1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Piano Territoriale per i Giovani

La Direzione Generale Sport e Giovani della Regione Lombardia ha promosso un bando la presentazione di piani di lavoro annuali in materie di politiche giovanili, inseriti in strumenti di programmazione locale e aventi dimensioni sovracomunali e il Comune di Lodi (in qualità di ente Capofila del Piano di Zona di Lodi,  Casalpusterlengo e Sant'Angelo) ha presentato il Piano di Lavoro Territoriale per il Lodigiano, che dopo l'esame da parte dell'Ufficio di Piano è stato ammesso alla fase di definizione tecnica e negoziazione con la Regione Lombardia. Il Commissario Straordinario ha quindi approvato la relativa bozza di Protocollo d'Intesa per la realizzazione del Piano di Lavoro Territoriale in materia di Politiche Giovanili.

Partner e fruitori del progetto

Al Piano parteciperanno 16 Comuni, la Provincia, 3 associazioni giovanili (Clam di Lodi, Associazione Giovanile Porta Regale di Lodi e Giovani di Samma di San Martino in Strada), il Centro Servizi per il Volontariato Lausvol e l'Associazione NOI (rete degli oratori coordinata dall'Ufficio di Pastorale Giovanile della Diocesi): questi 22 soggetti sottoscriveranno un accordo, al progetto collaborerà poi anche il Centro di Formazione Professionale Consortile, che però non farà parte della rete formalizzata con l'accordo stesso. L'universo di riferimento dei potenziali utenti del progetto e di oltre 51.000 giovani tra i 15 ed i 35 anni residenti nel Lodigiano, tra i quali ragazzi che frequentano le associazioni, ragazzi che frequentano gli oratori e ragazzi usciti dal circuito scolastico e privi di occupazione.

Gli interventi

  • Sostegno a ragazzi fuoriusciti dal sistema scolastico, a rischio di marginalità e devianza: individuazione e contatto con i giovani che hanno abbandonato gli studi, proposta di realizzazione di laboratori professionalizzanti in collaborazione con il Cfp
  • Contatto e conoscenza dei gruppi giovanili presenti sul territorio, analisi delle loro modalità di aggregazione e promozione di incontri per conoscenza reciproca
  • Costruzione di un percorso unitario tra i vari gruppi giovanili per la realizzazione di iniziative come concorsi artistici, elaborazione di prodotti multimediali etc.
  • Attivazione di una web radio come strumento di integrazione e di aiuto ai ragazzi in difficoltà e spazio di comunicazione
  • Sconti e agevolazioni per l'utilizzo di sale prova musicali, per incentivare la fruizione della musica da parte delle band giovanili
  • Incentivazione della partecipazione dei giovani ad iniziative di volontariato, con l'istituzione di appositi sportelli informativi presso gli istituti scolastici e l'elargizione di contributi per le spese di partecipazione a campi di lavoro estivi nazionali ed internazionali.

Struttura del progetto

  • Costituzione di un'équipe di coordinamento generale del progetto, con rappresentanti degli enti firmatari e dell'Ufficio di Piano
  • Costituzione di un tavolo tecnico come strumento operativo dell'équipe di coordinamento, di una postazione centrale di riferimento presso l'Informagiovani del Comune di Lodi  e di appositi "tavoli di rete" per ognuno dei Comuni coinvolti
  • Costruzione di uno spazio di confronto tra le associazioni giovanili.

Costi

Il preventivo per la realizzazione del progetto ammonta a circa 111.000 euro: l'entità del contributo regionale è ancora da definire.