1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

A Lorenzo Guerini la delega al welfare dell'Ufficio di Presidenza Nazionale dell'Anci

Sarà il sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini, a esercitare la delega al welfare all'interno dell'ufficio di presidenza nazionale dell'Anci, a seguito del recente rinnovo degli organismi dell'associazione dei Comuni italiani.

"Ringrazio per la fiducia il presidente Graziano Delrio e l'intero ufficio di presidenza, che hanno voluto affidarmi questa responsabilità - commenta Guerini - La materia è particolarmente delicata e complessa, specie in un contesto di crisi economica ed occupazionale come quello che stiamo attraversando ed in una fase in cui la pubblica amministrazione è chiamata a realizzare considerevoli risparmi di spesa. Da una parte, quindi, si pone l'esigenza di garantire servizi che possano cogliere e quanto più possibile soddisfare la crescente domanda di sostegno espressa dalla nostra società, anche allo scopo di scongiurare la marginalizzazione di quote sempre più ampie delle nostre comunità locali e di preservare la coesione sociale; dall'altra, siamo di fronte ad una sensibile riduzione delle risorse disponibili, con tagli pesantissimi al fondo nazionale ed in alcune realtà territoriali anche a quelli regionali per le politiche sociali, al punto da prefigurare uno scenario di welfare residuale. Da sindaco di un capoluogo di Provincia di pur ridotte dimensioni affronto quotidianamente l'esperienza difficile ed impegnativa di provare a trovare risposte al fabbisogno di welfare che le varie forme di disagio che colpiscono le nostre comunità rende sempre maggiore: sostegno al reddito, politiche attive per il lavoro, servizi socio-assistenziali, supporto alle famiglie, integrazione culturale e tutela delle fasce sempre più ampie di popolazione anziana sono solo alcune delle priorità che chiedono di essere affrontate, in un quadro finanziario sempre più problematico. In questo momento più che mai sembra quindi essenziale aiutare i contesti locali a costruire reti di solidarietà che attraverso la sussidiarietà con il volontariato sociale ed il settore no profit diano vita a sistemi di welfare territoriale capaci di "leggere" i bisogni ed intervenire con tempestività e costanza".
 
(05-12-2011)