1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Nuove aree edificabili individuate nel P.G.T.

Sul sito del Comune i valori agli effetti I.C.I.  
 
E' stata pubblicata ed è consultabile sul sito internet del Comune (all'indirizzo www.comune.lodi.it) la documentazione relativo all'aggiornamento dei valori delle aree edificabili agli effetti dell'Imposta Comunale sugli Immobili (ICI).
In particolare, sono disponibili la delibera di giunta dello scorso 29 marzo con cui sono stati stabiliti i nuovi valori, la relazione sui criteri adottati per la determinazione dei valori stessi, la tabella riepilogativa dei valori e l'accesso ad un programma che consente di visualizzare le varie particelle di terreno con i relativi dati catastali, i riferimento cartografici ed ortofotografici, l'eventuale nuova identificazione delle aree all'interno del Piano di Governo del Territorio e le rispettive valutazioni. "Si tratta di un servizio finalizzato ad agevolare i proprietari di aree interessate da trasformazioni all'interno del nuovo Piano di Governo del Territorio - spiega il vice sindaco e assessori all'urbanistica, Mario Cremonesi - che in questo modo potranno ricostruire i dati aggiornati sul valore attribuito alle loro proprietà ai fini del pagamento dell'Ici. In vista della scadenza per il versamento dell'acconto dell'imposta (fissata per il 16 giugno), gli interessati devono infatti tenere conto del fatto che secondo la legge un'area viene considerata edificabile se viene individuata come tale nello strumento di pianificazione urbanistica comunale anche quando quest'ultimo è stato solo adottato e non ancora definitivamente approvato, come nel caso del Pgt di Lodi, attualmente in pubblicazione per la raccolta di eventuali osservazioni. Di fatto, le aree di nuova edificazione individuate nel Pgt, sono tali ai fini Ici fin dal momento dell'adozione del piano. I proprietari di queste aree riceveranno una apposita comunicazione, che ha lo scopo di informare gli interessati dell'avvenuta modifica delle destinazione urbanistica dei propri immobili, in modo da consentire agli stessi di adempiere correttamente ai propri obblighi tributari". Per la determinazione dei valori di riferimento delle aree fabbricabili, l'amministrazione comunale si è avvalsa della consulenza di due società specializzate, la OmniGis Srl di Norcia e la Engineering Tributi Spa di Roma, confrontandosi inoltre con l'Agenzia delle Entrate, l'Agenzia del Territorio e la Camera di Commercio. Oltre alla determinazione del valore di riferimento delle aree con potenzialità edificatoria, l'amministrazione ha provveduto anche a stabilire il metodo di valutazione del corrispettivo di monetizzazione delle aree per servizi pubblici (cosiddetti standard), in sostanza la quota di aree, rispetto alla superficie complessiva di un loto interessato da interventi di edificazione, che deve essere riservata a funzioni di interesse generale (viabilità, parcheggi, spazi a verde etc), cedendone la proprietà al Comune o corrispondendone in alternativa il controvalore in denaro.
 
Revisione delle microzone
Ai fini della determinazione del più probabile valore di mercato e del conseguente valore di riferimento, le aree soggette a tassazione Ici sono state considerate come appartenenti a gruppi, prendendo come riferimento di partenza le 10 microzone stabilite nel 1999 (San Grato, Pratello, Fanfani, Chiosino, Centro, Campo di Marte, Riolo-Fontana, Laghi, San Bernardo, Olmo). Tre di queste microzone sono state modificate (aggiungendo a Riolo-Fontana i fogli catastali 2 e 3, al Chiosino i fogli catastali 50 e 68 e all'Olmo i fogli catastali 71 e 72), giungendo al seguente nuovo assetto: Centro (fogli catastali 37, 38, 40, 41 e 42); Pratello (18, 19, 20, 30, 31, 33, 34); Fanfani (32, 35); Chiosino/Albarola (50, 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58, 59 e 68); San Bernardo (60, 61, 62, 63, 64, 65, 66 e 69); Laghi (43 e 44); Campo di Marte (10, 11, 21, 22, 23, 24, 36 e 39); Frazioni (Riolo-Fontana più San Grato più Olmo: 2, 3, 5, 9, 12 più 13, 14, 15, 16, 28, 29 più 70, 71 e 72).

Accesso al visore web-Gis
Per il primo accesso tramite web al programma di consultazione della banca dati sulle aree di nuova edificazione individuate nel Pgt, è necessaria la registrazione, indicando login password personalizzate, da utilizzare quindi per ogni ulteriore accesso. Successivamente alla registrazione, il sistema fornirà all'indirizzo di posta elettronica indicati dall'utente il link per il primo accesso. Per una adeguata assistenza, sul sito sono disponibili le istruzioni per l'accesso che guideranno l'utente nel percorso di ricerca e le specifiche per la risoluzione di eventuali problemi di collegamento.
(17/05/2010)