1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Avviati gli accertamenti agli Orti Selvagreca


Si segnala che nella giornata odierna sono iniziati i prelievi di campioni di terreno presso l'area degli orti di Selvagreca, disposti dall'amministrazione comunale d'intesa con Azienda Sanitaria Locale e dipartimento di Lodi dell'Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente a seguito del ritrovamento di alcuni frammenti di cemento-amianto. L'impresa incaricata (Vedani Italsae di Besozzo) ha quindi provveduto a effettuare i primi prelievi, in numero di quattro campioni per ognuno degli otto punti di prelievo selezionati: i campioni sono stati immediatamente avviati ad analisi di laboratorio e per la giornata di venerdì sono attesi i primi risultati sul 50% dei campioni prelevati. Nel frattempo, sono proseguite le oeprazioni di sondaggio del terreno presso 24 dei 64 lotti dell'area, con un programma di intervento intensificato, che da oggi vede contemporaneamente all'opera due squadre di addetti dell'impresa Edilmal Srl di Sant'Angelo Lodigiano.
 
(15-07-2013)
 
Di seguito alcune immagini relative agli interventi odierni.
 

interventi agli ortiinterventi agli ortiinterventi agli orti
interventi agli ortiinterventi agli ortiinterventi agli orti

Sono iniziati oggi gli accertamenti sull'area degli orti di Selvagreca disposti d'intesa tra Comune, Azienda Sanitaria Locale e Arpa a seguito del ritrovamento presso alcuni lotti di frammenti di cemento-amianto. L'intervento, che progressivamente interesserà circa una ventina di lotti (individuati tra quelli dove sono stati registrati i ritrovamenti, quelli non ancora assegnati e alcuni già assegnati ma non ancora lavorati), è eseguito a cura dell'impresa Edilmal Srl, sulla base di un piano di lavoro autorizzato dall'Asl, che tramite il Servizio di Prevenzione Sicurezza negli Ambienti di Lavoro ha effettuato nella giornata di ieri la verifica sulla conformità del cantiere allestito presso gli orti e sulle strumentazioni che verranno utilizzate, tra le quali un nebulizzatore modello "Star Bruma" che verrà impiegato per inumidire la superficie del terreno ed impedire così la polverizzazione e la dispersione in atmosfera di fibre generate da ulteriori frammento di cemento-amianto che dovessero essere rinvenuti. Durante le operazioni, che si svolgeranno nella fascia oraria 07.00-17.30, l'area degli orti sarà interdetta ai non addetti ai lavori, mediante apposizione di nastro delimitatore dell'area interessata dagli accertamenti: a questo proposito, Comune e Astem stanno provvedendo a consegnare a tutti gli assegnatari una informativa sulle modalità di accesso all'area di cantiere e sui comportamenti da tenere nel caso ritrovassero altri frammenti di materiale sospetto. Il piano degli accertamenti (che si spingeranno ad una profondità di circa 50 centimetri sotto il piano di coltivo del terreno) era stato illustrato agli assegnatari in occasione di un incontro tenutosi in loco nel pomeriggio di lunedì 8 luglio, con la partecipazione dell'assessore comunale all'ambiente, Andrea Ferrari, della dottoressa Epifania Zito del Dipartimento di Prevenzione Medica dell'Asl e dell'ingegner Stefano Migliorini dell'Astem. A conclusione della campagna di accertamenti, verranno resi noti gli esiti rilevati ed i provvedimenti che eventualmente ne potrebbero conseguire.

(10-07-2013)