1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Expo 2015: un'opportunità di sviluppo anche per le città d'Arte della Pianura Padana

LE CITTÀ D'ARTE DELLA PIANURA PADANA
Guardano all'expo 2015 come irripetibile opportunità di sviluppo del turismo


L'Associazione Circuito Città d'Arte della Pianura Padana - primo progetto di sistema turistico interregionale costituito dai Comuni di Alessandria, Bologna, Brescia, Cremona, Lodi, Mantova, Modena, Parma, Pavia, Piacenza, Reggio Emilia e Verona - si prepara a delineare la sua strategia per i progetti futuri.
Dal 1997 il Circuito è impegnato nel diffondere l'identità di centri d'arte e di cultura delle città aderenti, sulle quali a lungo ha prevalso principalmente l'immagine di sedi industriali, commerciali e agricole.
Le città presenti nel territorio che si estende tra quattro regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) hanno, infatti, grosse potenzialità e appeal tanto quanto mete più comunemente note, con il vantaggio di non essere congestionate dal turismo di massa, dando così la possibilità ai visitatori di cogliere con immediatezza gli elementi che le rendono uniche.
Il progetto su cui sta lavorando il Circuito va nella direzione di affrontare le importanti sfide di rilancio del turismo in Italia attivando utili sinergie tra i Comuni mettendo insieme risorse economiche e finanziarie, competenze e progettualità.
Il Presidente del Circuito, l'Assessore al Turismo del Comune di Cremona Luigi Baldani sottolinea come "sia stata assolutamente pionieristica l'idea di creare un'organizzazione snella che agisse non come un ulteriore ente di promozione ma come riferimento di sistema per un coordinamento di iniziative e di progetti sulla cultura e il turismo. In questi anni si è intensificata la collaborazione tra gli uffici competenti delle amministrazioni comunali partecipanti al Circuito e possiamo affermare che il network di relazioni abbia ormai raggiunto ottimi livelli di efficienza". Per quanto riguarda le linee guida per le azioni future il Presidente individua due direttrici fondamentali: l'Expo 2015 e le mostre che valorizzino il patrimonio d'arte e cultura dei musei cittadini come volano della promozione all'estero. "Stiamo lavorando su un progetto di protocollo d'intesa da sottoscrivere con il Comune di Milano per attivare una cabina di regia per una corretta programmazione degli eventi collegati con la grande esposizione internazionale del 2015. Le città del Circuito sfrutteranno la loro rete per scambiarsi informazioni, programmi e lavorare insieme su progetti comuni.
Per il 2009 il Circuito produrrà la sua prima mostra Viaggio in Italia: vedute e paesaggi delle Città d'Arte della Pianura Padana, che inaugurerà a Dresda il prossimo autunno".
Per quanto riguarda l'assetto del circuito, il Presidente si ritiene soddisfatto per "l'esito di un recente incontro con il sindaco di Bergamo Roberto Bruni che ha manifestato interesse per il progetto al quale il Comune di Bergamo, sede di un importante aeroporto internazionale, punto di riferimento delle principali compagnie low cost, potrebbe aderire già dal prossimo anno. L'unica nota di rammarico è l'abbandono del circuito da parte dei Comuni di Modena e Bologna che sono stati gli ispiratori e promotori principali di questa esperienza ormai decennale. Rispettiamo comunque la scelta degli amministratori di queste due città, con centri storici di assoluto pregio, che speriamo in futuro ritornino ad essere nostri partner in questo percorso di costruzione di una casa comune".
Modena, settembre 2008

Circuito Città d'Arte della Pianura Padana
Tel. 059 2032853 - Fax 059 2032774
mmartore@comune.modena.it -www.circuitocittadarte.it