1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Potenziamento del servizio ferroviario per i pendolari

Un treno in più in partenza da Lodi nella fascia oraria di punta della mattina e la riorganizzazione di una corsa già in programma, che non partirà più da Parma bensì da Codogno, scongiurando il rischio di esaurimento dei posti prima ancora del transito in territorio lodigiano. Sono queste le novità che interesseranno il servizio ferroviario per i pendolari dal prossimo 9 settembre, quando entrerà in vigore il nuovo orario sulla tratta Parma-Milano, che sarà ufficializzato con la pubblicazione il prossimo 12 giugno.

Le iniziative promosse da Rfi e Regione Lombardia (con la indispensabile collaborazione della Regione Emilia Romagna per la modifica della programmazione dei "treni condivisi" nei rispettivi contratti di servizio delle due amministrazioni regionali) sono state  presentate oggi pomeriggio nel corso di un incontro svoltosi a Milano presso la direzione generale infrastrutture e mobilità, con la partecipazione dei Comuni sede di scalo ferroviario lungo la tratta in questione, della Provincia di Lodi e dei comitati dei pendolari.
 
"Il potenziamento che è stato prospettato è senz'altro significativo - spiega l'assessore alla mobilità del Comune di Lodi, Simone Uggetti, presente all'incontro - ma anche se si tratta di un concreto passo avanti che può essere registrato con soddisfazione, bisogna ricordare che restano ancora molti ed importanti aspetti da migliorare del servizio ferroviario. In particolare, come è stato ribadito anche oggi, è necessario garantire maggiore puntualità, soprattutto negli orari di punta, caratterizzati da ritardi ormai quasi cronici, così come c'è ancora molto da fare sul versante del confort per i passeggeri, dalla manutenzione degli arredi interni alla pulizia degli ambienti, sino alla climatizzazione. Un altro elemento fondamentale è poi quello dell'informazione: anche in caso di disservizio, gli utenti non possono essere abbandonati e devono essere messi tempestivamente nelle condizioni di valutare la situazione".
 
Nel dettaglio, le novità presentate oggi consistono in due iniziative: la prima è l'istituzione di una nuova corsa verso Milano dal lunedì al venerdì, che partirà da Lodi alle 07.48 e arriverà a Rogoredo alle 08.05, a Lambrate alle 08.13 ed in Centrale alle 08.20; la seconda riguarda la riorganizzazione della corsa che attualmente parte da Lodi alle 08.05 e che dal prossimo 9 settembre verrà anticipata di un minuto, ma soprattutto non avrà più origine da Parma, bensì da Codogno, riservando pertanto agli utenti lodigiani una maggior disponibilità di posti.
 
"Il vettore che sarà adibito a quest'ultima corsa - informa l'assessore Uggetti - verrà sottoposto ad una manutenzione straordinaria, che prevede il rifacimento del rivestimento esterno, la sostituzione dei sedili, un nuovo gruppo motore e l'installazione dell'impianto di climatizzazione".
 
"Resta sicuramente ancora tanto da fare - dichiara l'assessore provinciale a infrastrutture e trasporti, Nancy Capezzera, che oggi per impegni concomitanti non ha potuto partecipare all'incontro in Regione ma ha seguito in precedenza lo sviluppo della riorganizzazione del servizio - ma quello che abbiamo portato a casa è un risultato importante e sicuramente positivo per i nostri pendolari: con le modifiche che verranno introdotte, si interviene sotto il profilo della "capacità" del trasporto su ferro cercando di alleviare il problema del sovraffollamento in un orario, intorno alle 7.40, da sempre critico. Con l'assessorato regionale stiamo lavorando in maniera proficua per risolvere i problemi più volte denunciati dai viaggiatori lodigiani, costretti a far fronte a numerosi disservizi. Questa situazione è da sempre una priorità per la nostra giunta, che si è coordinata con le altre istituzioni del territorio per raggiungere una maggiore efficacia, e le ultime notizie da Milano dimostrano che la strada è quella giusta e che continuando a lavorare unito il Lodigiano potrà centrare altri obiettivi. Devo ringraziare l'assessore regionale Raffaele Cattaneo per l'attenzione che sempre riserva alla nostra Provincia".
 
(21-05-2012)