1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Servizio di raccolta rifiuti

La raccolta differenziata

Nel Comune di Lodi il servizio di raccolta rifiuti è gestito dall'Azienda ASTEM Gestioni ed è diversificato, a seconda delle varie zone della città, in "porta a porta" o conferimento in cassonetti.
 
Per i servizi di igiene ambientale, il ciclo operativo dell'azienda si fonda sul sistema della raccolta differenziata, privilegiando il recupero di materiali ed energia rispetto allo smaltimento in discarica, riducendo così gli sprechi di risorse e diminuendo l'inquinamento di acqua, aria e suolo.
 
La raccolta differenziata dei rifiuti si traduce nella separazione delle frazioni che possono essere destinate a riuso, recupero o riciclo, cioè la frazione organica (il cosiddetto "umido"), la carta e il cartone, le lattine, il vetro, la plastica e gli scarti vegetali.
 
La raccolta differenziata contribuisce a ridurre la quantità di rifiuti indifferenziati, quelli che non possono essere riciclati e che sono destinati allo smaltimento in discarica. Se mischiati tra loro, infatti, i rifiuti anche se riciclabili non possono più essere avviati al recupero. Se invece vengono differenziati, è possibile far sì che buona parte dei rifiuti prodotti venga recuperata, venga cioè riutilizzata o riconvertita in qualcosa di utile e non inquinante, evitando così un irrecuperabile spreco di importanti risorse.
 
Attraverso la raccolta differenziata, possiamo contribuire a salvaguardare l'ambiente in cui viviamo: è importante ricordare che le risorse del nostro ambiente non sono infinite e che, per rispettare l'ambiente che ci circonda, bisogna innanzitutto valorizzare queste risorse ed evitare che vengano sprecate. Un altro vantaggio della raccolta differenziata è di tipo economico. Grazie all'introduzione di questo nuovo sistema il Comune di Lodi risparmia sui costi di smaltimento dei rifiuti: meno rifiuti indifferenziati si portano in discarica, meno si paga per il loro smaltimento, più alta è la percentuale di rifiuti differenziati, più bassa è la tariffa che le nostre famiglie pagano per far smaltire i rifiuti.

Come differenziare i rifiuti

Tipologia di rifiuti
Cosa conferire
Come conferire
Cosa non fare
umido
avanzi di pane, avanzi freddi di carne e ossa, di dolci, di pasta o riso di pesce, bustine di camomilla o the, carta assorbente da cucina, cenere spenta del camino, fiori recisi, fondi di caffè, frutta e verdura...
negli appositi sacchetti biodegradabili o nel contenitore per l'esposizione
non usare sacchetti in plastica, non inserire materiale inorganico
carta
giornali, libri, sacchetti di carta, imballaggi in cartoncino, cartoni da imballaggio non plastificato, quaderni, fogli, contenitori in tetrapack
negli appositi cassonetti o esposti in sacchetti di carta, in scatole di cartone o in risme legate
non usare sacchetti in plastica, non inserire la carta plastificata, il cartone accoppiato, la carta chimica e la carta carbone
imballaggi in plastica
in generale gli imballaggi e i
contenitori con i simboli PE, PET, PVC
 
bottiglie, contenitori di shampoo e detersivi, flaconi, sacchi e sacchetti...
negli appositi cassonetti o esposti in sacchetti trasparenti, schiacciando le bottiglie
non inserire posate, bicchieri e piatti "usa e getta", polistirolo, giocattoli e materiale da cancelleria (biro, righelli, pennarelli, etc)
vetro e alluminio
in generale i contenitori
con i simboli ACC e AL
 
contenitori ed oggetti in vetro o in metallo quali lattine in alluminio o in banda stagnata (tonno e passata pomodoro)
negli appositi cassonetti o esposti nel proprio contenitore
non inserire la ceramica, gli specchi, il vetro retinato, le lampadine o neon, residui di cibo, in generale contenitori con simboli T ed F
verde
sfalci e scarti vegetali, erba, potature, fiori recisi e foglie
esposti nell'apposito contenitore o in fascine non più pesanti di 10kg e non più lunghe di 1.5 mt oppure conferiti presso la piazzola ecologica comunale
non esporre in sacchetti di plastica
ingombranti
legno, biciclette, reti metalliche, elettrodomestici, macerie, pneumatici di veicoli...
servizio gratuito a domicilio su prenotazione o conferiti presso la piazzola ecologica comunale
non abbandonare i rifiuti di fianco ai cassonetti
rifiuti non riciclabili
cassette audio e video, cd, pannolini, assorbenti, piatti e bicchieri di plastica, giocattoli, penne biro, ceramiche e piatti di porcellana e maiolica (in piccole quantità), oggetti composti da più materiali non divisibili, lettiere per gatti, carta carbone, carta oleata
negli appositi cassonetti o esposti in sacchetti trasparenti
non inserire nei cassonetti grandi quantità di ceramica, che vanno conferite insieme alle macerie edili in piazzola
pile e farmaci
pile scariche e farmaci scaduti
negli appositi cestini e contenitori o, nel caso dei farmaci, davanti alle farmacie
data la pericolosità delle sostanze contenute non accorpare ad altri tipi di rifiuti

Informazioni utili

I rifiuti per i quali non è prevista la raccolta porta a porta o in cassonetto (come il ferro, il legno, le batterie, gli olii, gli elettrodomestici, gli ingombranti), devono essere portati al centro di raccolta comunale che si trova in Strada Vecchia Cremonese.
L'accesso è gratuito per tutti gli utenti iscritti alla tassa rifiuti.
Il centro è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle 12 e dalle 14 alle 16. Il centro è chiuso di domenica e nei giorni festivi, anche infrasettimanali.
Le utenze NON DOMESTICHE non possono portare al centro i propri rifiuti speciali pericolosi.
 
I rifiuti ingombranti non trasportabili in automobile possono essere ritirati a domicilio da Astem Gestioni: il servizio è gratuito per le utenze domestiche, basta prenotare al numero 0371 45022.45/62 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.00 e concordare la data del ritiro al vostro indirizzo.