1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina
 
 

La rassegna Vox Organi 2023 conta otto concerti, con l’obiettivo di valorizzare gli strumenti di prestigio, restaurati e funzionanti, selezionati in un’area che idealmente coinvolge territori lungo il corso del fiume Adda e Lambro e che quindi comprendono la Provincia di Lodi, oltre ai territori del cremasco, bergamasco, sud Milano toccando anche la Brianza.
La valorizzazione del suddetto patrimonio avviene attraverso la buona musica, avvalendosi di validi interpreti del panorama italiano ed internazionale. Si tratta di un patrimonio di inestimabile valore che connota fortemente l’identità culturale di questo territorio e che rischia di essere trascurato e poco conosciuto, soprattutto dalle giovani generazioni. In alcuni appuntamenti si effettuano, oltre ai concerti, visite guidate alle chiese ospitanti o a luoghi vicini particolarmente rilevanti dal punto di vista storico-artistico e illustrati gli strumenti più interessanti con la possibilità per il pubblico di poterli ammirare da vicino attraverso l’ausilio di esperti. In questo modo si intercettano due tipi di pubblico, quello degli appassionati di musica e quello degli amanti dell’arte e dell’architettura.  

 

 

Gli ospiti

Questa edizione vedrà la partecipazione del Maestro Diego Cannizzaro, di Palermo, che ha appena pubblicato una interessante monografia sull'Organum maximim Serassi di Ragusa Ibla, con l'incisione della Messa in Re Maggiore di Vincenzo Petrali, musicista di origine cremasca. Il suo concerto costituirà, pertanto, un'anteprima e sarà l'occasione per fare luce, in un breve incontro col pubblico, sulla singolare “avventura” musicale che portò Petrali, ritenuto all'epoca il “principe degli organisti”, ad inaugurare prestigiosi strumenti siciliani.  
Ulteriore peculiarità é il coinvolgimento di concertisti, soprattutto giovani, di fama internazionale, selezionati in base alla specializzazione in relazione alla tipologia di strumento proposta. Si ha cura, per ogni edizione, di scegliere strumenti diversi per epoca, stile e caratteristiche foniche, e di valorizzare sia il repertorio più antico, sia quello sette/ottocentesco e quello contemporaneo, proponendo anche occasioni di ascolto abbastanza raro (per esempio: organo e un altro strumento; e giá stato proposto l’abbinamento organo/sassofono oppure organo/cono delle Alpi).

 

L'associazione

L'associazione culturale SENTIERI SONORI si pone come obiettivo la diffusione della cultura musicale attraverso la realizzazione di iniziative di vario genere, anche di carattere interdisciplinare, con particolare attenzione alla musica d’organo.
Si occupa altresì di promuovere iniziative in ambito didattico e divulgativo mirate alla diffusione della cultura musicale e della conoscenza del patrimonio organari.

 

Dal 30 Aprile 2023 al 25 Giugno 2023