1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Informativa sul Buono Sociale

Descrizione:
Il buono sociale è un contributo economico finalizzato all'attuazione di un progetto personalizzato di assistenza, in favore di persone anziane ultra sessanta-cinquenni, assistite a domicilio da familiari o persone di fiducia. 
 
Il buono sociale, finanziato con risorse provenienti dal Fondo Nazionale Politiche Sociali, è un intervento gestito dall'Ufficio di Piano Sociale di Zona, in conformità a quanto previsto dall'accordo di programma per l'attuazione del Piano dei Distretti di Casalpusterlengo e Lodi.
L'Ufficio di Piano indice annualmente il bando per l'assegnazione del buono:

  • con la finalità di sostenere ed incentivare lo sforzo assistenziale e di cura delle famiglie che scelgono di  mantenere la persona anziana non autosufficiente a domicilio
  • l'attuazione di un progetto personalizzato a favore di persone anziane non autosufficienti e/o di persone in coma post-anossico che vivono a domicilio (queste ultime anche al di sotto dei 65 anni)
  • come forma di supporto all'impegno diretto dei familiari o di appartenenti alla rete di solidarietà nell'assistenza continuativa a domicilio

 
A chi è destinato
Possono beneficiare del buono sociale persone anziane con riconoscimento di invalidità civile al 100% senza indennità di accompagnamento e con un valore ISEE non superiore a euro 9.000.
 
Orario:
da Lunedì  a Venerdì ore 9.00 - 13.00
Sabato ore 9.00 - 12.00
Mercoledì ore 14.30 - 17.15

Accesso al servizio
Ufficio Politiche Sociali
Via Volturno, 2
Tel. 0371 409.329
Fax 0371 409.453
E-mail: politichesociali@comune.lodi.it

Per accedere al buono sociale, i cittadini devono compilare il modulo disponibile presso il Settore Politiche Sociali e riconsegnarlo allo stesso compilato e completo delle documentazioni richieste. Le domande ritenute idonee, sulla base dei requisiti richiesti, sono oggetto di valutazione ai fini della graduatoria di assegnazione del  buono sociale con il seguente iter:

  • l'assistente sociale comunale, attraverso una visita domiciliare verifica e valuta i bisogni assistenziali dell'anziano e rileva le risorse familiari e/o della rete solidale
  • l'assistente sociale comunale definisce il Piano Personalizzato di Assistenza coinvolgendo attivamente il soggetto beneficiario e la sua famiglia
  • l'équipe territoriale del servizio sociale, coordinata dall'Ufficio di Piano, analizza ed approva le proposte secondo i diversi fattori di valutazione, che danno luogo al punteggio per la costituzione della graduatoria

 
Il buono sociale ha durata coincidente con l'anno solare e viene erogato dall'Ufficio di Piano con cadenza semestrale e non incide sul reddito ai fini del calcolo dell'attestazione ISEE.
 
Il buono sociale decade per il venir meno di uno o più dei requisiti previsti per l'assegnazione.