto nel progetto di innalzamento dell'argine in sponda sinistra del fiume realizzato in questi anni dal Comune in affiancamento alla provinciale, ma poi stralciato dai lavori per la necessità di sottoporre l'ipotesi all'autorizzazione paesaggistica della Provincia, l'intervento verrà prossimamente realizzato a cura di Palazzo Broletto, sulla base del progetto esecutivo predisposto dai tecnici di Palazzo San Cristoforo. La suddivisione di compiti e prerogative dei due enti è stata concordata tramite un apposito protocollo d'intesa, la cui bozza è stata approvata ieri dalla giunta comunale. Nel documento si stabilisce che il Comune sarà stazione appaltante dei lavori, che riguarderanno un tratto di circa 500 metri della strada, rispetto ad uno sviluppo della provinciale tra Lodi e Boffalora di circa 3 chilometri, realizzando una variante che adeguerà la curva alle norme di sicurezza stradale: a lavori conclusi, l'opera sarà trasferita dal Comune alla Provincia, che se ne farà carico per le successive manutenzioni. In corrispondenza della località Curletto, il nuovo rilevato arginale ultimato pochi mesi fa si discosta per un tratto di circa 260 metri dalla sede stradale (al cui fianco invece scorre per il resto del suo sviluppo), in modo da proteggere gli insediamenti che sorgono all'interno della curva. Una volta acquisita la documentazione tecnica del progetto esecutivo della rettifica stradale elaborato dalla Provincia, il Comune invierà a Palazzo San Cristoforo la richiesta di autorizzazione paesaggistica ed una volta ottenutala avvierà le procedure per l'assegnazione dei lavori, i cui oneri (ammontanti a circa 180.000 euro) sono già finanziati all'interno del quadro economico del progetto del nuovo argine. 

(25-07-2013)

Il rendering del progetto
la curva che verrà modificatala curva che verrà modificata