1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Lodi Blues Festival Winter session 2010

 
Cresce l'attesa per l'edizione 2010 della Winter Session del Lodi Blues Festival, in programma sabato 6 e domenica 7 febbraio presso il Teatro alle Vigne, con un cast diassoluto livello, a partire dal capostipite dell'acid jazz, James Taylor, con il suo celebratoQuartet, per passare al "mostro sacro" del blues italiano, Fabio Treves, con la suatrascinante band, senza trascurare il virtuoso chitarrista Francesco Piu, in una ineditaversione in trio, e le atmosfere ragtime del Tea Spoon Quartet.
Il grande blues internazionale, infatti, è ormai di casa a Lodi.
Sui palchi all'aperto disseminati in città d'estate, o nella suggestiva cornice del Teatro alle Vigne durante i rigidi inverni, sono già sfilati interpreti di caratura mondiale (da Corey Harris a Eric Bibb, da Jerry Portnoy a Otis Grand ed Ana Popovic, solo per citarne alcuni) ed il prossimo appuntamento sarà all'altezza di questi elevati standard, riproponendo alcuni tra i migliori blues-act che hanno lasciato il segno nelle passate edizioni e stimolanti novità, nel solco della contaminazione e dell'evoluzione della black music.
L'avvio del festival, venerdì 6 febbraio, è affidato ad una delle più interessanti formazioni acustiche in circolazione, il Tea Spoon Quartet, che presenterà l'album Travellin, fresco distampa, con il cuore immerso nel ragtime e nel Piedmont fingerstyle. Clou della serata sarà il ritorno a Lodi della leggenda del blues "made in Italy", la Treves Blues Band, per celebrare insieme al mitico armonicista Fabio Treves i suoi 35 anni di attività, passati per i palchi di mezzo mondo a soffiare il verbo del blues. Si continua sabato 7 febbraio, con un tuffo nel blues più accattivante, grazie alla voce e alla chitarra seicorde di Francesco Piu, che sarà di ritorno dall'International Blues Challenge di Memphis, dove è stato chiamato a rappresentare l'Italia per la categoria solo/duo. A Lodi, accompagnato dalla magica armonica di Davide Speranza e dal fantasista dei tamburi Pablo Leoni, si esibirà in un'inedita versione in trio. Direttamente da Londra, infine, l'evento più atteso: a chiudere il festival sarà infatti l'inconfondibile suono dell'organo hammond di James Taylor, che con il suo Quartet, dopo aver scalato le classifiche mondiali come padrino dell'acid jazz, è approdato ad un funk senza tempo, grazie al sound della classica formazione a quattro (hammond, basso, batteria, chitarra) che rimanda ai fasti della Stax e rivisita le hit della Motown. Nelle due serate del festival, oltre al consueto servizio bar nel foyer del teatro, sarà in funzione anche un banco birreria, nella galleria all'ingresso, adibita anche a spazio fumatori, per una piacevole pausa tra un'esibizione e l'altra, durante l'attesa per il cambio di palco. La prevendita dei biglietti (per la singola serata o in abbonamento per entrambe) prosegue presso i punti autorizzati (cfr. nota info allegata); ad oggi, i 440 posti della sala di via Cavour sono già assegnati per metà per la serata del 6 febbraio e poco meno per quella del 7 febbraio. Conviene affrettarsi!
(03-02-2010)
 
Winter Session 2010 - IV edition
www.lodiblues.com
TEATRO ALLE VIGNE - via Cavour, 66 LODI

Sabato 06/02/2010 ore 21.00
Tea Spoon Quartet
TREVES BLUES BAND

Domenica 07/02/2009 ore 21.00
Francesco Piu Trio
JAMES TAYLOR QUARTET


Info e prenotazioni:
tel. 0371 425862 - 338.5069473
email: info@lodiblues.com
Biglietto ingresso 1 serata: 15 € Abbonamento per 2 serate: 22 €

PREVENDITE:
Biglietteria del Teatro alle Vigne
martedì e giovedì 10.00-12.30;
martedì, mercoledì, giovedì e venerdì 15.00-18.00

Uva Viva Wine Bar
via Zuavi, 39 Melegnano
tel. 02.98112101
dal martedì alla domenica negli orari di apertura del locale

Clicca qui per leggere il comunicato e guardare le foto